sapori

"Bio Vendemmia 2018" da Trebotti. Festa tra i filari in Teverina tra vino, arte e cultura

giovedì 13 settembre 2018
di Davide Pompei
"Bio Vendemmia 2018" da Trebotti. Festa tra i filari in Teverina tra vino, arte e cultura

La nascita del vino, l'esplosione della festa. Ebbri di entusiasmo, con la voglia di tramandare quei riti della tradizione, sgravandoli però dalla fatica del lavoro. Dove? Tra i filari di vite carichi di frutti maturi dell'Azienda Vitivinicola "Trebotti" di Castiglione in Teverina, una realtà agricola, dinamica e biologica, operativa dal 2003 e guidata da tre giovani vignaioli, i fratelli Bernardo, Clarissa e Ludovico Maria Botti, che hanno fatto di alta qualità e sostenibilità la loro mission. E di "Giovani, indipendenti, bio!" il loro motto.

"Per questo – spiegano dall'azienda, premiata tra le migliori d'Italia – abbiamo realizzato numerosi progetti di ricerca e sperimentazione sull’ecosostenibilità quali, un biolago, un sistema di eco-appassimento, il comt aziendale, vini senza solfiti, la carbon footprint dei prodotti, tutto con la collaborazione del Ministero delle Politiche Agricole, l'Università degli Studi della Tuscia e il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l'Analisi dell'Economia Agraria di Arezzo".

È qui al civico 9 di Strada della Poggetta che domenica 16 settembre ha luogo l'appuntamento con la "Bio Vendemmia 2018" che, intorno alle 11, lascia ai più piccoli il privilegio di pigiare a piedi nudi, l'uva appena colta. Programma alla mano, il fermento inizia già dalle 8 di mattina, quando la luce carica di attese il giorno e chiunque può staccare qualche grappolo, riempire la propria cassetta e partecipare al lavoro della squadra. Alle 10, lo spuntino a base di pane, uva e noci.

E alle 12, "Il Pranzo di una volta" che si apre con la spaccatura a mano del prosciutto e prosegue con l'antipasto a base di "Bignanello", bignè salati con il cuore della Tuscia, "I Primi del Contadino" ovvero pasta alla Vignorola col baffo e panzanella viterbese e ancora “I Secondi della Tradizione” ovvero baccalà in umido al finocchietto selvatico e la grigliata di carne dei fratelli Stefanoni. Pane e pomodori e ceci del Solco Dritto, come contorni.

E per dolce, il "Lolla Gelato DiVino", la fredda creazione artigianale, bio e vegana della gelateria bolsenese, inserita le cento migliori d'Italia nell’annuale classifica di riferimento del sito dissapore.it. Il tutto rigorosamente accompagnato dai migliori vini bio dell'Azienda Trebotti e dalle note del Trio Volpara che omaggeranno il cantautorato italiano. Musica, prodotti tipici e degustazioni, dunque, ma non solo. Tra le novità di quest'anno, infatti, c'è il BioVendemimia Photo Contest.

Ovvero, il concorso che dalle 15 alle 18, invita a scattare e a scattarsi un ritratto tra i colori più suggestivi delle vigne con possibilità di stampare in diretta un ricordo della giornata grazie alla presenza del fotografo Francesco Marano. Per lo scatto più votato su Instagram, in palio una selezione di vini. Sul fare della sera, prima dell'imbrunire scatta l'ora di "Vecchi, indipendenti, bio!". In compagnia di Giampaolo Gravino si assaggiano vecchie annate.

In bottiglia, ovviamente, i vini biologici dei vignaioli indipendenti che promettono una degustazione sorprendente anche per i palati dei più devoti a Bacco. Nell’azienda, infine, per l'intera giornata sarà visitabile la mostra itinerante "Mosaicale. Demas 2018", un originale percorso artistico dalla vigna alla cantina con le opere dell'artista Massimo De Angelis. Il costo dell’evento – valido per l'intera giornata, è di 22 euro all-inclusive, 11 euro il ridotto.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni obbligatorie:
0761.1986704 – 328.7279717 – info@trebotti.it 

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire