sapori

Carlo Zucchetti presenta "La Tuscia del Vino 2016. Guida ai vini della Provincia di Viterbo e Orvieto"

giovedì 29 settembre 2016
di Davide Pompei
Carlo Zucchetti presenta "La Tuscia del Vino 2016. Guida ai vini della Provincia di Viterbo e Orvieto"

Oltre cento cantine, introdotte da una breve descrizione e corredate da informazioni utili. Oltre 500 vini, degustati per selezionare i migliori vini del Viterbese e di Orvieto. Nove, le aree geografiche in cui è stato sezionato questo lembo di Centro Italia. Sette, le "cantine con il cappello" che si aggiungono alle dieci confermate che avevano conquistato il "simbolo di coerenza e chiarezza del progetto" già lo scorso anno. La sintesi a cui è giunto Carlo Zucchetti, "l'enogastronomo con il cappello", è racchiusa nelle 256 pagine de "La Tuscia del Vino 2016. Guida ai vini della Provincia di Viterbo e Orvieto" che sarà presentata sabato 1 ottobre al Park Hotel "La Carrozza d'Oro" di Montefiascone, al civico 95 di Via Lungolago.

"Il vino – spiega il curatore, tra i soci fondatori di Slow Food quando ancora si chiamava ArciGola – è il vero narratore. Il nostro compito è dargli voce. A questo 'liquido odoroso' come lo chiamerebbe il maestro e amico Sandro Sangiorgi, va il merito e la responsabilità di farsi portavoce del territorio. Di creare interesse. Di fare da richiamo. E poi ci sono loro. I vignaioli. I veri protagonisti di questo racconto. Le loro scelte. La fatica. La sfida. L’antica concretezza contadina legata alle nuove conoscenze. Baluardi e custodi del territorio e del nostro paesaggio. Nell’idea che si debba mantenere la biodiversità. Che sia rispettata la vocazione del terreno".

Il desiderio di raccontare "quel fermento inarrestabile della nostra viticoltura. Con vecchi contadini, giovani, donne, aziende, imprese, cooperative che attraverso il vino raccontano la nostra storia, la loro storia, la nostra terra: la Tuscia" dà vita così a un viaggio tra i vigneti, di cantina in cantina per segnalare quei vini "da cui lasciarsi sedurre e quelli che meritano una lunga sosta. La proposta di percorsi tracciati seguendo suggestioni geologiche per scoprire il territorio con il calice in mano".

"In questa nuova edizione – scrive nella prefazione Francesca Mordacchini Alfani, caporedattore – abbiamo voluto allargare lo sguardo, ignorare i limiti regionali e tracciare una nuova mappa comprendente i territori dell'Orvieto Doc. È stata una scelta ponderata a cui siamo arrivati in considerazione delle ragioni storiche e delle ragioni geologiche, per la continuità e contiguità dei territori di confine tra le due sponde del Tevere e del Paglia e per quel legame vulcanico intessuto dal complesso dei Vulsini. Abbiamo trattato la zona come un unicum, tralasciando nella divisione in areali i confini amministrativi, proprio a rafforzare la lettura geologica del territorio".

La presentazione, con il supporto di BCC Roma, arriva dopo quella tenutasi martedì 20 settembre alla Camera di Commercio di Viterbo. Si inizia alle 16 con l'apertura del banco d'assaggio e si va avanti fino a mezzanotte. Alle 18, la premiazione dei migliori vini – 44, in tutto – che si sono aggiudicati i tre "Est!" e l'assegnazione del Cappello alle Cantine. L'ingresso di 15 euro è comprensivo di calice e tracolla, assaggi delle ricercatezze gastronomiche e tagliolini con ragout del Lago di Bolsena de "La Carrozza d'Oro". Per chi possiede una tessera AIS, FIS, FISAR, ONAV e Slow Food – da esibire – è di 5 euro. Gratuito, previo accredito, per ristoratori e titolari di enoteche, wine bar, botteghe del gusto, agenti ed operatori del settore. I presenti, inoltre, potranno acquistare una copia della guida al prezzo speciale di 5 euro, anziché 10. Oltre che online, il volume – 1500 copie per la prima stampa – è comunque acquistabile in edicole, librerie, locali e ristoranti partner dell'iniziativa.

Per ulteriori informazioni:
michela@carlozucchetti.it
328.0119293 – 328.2452696

Commenta su Facebook