politica

Maestri (LeU): "Inaccettabile l'apertura di CasaPound nella piazza simbolo della Resistenza"

martedì 6 febbraio 2018
Maestri (LeU): "Inaccettabile l'apertura di CasaPound nella piazza simbolo della Resistenza"

"La difesa dei valori della Costituzione, ispirata da solidi valori antifascisti, si rende sempre più necessaria nel clima che si respira in Italia nelle ultime settimane. E la sparatoria di Macerata ne è tragica testimonianza. Esprimo quindi la più netta e ferma contrarietà all'apertura della sede di CasaPound a Orvieto.

Ancora più grave è la scelta del posto, ossia Piazza XXIX Marzo, data del ricordo dell'eccidio dei Sette Martiri di Camorena. Come è immaginabile l'apertura di una sede di neofascisti nel luogo simbolo della Resistenza? Per noi è inaccettabile". Lo dichiara il deputato Andrea Maestri (nella foto), candidato di Liberi e Uguali al Senato in Umbria, sulla possibile apertura di una sede di CasaPound a Orvieto.

"ll mio impegno politico - aggiunge Maestri - è stato sempre contraddistinto dalla tutela dei valori democratici, costituzionali e antifascisti. Mi farò portavoce in tutte le sedi possibili delle richieste dell'Anpi di Orvieto per respingere qualsiasi forma di violenza e respingendo qualsiasi provocazione neofascista".


Questa notizia è correlata a:

Giorno del Ricordo. Concina a "Forum", Stella sul Corriere della Sera

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 febbraio