politica

Si insedia il Consiglio Provinciale. Bacchetta: "Ridare dignità a questo ente"

giovedì 7 febbraio 2019
Si insedia il Consiglio Provinciale. Bacchetta: "Ridare dignità a questo ente"

Sotto la presidenza di Luciano Bacchetta, con l’ufficializzazione degli eletti si è svolto giovedì 7 febbraio il primo Consiglio Provinciale di Perugia, scaturito dalle elezioni di domenica 3 febbraio. Affiancato dal segretario generale Francesco Grilli e dal direttore generale Stefano Mazzoni, Bacchetta ha ribadito come la legge Delrio non possa soddisfare il requisito di una buona amministrazione obbligando alla carica di presidente un sindaco.

“Sapete meglio di me quanto sia complicato e coinvolgente il compito di un primo cittadino – ha dichiarato Bacchetta rivolgendosi ai consiglieri provinciali a loro volta o sindaci o consiglieri comunali -. Auspico pertanto che si arrivi presto all’elezione diretta degli organismi istituzionali delle Province che sono enti fondamentali per le comunità con il loro ruolo di raccordo con i Comuni per le strade e l’edilizia scolastica. Dopo un periodo di tagli alle risorse negli ultimi tempi stiamo assistendo ad una inversione di tendenza. Con l’immissione di risorse, non sufficienti, ma importanti che ci permetteranno di rimettere in moto opere non più rinviabili sebbene l’aver dimezzato le risorse umane dell’ente rallenterà i tempi di esecuzione”.

Ridare dignità politica alle Province diventa quindi per Bacchetta indispensabile. “Una missione a cui tutti noi dobbiamo tendere – ha aggiunto – nell’interesse delle comunità della nostra Provincia”. Concetti ripresi e condivisi dal neo consigliere Giovanni Andrea Lignani Marchesani: “Siamo in mezzo a un guado, il fallimento della legge Delrio bocciata dal referendum è sotto gli occhi di tutti. Le Province vengono da una storia ben più solida e antica delle Regioni. Resta il fatto che la ‘Delrio’ non prevede distinzioni tra maggioranza e minoranza nell’ambito del Consiglio provinciale e di questo bisognerebbe tenerne conto”. Si è quindi passati alla convalida degli eletti e della dichiarazione delle formazione dei gruppi. Pertanto il Consiglio provinciale risulta così composto:

Roberto Bertini (Socialisti Riformisti); Erika Borghesi, Federico Masciolini, Letizia Michelini, Gino Emili e Sandro Pasquali (Pd); Stefano Ceccarelli (Sinistra italiana); Jacopo Barbarito e Claudia Luciani (Forza Italia); Lignani Marchesani e Piero Sorcini (Fratelli d’Italia); Marcello Rigucci (Lega).

E’ stata subito dopo definita la composizione delle Commissioni permanenti che nella riunione di martedì19 febbraio, prima che si svolga il Consiglio provinciale fissato per le 10.30, si riuniranno per eleggere i rispettivi presidenti. Questa la composizione:

- Commissione Statuto, regolamenti, controllo e garanzia: Erika Borghesi, Letizia Michelini, Sandro Pasquali, Giovanni Andrea Lignani Marchesani, Federico Masciolini, Claudia Luciani, Marcello Rigucci.

- Commissione Bilancio e Affari Generali: Roberto Bertini, Erika Borghesi, Gino Emili, Stefano Ceccarelli, Jacopo Barbarito, Giovanni Andrea Lignani Marchesani, Piero Sorcini.

Commenta su Facebook