politica

Rubicondi (Pci): "Il voto che chiediamo agli umbri non è un voto nostalgico"

domenica 6 ottobre 2019
Rubicondi (Pci): "Il voto che chiediamo agli umbri non è un voto nostalgico"

Sabato 5 ottobre, a Roma, in una piazza Santi Apostoli gremita di bandiere rosse, Rossano Rubicondi, candidato del Partito Comunista alla presidenza della Regione Umbria, è intervenuto al comizio di chiusura della manifestazione indetta dal Partito Comunista contro il governo Pd-M5S. Nel suo intervento Rubicondi ha ricordato l'importanza nazionale che le elezioni regionali umbre hanno assunto come banco di prova dei nuovi assetti politici, attaccando il civismo opportunista che supporta l'alleanza Pd-M5S, architettata a Roma: "Sono tutti uniti, tutti insieme: Pd, 5 Stelle e Sinistra variopinta che non presenta più simboli perché si nasconde dietro a liste civiche".

Durante il suo intervento Rubicondi ha illustrato i punti principali del programma del Partito Comunista: Lavoro, Sanità, Ricostruzione, concludendo con un appello al voto per il Partito Comunista: "Il voto che chiediamo agli umbri non è un voto nostalgico. Con una lista di giovani trentenni noi abbiamo nostalgia solo del futuro. Abbiamo un programma serio, realizzabile qui ed ora", un programma che pone al centro Lavoro, Sanità e Ricostruzione, per riportare le classi popolari, i lavoratori, i pensionati, i disoccupati e gli studenti al centro delle politiche regionali.

 

Commenta su Facebook