politica

L'iniziativa del Comune piace, crescono i matrimoni in location romantiche

martedì 5 marzo 2019
L'iniziativa del Comune piace, crescono i matrimoni in location romantiche

Cresce il numero di coppie che scelgono di sposarsi a Pitigliano in location romantiche. I dati confermano il successo dell’iniziativa del sindaco e della Giunta Comunale di Pitigliano, che dallo scorso autunno, hanno aperto alla celebrazione del rito civile anche fuori dal Palazzo comunale, raccogliendo con la manifestazione di interesse le candidature di agriturismi e strutture ricettive interessati a questa opportunità.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti – afferma il sindaco Giovanni Gentili – il trend è assolutamente positivo: nel 2017 abbiamo celebrato 4 matrimoni con rito civile di cui 3 di coppie residenti e 1 non residente. Nel 2018 i numeri sono raddoppiati: 8 matrimoni con rito civile di cui 5 residenti e 3 non residenti. Ma i dati più interessanti riguardano il 2019: nei primi 2 mesi dell’anno abbiamo già 8 matrimoni con rito civile prenotati, esattamente tanti quanti quelli celebrati in tutto il 2018. E ancora più interessante è il numero delle coppie non residenti (5) che supera le coppie residenti (3). Delle 5 coppie non residenti, 4 hanno chiesto di celebrare il matrimonio in agriturismo”. 

“Crediamo che la nostra scelta sia vincente e lungimirante  - aggiunge l'assessore Irene Lauretti -  Pitigliano ha tutte le caratteristiche per poter crescere nel settore del wedding tourism, un mercato fortunato che sta garantendo fatturati importanti in Italia, con la Toscana tra le mete più gettonate dagli stranieri. Pitigliano è una città romantica e straordinariamente bella, conosciuta in tutto il mondo, luogo ideale per suggellare una promessa così importante come quella che si scambiano due innamorati. Ringraziamo le coppie che ci hanno scelto e quelle che ci sceglieranno in futuro per il giorno più importante della loro vita. E chissà, forse negli anni a venire, queste coppie torneranno a trovarci per celebrare qualche importante anniversario”.

Commenta su Facebook