politica

Ciprini (M5S): "In Umbria aumenta la povertà, ma c'è fiducia nel reddito di cittadinanza"

giovedì 28 novembre 2019
Ciprini (M5S): "In Umbria aumenta la povertà, ma c'è fiducia nel reddito di cittadinanza"

“La povertà aumenta in tutto il nostro Paese e l’Umbria non ne è esente purtroppo, ma stiamo lavorando affinché strumenti come il Reddito e la Pensione di Cittadinanza possano essere d’aiuto per contrastare questo fenomeno. Il Rapporto Diocesano sulle Povertà in Umbria, un documento redatto dall’Osservatorio diocesano sulla povertà e l’esclusione sociale diretto dall’economista Pierluigi Grasselli ci dice che in Umbria e a Perugia la povertà che coinvolge sia i cittadini italiani che quelli stranieri è in aumento.

Le fasce più deboli sono quelle tra i 55 e 74 anni. Si riscontra inoltre un elevato tasso di disoccupazione giovanile, con il rischio di povertà ed esclusione sociale, soprattutto tra gli stranieri. Il M5S si è speso molto per realizzare il reddito di cittadinanza, un provvedimento che può servire da volano per il reinserimento lavorativo dei giovani. Secondo i dati diffusi dall’ISTAT, nel capoluogo umbro sono state accolte 2289 domande di RCD, 2100 per la sola città di Terni. Il reddito medio percepito è di 488,89 € coinvolgendo una platea di 21.581 persone.

Grazie al Reddito di Cittadinanza sono state aiutate molte famiglie e i giovani hanno ricominciato a guardare al futuro con maggior fiducia. A questa misura vanno a sommarsi anche le assunzioni dei navigator presso i centri per l’impiego e i progetti per l’utilità collettiva dedicate ai percettori del Reddito di Cittadinanza, come prevede il D.L. 28 gennaio 2019, n. 4. Auspichiamo che i prossimi dati dell’Osservatorio vedranno un’inversione di tendenza - afferma Tiziana Ciprini, Commissione Lavoro M5S alla Camera dei Deputati.”

Commenta su Facebook