politica

Cannabis terapeutica, il Ministero conferma l'aumento di produzione ad uso medico

venerdì 8 febbraio 2019
Cannabis terapeutica, il Ministero conferma l'aumento di produzione ad uso medico

Il presidente della Commissione Agricoltura Filippo Gallinella, in seguito ad un sopralluogo presso lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze in cui viene prodotta cannabis terapeutica Fm1 e Fm2, ha presentato un’interrogazione al Ministero della Difesa, per conoscere quali siano le misure e gli stanziamenti previsti dal dicastero, per il potenziamento di tale produttività.

“Durante la visita all’Istituto – spiega Gallinella – ho avuto conferma dagli stessi militari che le domande per l’utilizzo di questa cannabis terapeutica negli anni sono aumentate, tanto da rendere necessario un incremento della produzione. Dal 2014 è stato attivato un accordo tra il ministro della Difesa e il ministro della Salute per la produzione nazionale di sostanze e preparazioni di origine vegetale a base di cannabis, per la cura di patologie gravi e altamente invalidanti, come la sclerosi multipla, la sclerosi laterale amiotrofica, il glaucoma, le malattie neoplastiche: malattie nelle quali i preparati a base di cannabis sono molto efficaci e con un rapporto rischio-beneficio nettamente a favore di quest'ultimo.

Tant’è che il fabbisogno stimato in Italia nel 2019 supererà i 700 kg mentre la produzione statale, tramite i finanziamenti, potrà raggiungere una capacità produttiva di oltre 300kg entro la fine dell’anno. Questo significa che nel 2019 si avrà ancora l’esigenza di acquistare una considerevole parte del fabbisogno attraverso il canale dell’importazione e che nel 2020 potrebbe superare addirittura i 1.000 kg l’anno. Il problema, dunque, permane seppur a fronte del previsto incremento della capacità produttiva dello Stabilimento.

Sulla base di tali considerazioni, il dicastero ha comunicato di aver iniziato un percorso di collaborazione con le aziende private in possesso dei requisiti per incrementare la coltivazione e la produzione farmaceutica di infiorescenze di cannabis a scopo terapeutico. Lo Stabilimento proseguirà la partecipazione diretta alle attività produttive con le proprie risorse, mantenendo il ruolo istituzionale del controllo, a garanzia della qualità della fase produttiva e del prodotto finito. Con questo progetto di partnership il ministero della Difesa ritiene che l'Istituto possa essere messo in condizione già entro il breve-medio periodo di incrementare le risorse, al fine di garantire a tutti i pazienti la continuità terapeutica, e predisponendo anche una nuova e più funzionale ipotesi di pianta organica del personale militare e civile da assegnare alla struttura.

Lo Stabilimento di Firenze potrà continuare ad importare il prodotto finito anche da produttori stranieri, cui fa capo la responsabilità del controllo e della corrispondenza qualitativa del prodotto importato, e in ragione di ciò il ministero ha confermato che è stata bandita una prima gara di rilevanza pubblica per la fornitura di cannabis per uso medico. Investire a Firenze, potrebbe portare l’Italia ad essere autosufficiente con 700kg annui e, con lo spazio potenzialmente a disposizione, si potrebbero raggiungere le 2 tonnellate. L’auspicio è che il ministero persegua come affermato questo obiettivo di rafforzamento, in modo tale che lo Stabilimento di Firenze abbia personale e mezzi necessari a garantire la continuità terapeutica alle persone che ne hanno diritto, e soddisfare quanto prima le esigenze del Paese”.

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire