AREE INTERNE
politica

"Cantierabile" il progetto di riconversione dell'ex Scalo Ferroviario

mercoledì 15 maggio 2019
"Cantierabile" il progetto di riconversione dell'ex Scalo Ferroviario

La riconversione della ex stazione ferroviaria di Baschi per il trasporto merci è passato allo stato “cantierabile”.  Lo ha comunicato il Servizio Programmazione della Regione Umbria al Tavolo dei soggetti istituzionali che il 6 febbraio 2018 avevano sottoscritto l’Accordo di Programma Quadro dell’Area Interna Sud-Ovest Orvietano, ovvero: l’Agenzia per la Coesione Territoriale, la Regione stessa, il Comune di Orvieto capofila dell’area, il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Ministero della Salute.
 
Nello specifico, lo scorso mese di marzo il Comune di Orvieto aveva chiarito alla Regione gli elementi tecnici che hanno portato l’intervento ad acquisire la caratteristica di cantierabilità. Per le verifiche di competenza è stato poi attivato il Servizio regionale infrastrutture per la mobilità e politiche del trasporto pubblico, componente dell’Unità tecnica di coordinamento regionale per l’attuazione della Strategia Aree Interne, che ha dato indicazione di supportare il progetto con un adeguato Studio Trasportistico per evidenziare il modello di esercizio da realizzare, il traffico atteso in termini di treni/settimana con annessa origine/destinazione, la tipologia di traffico, la categoria merceologica e le possibili interazioni, sinergie sia con la Piastra Logistica Umbra attualmente programmata nel PRT sia con l’Interporto di Orte.
 
Lo stato di cantierabilità dà il via all’ultimo progetto delle Aree Interne sollecitato dalle categorie imprenditoriali del territorio, che era ancora in attesa di verifiche tecniche; pertanto, il Comune di Orvieto (capofila) potrà attivare le procedure per gli incarichi di progettazione dello studio di fattibilità (costo complessivo 280.000 euro a valere sulla Legge di Stabilità) preliminare al progetto vero e proprio.
 

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Orvieto

Commenta su Facebook