redazionali

"La Scala di Napoleone. Spettacoli a Milano 1796-1814". Disponibile la nuova pubblicazione strenna degli "Amici della Scala"

venerdì 10 dicembre 2010
"La Scala di Napoleone. Spettacoli a Milano 1796-1814". Disponibile la nuova pubblicazione strenna degli "Amici della Scala"

L'Italia si prepara a festeggiare i suoi centocinquant'anni di Unità. Alle vicende politiche del Paese il Teatro alla Scala fu sempre partecipe, con vivace patriottismo. Ma nei decenni precedenti, quando "comandava" Napoleone, cosa succedeva nel grande Teatro milanese?

A questo periodo ha guardato Vittoria Crespi Morbio, la storica degli Amici della Scala che già tante ricerche ha condotto sui protagonisti scaligeri, a qualsiasi campo essi appartengano. Ed eccola tornare alla ribalta con un libro delle Edizioni Amici della Scala-Allemandi dal titolo La Scala di Napoleone. Spettacoli a Milano 1796-1814 che ha ottenuto la concessione del logo ufficiale delle celebrazioni nazionali per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia.

Il volume inizia con il 15 maggio 1796, quando il generale Bonaparte fa il suo ingresso a Milano e la Scala si illumina a festa. Il 26 dicembre - data che a lungo rimarrà quella della inaugurazione di stagione - viene offerta gratuitamente al pubblico la tragedia repubblicana Il Bruto milanese. Nel febbraio 1797 va in scena un irriverente Ballo del Papa, con un pontefice che calza il berretto frigio...

La Scala è scanzonata come l'epoca che sta vivendo, all'insegna del gusto frivolo di Joséphine de Beauharnais (le cui scollature saranno prontamente censurate al ritorno degli Absburgo). La Scala è anche solenne e maestosa, per celebrare ricorrenze, vittorie, paci e trattati. Tra il pubblico c'è il liceale Alessandro Manzoni, Stendhal frequenta la platea e i camerini di cantanti e ballerine, il ragazzo Gioachino Rossini vede rappresentate le sue prime opere buffe. La storia si riflette nel teatro, e il teatro si proietta, come mai prima, nella dimensione della storia. Date, dati, cifre, personaggi, ricorrenze, fatti, aneddoti compaiono per la prima volta in questo libro strenna che, secondo la tradizione degli Amici della Scala, prima di arrivare in tutte le librerie italiane, è stato offerto in Teatro la sera della inaugurazione della stagione lirica, il 7 dicembre scorso.

Titolo: LA SCALA DI NAPOLEONE. Spettacoli a Milano 1796-1814
Collana: Sette dicembre
208 pagine - 150 illustrazioni a colori
Testi di Vittoria Crespi Morbio, Matteo Collura, Alain Pillepich
Editore: Amici della Scala - Umberto Allemandi & C. - Prezzo: € 35,00

Disponibile in tutte le librerie italiane

Gli amici che hanno consentito la pubblicazione del volume:

BMW GROUP ITALIA

ALLIANZ
BASF ITALIA
BOSCH ITALIA
FONDAZIONE BERTI PER L'ARTE E LA SCIENZA
FONDAZIONE ROTARY CLUB MILANO PER MILANO
ITALCEMENTI
PROFED ITALIANA
ROLEX ITALIA
SISAL
UBM BUSINESS SERVICE

Nell'immagine di apertura
Il giovane Rossini al suo debutto alla Scala

Rossini ritratto da Vincenzo Camuccini
Museo teatrale alla Scala

Nell'immagine che segue
San Napoleone Martire
Il Santo del IV secolo è celebrato in gran pompa a S. Ambrogio il 16 agosto 1807. La Scala restaurata riapre la sera stessa con la cantata S. Napoleone di Mayr
S. Napoleone Martire con il volto del Sovrano
Stampa di F. Silvani su disegno F. Scaramuzza
Milano, Civica Raccolta delle Stampe A. Bertarelli

Commenta su Facebook