politica

Nessun dietro front su Piazza del Popolo. Aperto il confronto anche sul commercio

giovedì 22 marzo 2018
Nessun dietro front su Piazza del Popolo. Aperto il confronto anche sul commercio

Occhi puntati su Piazza del Popolo che da sabato 24 marzo sarà ufficialmente pedonalizzata. L'Amministrazione Comunale, infatti, non torna indietro rispetto agli annunci iniziali ma apre un'ulteriore fase di riflessione.

"Pur non mettendo in discussione le decisioni già assunte dall’amministrazione - spiega il sindaco Giuseppe Germani - ho avviato una ulteriore riflessione in giunta e in maggioranza per rispondere ad alcune questioni poste dagli operatori del commercio nell’incontro, allo scopo di valutare tutte le opzioni possibili".

"E - aggiunge - dare risposte a fronte delle necessità di parcheggio libero da destinare al commercio, operazione da effettuare possibilmente entro quest’anno, secondo le risorse disponibili. Relativamente alla complessità delle tematiche sul commercio sono a disposizione per attivare un tavolo di confronto diretto con i commercianti del centro storico".

La proposta venuta dal Pd di Orvieto prevede la riorganizzazione della sosta in prossimità di Piazza del Popolo con l’adozione delle strisce bianche in Piazza Vivaria e la realizzazione di un parcheggio, sempre con disco orario, all’interno di Largo Mazzini.

Il primo cittadino, intanto, sempre su proposta del suo partito, come annunciato nella riunione con i commercianti, ha dato mandato ai tecnici di effettuare le valutazioni di fattibilità per la realizzazione di un piano rialzato nell’attuale parcheggio di Piazzale Cimicchi, a poche decine di metri da Piazza del Popolo.

"In Sala Consiliare - afferma Marcello Meffi, tra i promotori dell'incontro tra operatori del centro storico e amministrazione - non c'è stata risposta alle nostre domande. Non si conosce il progetto per la piazza e non si è stati chiari su chi è favorevole alla chiusura. Ho fatto personalmente il giro di tutti i negozi e il risultato è stato 88 attività che non sono favorevoli alla pedonalizzazione, di cui 19 attività di Piazza del Popolo, ristoranti compresi.

È umiliante che questo appello unito di preoccupazione non venga preso in considerazione. Non siamo rappresentati da nessuno. Nel corso dell'incontro, non c’è stata traccia dell’assessore al commercio. Con chi dobbiamo confrontarci? Noi siamo i primi a volere il bene della città perché siamo i primi a trarre vantaggi e pertanto pretendiamo rispetto. Per la prima volta, eravamo tutti uniti e questo evidentemente a qualcuno non piace.

Trasformare i posti auto di Piazza Vivaria in parcheggi liberi significa togiere l’unico parcheggio a pagamento e trasformarlo in garage per qualcuno, non risolvendo quindi il problema, anzi creando ancora più caos soprattutto per il doppio senso di circolazione. Il vero problema è l'intera viabilità che si sta mettendo in programma. Noi tutti vogliamo essere partecipi di questi cambiamenti".

Commenta su Facebook