politica

Plance divelte e manifesti elettorali strappati in Via Postierla

venerdì 7 giugno 2019
Plance divelte e manifesti elettorali strappati in Via Postierla

Si avvicina il turno di ballottaggio per le elezioni di domenica 9 giugno che consegneranno a Orvieto il nome del nuovo sindaco. Alla vigilia dell'appuntamento, però, si registrano anche episodi sgradevoli. Ne sa qualcosa Via Postierla dove, nottetempo, qualcuno ha strappato i manifesti elettorali e divelto una plancia in legno nello spazio adibito alle affissioni, dove sono visibili anche segni di pneumatici. Simili forme di danneggiamento sono punibili per legge. Dai rispettivi canali social, così hanno commentato i due candidati sindaci.

"Vandalismo e violenza - si legge sul profilo Facebook di Giuseppe Germani - sono sempre da condannare. La nostra cultura politica non li contempla. Spero in una rapida individuazione dei responsabili. A proposito di quanto accaduto, se non fosse stata soltanto una bravata, chiediamoci a chi giova".

"Dopo l’aggressione ai nostri attivisti, gli insulti che mi sono stati rivolti e le menzogne raccontate, i biglietti volgari lasciati sulla mia auto - ha scritto invece Roberta Tardani - spero di cuore che questo sia l’ultimo atto di una campagna elettorale che ho cercato di concentrare sui contenuti e sul futuro della città, diversamente dai nostri avversari. Segnali, questi, di grande nervosismo. Non mi sono mai fatta intimorire e provo solo una grande pena. Andrò avanti con la convinzione che possiamo finalmente cambiare ‘metodo’ e che già da lunedì cominceremo a governarla come merita".

Commenta su Facebook