politica

Approvato il bilancio di previsione 2019, investimenti per oltre 1,6 milioni di euro

giovedì 28 marzo 2019
Approvato il bilancio di previsione 2019, investimenti per oltre 1,6 milioni di euro

Supera i 4.970.000 euro la manovra di bilancio 2019 approvata dal Consiglio Comunale di Giove martedì 26 marzo. Nel documento di programmazione sono recepiti finanziamenti regionali e ministeriali che insieme a due mutui accesi dall’amministrazione, garantiscono una capacità di investimento di oltre 1.600.000 euro. Con tali risorse si sta lavorando su efficientamento energetico e adeguamento alle norme antincendio della scuola, riqualificazione e messa in sicurezza degli impianti sportivi, recupero e ristrutturazione dell'area ex Chiesa di San Giovanni, sistemazione e prolungamento dei marciapiedi, manutenzione straordinaria delle strade, ampliamento dell’impianto di videosorveglianza. Previsti inoltre l’ efficientamento energetico della sede comunale, l’installazione dell’ecocompattatore di bottiglie di plastica, l’incremento di tre aree a wi-fi libero che arriveranno così complessivamente a 8 coprendo praticamente tutto il centro urbano.

Nel pacchetto di misure l’intervento di fondi di bilancio, al netto dei mutui, fa notare l’amministrazione, è di appena l'8 per cento. A queste risorse, sottolinea sempre l’amministrazione, potrebbero aggiungersene altre per 1.700.000 euro relativi a progetti in attesa di approvazione E riferiti a risanamento idrogeologico, potenziamento del campo sportivo, adeguamento antisismico di alcune strutture comunali. In aggiunta anche la sistemazione dell’area Pes, la manutenzione straordinaria delle strade, la riorganizzazione dell’archivio storico, il restauro dello statuto comunale del 1557 e la promozione dei prodotti delle aziende agricole locali. Molto importante la spesa per il sociale che aumenta da 156.000 euro del 2017 a 165.000 euro del 2019 facendo, in proporzione, di Giove uno dei bilanci sociali più alti dell'intera zona sociale narnese-amerina.

"Questo risultato - dichiara il sindaco Alvaro Parca - è dovuto al lavoro continuo e capillare che ha impegnato amministratori ed uffici comunali a predisporre proposte progettuali  per la partecipazione a   bandi che hanno poi consentito l’assegnazione al comune dei finanziamenti. Dall’altra parte c’è la volontà di mantenere e, in alcuni casi, aumentare quantità e qualità dei servizi ai cittadini. Ad esempio su manutenzione e cura del verde, del cimitero, contributo per la mensa ed il trasporto scolastico, nonostante  le difficoltà finanziarie in cui versano tutti i comuni a causa della perdurante crisi economica generale, unitamente alle accresciute esigenze di intervento sociale.

L’intento è anche quello di sostenere la cultura e le numerose associazioni che con il loro impegno volontario realizzano ogni anno tutti quegli eventi che rendono vivo e vivibile il nostro paese, assumendo buona parte dei maggiori oneri intervenuti da due anni a questa parte per l’irrigidimento delle norme sulla sicurezza. Tutto ciò non ha reso più sufficienti i tagli apportati a tutte le spese non indispensabili, rendendo purtroppo necessario un aumento della Tari. La misura va a recuperare parzialmente la riduzione di circa il 15% apportata negli ultimi due anni e l’importo dovuto verrà maggiormente rateizzato per renderne meno gravoso il pagamento ai cittadini". 

Commenta su Facebook