politica

Dal Tribunale di Terni a quello di Perugia. La legge mette fine a una "situazione irrazionale"

giovedì 7 dicembre 2017
Dal Tribunale di Terni a quello di Perugia. La legge mette fine a una "situazione irrazionale"

È stata approvata in Commissione Giustizia al Senato, in sede deliberante, la legge che prevede l’inserimento dei comuni di Città della Pieve, Paciano e Piegaro nel circondario del tribunale di Perugia e la contestuale loro soppressione dal circondario del tribunale di Terni. I tre comuni appartenevano al Tribunale di Orvieto, chiuso dopo la riforma della geografia giudiziaria di tre anni fa che aveva comportato l’assegnazione automatica degli stessi al circondario di Terni. Tale attribuzione, però, aveva portato alcune criticità organizzative e gestionali, data la lontananza delle sedi dei giudici di pace dal territorio di Terni e la loro maggiore vicinanza alla città di Perugia.

"Il Legislatore – ha dichiarato il Sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri – compie un passo in avanti per l’efficienza ed l’organizzazione degli uffici giudiziari umbri nel sanare questa incongruenza, garantendo una migliore riorganizzazione degli uffici giudiziari, una maggiore vicinanza alle Comunità locali degli uffici giudiziari e, di conseguenza, un più efficiente Servizio Giustizia.”

Soddisfatti, i parlamentari umbri Walter Verini, capogruppo del Pd in Commissione Giustizia della Camera e promotore della legge e Nadia Ginetti, della Commissione Giustizia del Senato, che sottolineano come l’approvazione definitiva metta fine ad una "situazione anomala e di grave disagio per cittadini, avvocati, operatori, costretti a lunghe e irrazionali trasferte a Terni invece che, come logica e buon senso avrebbero consigliato, a Perugia".

"Ci sono voluti tempo, pazienza, tenacia e unità - commentano Verini e Ginetti - ma alla fine ce l'abbiamo fatta. Le procedure parlamentari sono quelle che sono, ma la logica ha vinto: era irrazionale che per un automatismo burocratico questi territori, appartenenti all'ex Tribunale di Orvieto, avessero seguito le competenze di questo dopo la chiusura, assegnate al Tribunale di Terni. Il merito non è solo nostro, ma di tutti. Innanzitutto dei Sindaci delle tre cittadine lacustri, che fin dall'inizio si sono battuti con i loro consigli comunali. E poi degli Uffici Giudiziari Umbri (ricordiamo l'incoraggiamento mai mancato dell'allora Presidente De Nunzio).

E poi dell'Ordine degli Avvocati, nella persona del Presidente Calvieri. Ma la chiave è stata anche quella dell'unità di tutti i parlamentari eletti in Umbria. Quando fu presentata la proposta di legge, ci fu la firma di tutti i deputati umbri del Pd, 5 Stelle, Forza italia e Scelta Civica. Questo ha rafforzato le possibilità di successo e ha fatto sì che anche al Senato tutti i gruppi lavorassero per questa finalità. Questa notizia giunge dopo quella del successo della legge per finanziamenti ad Umbria Jazz. Anche in questo caso la deputata Sereni, promotrice della proposta, ha lavorato per l'unità di tutti i parlamentari umbri e questo metodo consente, al di là delle fisiologiche divisioni, di ottenere più facilmente risultati nell'interesse delle comunità".

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Madame Bovary

Indagine della Procura, le puntualizzazioni di Enel

Giorno della Memoria, ricordare per prevenire. Iniziative della Cgil a Perugia e Terni

Conferenza su "Il mito di Giulia Farnese: amori, potere, storia…"

Robotica e agricoltura di precisione con il Progetto Pantheon

Orvieto FC, la prima squadre batte il GubbioBurano secondo in classifica

Per la Zambelli Orvieto è un momento magico, conquistata Montecchio Maggiore

Orvietana, sconfitta pesante contro il San Sisto

Finisce in carcere per una rapina in banca messa a segno due anni fa

Sicurezza, trecento controlli in due settimane sul territorio

Rti avanza richieste economiche al Comune, Tardani interroga il sindaco

Lia Tagliacozzo presenta il libro "La Shoah e il Giorno della Memoria"

L'Istituto per la Storia dell'Umbria Contemporanea per il Giorno della Memoria

In biblioteca lettura di "Sonderkommando Auschwitz" di Shlomo Venezia

Dal Castello Baronale alla Cappella Baglioni, fino al caffè a Villa Lais

Contro Azzurra Orvieto, Campobasso resiste ma non passa

Una brutta Vetrya Orvieto Basket lascia la vetta a Perugia

Violenza di genere, firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del sistema regionale di contrasto

"A spasso con ABC", giornata finale per i narratori del futuro

Sul palco del Rivellino, Anna Mazzamauro è "Nuda e Cruda"

Iniziative in tutta l'Umbria per San Francesco di Sales, patrono di giornalisti e comunicatori

"Col trattore in Complanare", in 140 a Ciconia per la benedizione dei mezzi agricoli

Il consiglio regionale FIE Umbria conferma alla presidenza Giulia Garofalo

Rumori di lavori in corso a Palazzo Monaldeschi, Olimpieri (IeT) interroga il Comune

Al Concordia, serata dedicata al teatro con "Il Canto del Gallo"

Comitato Scansano Sos Geotermia: "Il pericolo non va esportato in Maremma"