politica

Politica ingessata. Vergaglia (M5S) punta l'indice: "Troppi atti bloccati"

mercoledì 7 novembre 2018
Politica ingessata. Vergaglia (M5S) punta l'indice: "Troppi atti bloccati"

"Il M5S è probabilmente una delle forze politiche che in Consiglio Comunale di Orvieto si sono dimostrate tra le più prolifiche e feconde di iniziative tuttavia attraverso al capogruppo in Consiglio Lucia Vergaglia denunciano i troppi provvedimenti approvati che non hanno avuto seguito, i ritardi nelle risposte alle interrogazioni e le strutture ancora bloccate da questioni annose come il Centro Studi Gianni Rodari.

La domanda da porsi - segnalano - è se questo sia il sintomo di una cattiva volontà politica intenta a danneggiare le opposizioni oppure una difficoltà dell'istituzione ad ottemperare al meglio al proprio dovere. Nei prossimi anni infatti occorrerà ricoprire i ruoli di funzionari ed operatori comunali per i numerosi pensionamenti e questo si potrebbe stare già manifestando in una ridotta motivazione di parte del personale mentre, per quanto concerne al Giunta che è al governo cittadino si pone la questione elettorale.

"Sta di fatto - dichiara la capogruppo Lucia Vergaglia - che i nodi stanno venendo al pettine e sono troppe le iniziative approvate che non hanno avuto seguito per una responsabilità che non è certo di chi le ha proposte e fatte approvare. Tuttavia a fronte di tali problemi le responsibilità vanno individuate ed i problemi risolti". Di seguito l'intervento completo:

«Da unica consigliere comunale non appartenente ai blocchi della ex maggioranza o della maggioranza, una contro sedici, so bene cosa significa "essere in minoranza" e so bene che ogni minimo risultato devo considerarlo un successo. Che non sarebbe stato facile fu ancora più chiaro quando tra i primi atti in Consiglio la ex maggioranza ha fatto spoil system delle cariche di garanzia destinate alla minoranza come gli uffici di presidenza e la Commissione di Garanzia e Controllo andate a Forza Italia e Fratelli d'Italia. Un comportamento legalmente ineccepibile ma eticamente sbagliato, l'unica vera minoranza così infatti veniva lasciata fuori.

Con queste premesse ho dovuto misurarmi, una contro sedici, per la qualità delle proposte e la fermezza delle posizioni mantenendo il contegno istituzionale che ha contraddistinto da parte mia questi oltre quattro anni di Consiglio comunale. Così nel tempo il M5S e la sottoscritta sono riusciti a ritagliarsi più di qualche spazio, pur senza quei ruoli attraverso cui si può pressare le amministrazioni, seguire l'attuazione delle mozioni e dei programmi ed essere presenti con costanza nell'interno egli uffici dedicati al Consiglio comunale.

Uno spazio fecondo per la quantità di proposte e per a fermezza in temi di denuncia, di ricerca di soluzioni e di concretezza economica. Certamente uno spazio minore se si paragona con quelli di chi amministra o dei ruoli di garanzia, tuttavia vivo e vitale, non di facciata, non prestigioso però inerte. Ed è per questo che resta una grande amarezza di fronte a tanti, troppi, provvedimenti approvati ma che non hanno avuto seguito così come riscontrando i ritardi nelle risposte alle interrogazioni ed alle richieste di atti fino alla questione del Centro Studi Gianni Rodari ancora fermo con le quattro frecce nonostante i progetti depositati e presentati, l'inchiesta de Il Fatto Quotidiano e le promesse del Sindaco nonché presidente del Centro stesso.

Quanto sia il sintomo di una cattiva volontà politica intenta a danneggiare le opposizioni oppure una difficoltà dell'istituzione ad ottemperare al meglio al proprio dovere. Nei prossimi anni infatti occorrerà ricoprire i ruoli di funzionari ed operatori comunali per i numerosi pensionamenti e questo si potrebbe stare già manifestando in una ridotta motivazione di parte del personale mentre, per quanto concerne al Giunta che è al governo cittadino si pone la questione elettorale.

Sta di fatto che i nodi stanno venendo al pettine e sono troppe le iniziative approvate che non hanno avuto seguito per una responsabilità che, ovviamente, non è certo di chi le ha proposte e fatte approvare. Tuttavia a fronte di tali difficoltà le responsibilità vanno individuate dove i problemi non vengono risolti, ognuno facendo a propria parte ed il proprio dovere. Da parte mia non mancherà ogni impegno per superare queste problematiche, non ho nessuna intenzione di farmene un ragione".

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 novembre

A piedi sul "Sentiero dei Vigneti", camminando nella storia con l'Asds Majorana

La Fondazione e la sua partecipazione in Cassa di Risparmio di Orvieto Spa

"Cultura per il No Profit". Un bando per la gestione di tredici gioielli demaniali

Pressing della minoranza, "Sia Orvieto la sede della stazione MedioEtruria"

Nebbia di me

Zambelli Orvieto con grande concentrazione al derby di San Giustino

Ode per la ragazza del Discount

Dentro questo mio accanito desiderio

Caterina Costantini e Lucia Ricalzone al Boni con "Il Club delle Vedove"

Finisce nel fiume Paglia, in buone condizioni l'operaio salvato dai vigili del fuoco

"La rivoluzione giovanile del '68" apre l'anno del Centro di Studio "Bonaventura da Bagnoregio"

Azzurra, Ipc Srl è match sponsor del prossimo turno di campionato

Nuove prospettive turistiche dalla valorizzazione della Via Romea Germanica

Piano di tutela delle acque, la giunta regionale preadotta l'aggiornamento

"Van Gogh Shadow", la cultura multimediale in mostra a Palazzo dei Priori

Sisma, riunione fra Regione, Protezione Civile e Anas per ripristino viabilità

Il Comune incontra i cittadini. Il quarto appuntamento è a Torre San Severo

Glicine dunque

Il Comitato Risparmiatori risponde alla Fondazione Cro

Si presenta il "Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile"

Insieme per dire basta alla violenza sulle donne. Iniziative a Orvieto, in Umbria e a Roma

"La Via della Misericordia nel Lazio. Immagini e riflessioni nell'anno del Giubileo e dei Cammini"

Ferraldeschi (Storia e futuro): "Un'amministrazione comunale che non c'è"

All'Unitre si presenta il libro "Sopportare pazientemente le persone moleste"

Unioni civili. Scontro al calor bianco tra M5S e Sel in consiglio

Sosta gratuita per quattro ore dal 14 dicembre. "Identità e Territorio" contraria

La Regione in campo con 12milioni di euro per il bacino del Paglia, ora la speranza è che partano i lavori

Elezioni Regionali: il Pd ha deciso di concedere il bis a Catiuscia Marini

Caso licenza ex Coop, il Comune batte i pugni: "Non siamo intenzionati a concedere proroghe"

Prima seduta del Cda del Centro Studi: Carlo Mari eletto presidente

Percorso di formazione “Fede Bene Comune - Nuova Civitas”, un momento di approfondimento e riflessione

Dalla chiusura del Giubileo un progetto di speranza e sostegno per l’Oratorio parrocchiale grazie al Rotary di Orvieto

Battipaglia – Azzurra Orvieto: 79 – 59. Rimbalzi difensivi, palle perse e altro fanno la differenza

"La Chiesa dei poveri. Dal Concilio a papa Francesco". Si presenta a Orvieto il libro di monsignor Bettazzi

Completati i lavori di adeguamento del depuratore. Venerdì l'inaugurazione

La tv tedesca racconta in un documentario come Orvieto si salvò dai bombardamenti

Omphalos: "In una città che sostiene tutte le famiglie si vive meglio"

La Compagnia del Limoncello porta in scena "Cercasi Scalandrino"

La figlia di Aldo Moro al convegno della Polstrada: "Lo Stato siamo tutti noi"

Enel effettua taglio piante e deramificazione nei pressi delle linee elettriche