politica

Insediato il Consiglio Comunale. Il sindaco Federico Gori nomina la giunta

martedì 11 giugno 2019
Insediato il Consiglio Comunale. Il sindaco Federico Gori nomina la giunta

Si è insediato martedì 11 giugno il nuovo Consiglio Comunale di Montecchio. Nel corso della prima seduta della nuova consiliatura, il sindaco Federico Gori ha reso nota la composizione della giunta. Al suo fianco, in veste di vicesindaco siederanno Giovanni Pacifici, a cui sono state affidate le deleghe relative a commercio e attività produttive, urbanistica, vigilanza, tributi, opere pubbliche e patrimonio, e Ludovica Neri, titolare delle deleghe a scuola, servizi sociali, ambiente, agricoltura, turismo. Nominata capogruppo Antonella Ferretti.

L'insediamento è arrivato a pochi giorni dal voto. Sono stati 855, quelli con cui il primo cittadino uscente è stato confermato in carica per altri cinque anni. "Questa riconferma - ha commentato - per il gruppo 'Montecchio Oltre' è importante, testimonia che il percorso iniziato nel 2014 con la prima elezione è stato ed è tutt'ora credibile, si è lavorato sempre con grande passione e determinazione e questo i cittadini lo hanno apprezzato e dimostrato in questa tornata elettorale".

Iniziato da subito un percorso partecipativo con tutti i consiglieri eletti per la suddivisione delle mansioni sulla scorta delle competenze di ognuno. "Credo - spiega il sindaco - che la responsabilizzazione e l'integrazione di ogni singolo consigliere sia determinante per il buon funzionamento della macchina amministrativa stessa.

Tra i vari progetti che sono in corso ed alcuni che stanno prendendo forma uno dei cardini sui quali pensiamo di incentrare la nostra azione amministrativa c'è quello dell'efficientamento energetico della pubblica illuminazione, tema ormai al centro di dibattiti mondiali e che intendiamo sposare appieno, sentendoci anche noi un ingranaggio di un grande meccanismo che va oltre il mero confine comunale e che ci rende consapevoli di quanta importanza abbiano i temi ambientali globali.

Nel programma elettorale sono state tracciate delle linee alle quali ci atterremo, se pur consapevoli che gestire un Ente in un momento difficile come questo richieda molta determinazione e soprattutto inventiva,la lungimiranza è quell'elemento che fa sicuramente la differenza.  Credo che occorra riscoprire i valori umani e sociali che da sempre hanno caratterizzato le comunità e che purtroppo in un epoca come questa, caratterizzata soprattutto dall'individualismo, hanno perso il ruolo che dovrebbero avere.

La particolarità di questo mandato è che non avremo una minoranza, per questo siamo consapevoli che dovremo essere ancora più attenti nell'interpretare la volontà popolare per trasformarla in progetti concreti che possano migliorare la vivibilità del nostro borgo, per questo incentreremo la nostra attenzione sul dialogo con gli enti e le associazioni del territorio con la speranza che insieme si possa continuare a costruire un futuro migliore nell'esclusivo interesse dei nostri cittadini e del nostro amato Montecchio".

 

Commenta su Facebook