politica

Orvieto4Ever, arriva la bacchettata degli albergatori: "Serve un atteggiamento diverso"

giovedì 13 luglio 2017
Orvieto4Ever, arriva la bacchettata degli albergatori: "Serve un atteggiamento diverso"

"Abbiamo atteso qualche giorno per far conoscere il nostro pensiero in merito all’Evento Orvieto4Ever. Si, lo chiamiamo Evento con la E maiuscola perché solo così lo si può definire per le sue caratteristiche internazionali e la qualità degli artisti, convinti che possa diventare un punto fermo per la promozione della Nostra Città nel mondo.

Per questo siamo favorevoli al suo svolgimento e grati alla Società organizzatrice, in primis al Sig. Marco Bosco che l’ha ideata. Talmente convinti della validità del progetto e dell’opportunità di appoggiarlo che, fin da subito non appena convocati dall’Amministrazione il 19 Maggio (solamente a poco più di un mese dall’Evento), ci siamo resi disponibili nel trovare una soluzione alle richieste avanzate in quell’occasione da parte dell’organizzazione e, cioè, un contributo sull’ospitalità per lo staff, musicisti ed artisti, per circa 80 camere nell’arco dei due giorni dell’Evento.

Ci siamo immediatamente attivati per poter creare una griglia di camere da sottoporre all’organizzazione applicando prezzi favorevolissimi (in media il 30% di sconto sul prezzo applicato al pubblico), con le difficoltà del caso data la mancanza di disponibilità nel centro storico visti anche i tempi strettissimi in cui la richiesta è pervenuta considerando inoltre il periodo di alta stagione turistica quando le strutture ricettive sono notoriamente già impegnate.

Passano i giorni ed aumentano le richiesta di disponibilità di camere (fino ad arrivare a quasi 100), tanto da diventare impossibile soddisfare, specialmente in considerazione del fatto che la necessità principale era quella di reperirle preferibilmente tutte insieme nel Centro Storico; si giunge quindi ad una composizione finale della griglia, con ulteriore sconto applicato (giungendo ad una media di oltre il 40%) che inviammo (21 giugno) sia all’Organizzazione che agli Assessori al Turismo ed al Bilancio, i quali avevano seguito ogni momento delle fasi precedenti e che poi avrebbero provveduto alla predisposizione della Delibera di Giunta per l’erogazione del contributo all’Evento.

Solamente a ridosso dell’Evento, circa una settimana prima, l’organizzazione nel sistemare definitivamente le camere ha ritenuto, per proprie legittime logiche organizzative, di distribuirle in parte diversamente, rinunciando alla maggioranza di quelle che erano state bloccate nel Centro Storico (e non solo) per le loro esigenze, trovando altre sistemazioni. Ne è conseguito che le strutture orvietane che si erano impegnato a non proporre le camere bloccate, si sono trovate improvvisamente a cercare in tutti i modi di porre rimedio (parliamo di 30 camere circa su 80), non riuscendo poi, a raggiungere completamente lo scopo.

Le precisazioni elencate sono necessarie per far conoscere come sono andati i fatti, far conoscere il pensiero nostro nei confronti dell’Evento ORVIETO4EVER che, ricordiamo appoggiamo convintamente, ribadire che, nonostante le dichiarazioni emerse in questi giorni sia da parte degli Organizzatori l’Evento che dell’Assessore al Bilancio del Comune di Orvieto, bisogna smettere di generalizzare quando si parla delle abitudini della classe imprenditoriale ricettiva orvietana.

Può anche esser vero che esistono delle situazioni di mancata collaborazione e/o di criticità, ma è bene in tal caso elencare i soggetti e non generalizzare, poiché invece esiste un gruppo di imprenditori orvietani (sempre più ampio) che ormai da mesi ha intrapreso un percorso di collaborazione tra di loro finalizzato a contribuire alla riuscita degli eventi e/o manifestazioni, a vantaggio non esclusivo dei medesimi.

Percorso, questo, che è da tempo noto all’Amministrazione Comunale che sistematicamente ci chiede collaborazione ma che, poi, all’atto pratico non trova modo di valorizzare anzi, come nel caso della polemica su Orvieto4Ever punta l‘indice contro “gli albergatori” e “ristoratori” che remano contro e che non hanno strutturato pacchetti per l’occasione al contrario di ciò che hanno fatto in altre Città, dimostrando inoltre di non rispettare mai impegni sia politici che morali presi al momento della richiesta di collaborazione.

Ma le domande sono:

  • Come si poteva pensare di organizzare pacchetti legati all’evento se siamo stati contattati solamente il 19 maggio con i biglietti da tempo già in vendita?
  • Che senso ha organizzare pacchetti quando le residue camere disponibili erano bloccate per l’organizzazione in attesa di disposizione da essa e, quindi, non vendibili?
  • Per organizzare pacchetti bisogna essere “abilitati” ad esempio essere un tour operator; come mai all’incontro del 19 Maggio i tour operator non erano stati invitati?


Vogliamo infine chiarire che non è vero che non è stata fatto comunque promozione, poiché con la piattaforma Orvieto Centro si è comunque, per quanto possibile, tentato di promuovere l’evento attraverso gli stessi canali utilizzati per altre situazioni, pur non avendo ricevuto il materiale informativo da parte dell’organizzazione, nonostante che le camere erano state preventivamente riservate (su richiesta congiunta da parte dell’organizzazione e degli Assessori citati) e, poi, non più state utilizzate dall’organizzazione stessa.

In conclusione, nel ribadire il nostro favorevole appoggio all’Evento in questione e, come si evince, non solo a parole, siamo convinti che lo stesso debba essere oltre che incentivato anche e soprattutto migliorato nella gestione della logistica e della promozione per aumentare il suo impatto mediatico, sicuramente con l’appoggio delle attività imprenditoriali della categoria ricettiva turistica ma anche commerciale/artigianale.

E’ evidente però, che ciò potrà avvenire solamente nel momento in cui la coesione tra le parti interessate prenda stimolo da un diverso atteggiamento della nostra Amministrazione Comunale, auspicando che cessino i pericolosi individualismi fuori luogo, con dichiarazioni spesso cariche di esempi privi di fondamento che alimentano polemiche inutili fuorviando la verità ed aumentando il senso di disorientamento che tale atteggiamento genera negli animi orvietani".

 

Nota congiunta di: ORVIETO PER TUTTI – ABBA ASSOCIAZIONE B&B ed AFFITTACAMERE – FEDERALBERGHI ORVIETO – SEZIONE TURISMO UMBRIA CONFINDUSTRIA UMBRIA

 

Pubblicato da Tyler Durden il 14 luglio 2017 alle ore 13:31
Come sempre, popolino orvietano, non vi va bene mai niente.
I ristoratori ,in questo paese, dovrebbero essere gli ultimi a parlare, dato che hanno invaso le vie come le cavallette, con tavoli e tavolate.
A momenti ci sono più tavoli che zanzare.
Appena arrivi e imbocchi il corso Cavour, senti quell'odorino di cucina, misto a frittura e carne sbruciacchiata, un tuffo nel passato del popolo etrusco, da farli rivoltare nelle tombe, per fortuna ancora senza tavoli,le tombe, ma un'idea da lanciare, a cena in tomba con l'etrusco.
Proseguendo per il corso, facendo zig zag tra i tavoli e i vari odori che si mischiano, spunta qualche chiesa e monumento relegati oramai in disparte, come arredamento urbano e come bivacco per qualche turista che s' ingoia il paninozzo di giornata.
San Francesco, la Chiesa, è stata costruita prima del Duomo, non dimenticatevelo. Prima viene la Chiesa, poi il mangiare.
Prima viene la storia, l'arte e tutto quello che hanno fatto i grandi artisti, veri geni, menti superiori. Poi, viene il contorno, a testa bassa e senza dettare legge ,il mangiare, perché le Chiese e i monumenti sono lì da centinaia d'anni.

Sul Logo di Orvieto, vicino al duomo, metteteci Benvenuti a Orvieto ,cucina a cielo aperto e naturalmente lui, l'elemento principale, un tavolino con un piccione spennato. Naturalmente i piccioni spennati sono i turisti.
Ciao, senza rancore, a digiuno fino a stasera!
Pubblicato da Rossi il 14 luglio 2017 alle ore 14:23
Mi scusi tanto lei di dove è ?dove abita?dove paga le tasse??di cosa si occupa nel quotidiano???lavora???ha una macchina???
Pubblicato da Rossi il 14 luglio 2017 alle ore 14:28
Se Orvieto non le piace se il popolino di orvietani non le va bene se ne stia a casa sua cosa è venuto a fare???non penso che i tavolini li abbiano messo quando lei è arrivato?!!
Pubblicato da BIANCHI il 14 luglio 2017 alle ore 14:35
Ebbrave l'albergatore de sta Roma bbella! "Bottegai4Ever"
Pubblicato da Cristina il 14 luglio 2017 alle ore 15:11
E' vero, Orvieto è tutto un " magna-magna".Un apparecchiamento di tavoli e sedie sparsi per strada senza alcun criterio estetico ( salvo rari casi) e direttive precise.
Siamo pur sempre in un centro storico e " certi arredi urbani" non possono stridere e creare contrasto con l' arte e la storia che li circonda.
Sarebbe stato utile omologare almeno il materiale delle sedile e dei tavoli sparsi qua e là per dare permessi a tutti, ricambiare i favori agli amici.
I negozi sono praticamente scomparsi ed è stato un proliferare di bar, ristoranti, trattorie......La bellezza urbanistica del borgo medievale è stata sacrificata x il magna-magna ....Se non creiamo eventi di un certo spessore e ci dimentichiamo di promuovere i nostri meravigliosi monumenti , salutiamo l' artigianato e puntiamo solo sul magna magna......I turisti non si fermeranno mai ad apprezzare lo splendore che neanche noi sappiamo di avere. Ecco spiegato " il mordi e fuggi", il turista una volta che ha magnato e non trova niente da fare PARTE!!!!!! Se lo invitiamo a rimanere , tra l' altro, magnera' ancora di più ( verra' a pranzo, a cena anche il giorno dopo).
La PROMOZIONE deve essere un' insieme di strategie destinate al benessere generale di tutti ( albergatori, ristoratori, operatori turistici e non).....Il Palazzo del Capitano del Popolo deve FUNZIONARE come CENTRO CONGRESSUALE, per convegni di vario genere ( medici, politici....).Porterebbe un turismo piu' qualificato che al momento manca.
Pubblicato da Cristina il 14 luglio 2017 alle ore 15:22
X far funzionare il centro congressuale manca una struttura ricettiva di alto livello .
C'é il Piccolini, ma non basta ........!
Investire sulla PROMOZIONE é una priorità, curare la SEGNALETICA ( ti fermano sempre x chiederti dove si trova il Duomo, proprio xche' non ben segnalato) , creare un certo ordine nell' apparecchiamento diventato ultimamente troppo invasivo.
DIMINUIRE LA TARIFFA dei parcheggi, troppo esosa......Dopo 2- 3 ore di permanenza dovrebbe essere più bassa x invitare il turista ed il residente a rimanere!
Ci preoccupiamo di limitare il traffico x valorizzare le piazze.....E poi le deturpiamo con l' apparecchiamento! Non è un controsenso? .....E poi con che senso estetico......Ci sono state panchine viola! La moquette verde sotto i tavoli.....Ma che orrore!!!!!!! Le macchinette in piazza Duomo......!
Pubblicato da serge il 14 luglio 2017 alle ore 19:49
Proprio ieri leggevo un commento di un noto ristoratore orvietano che parlando dei colleghi li apostrofava dicendo che alcuni facevano mangiare anche la cacca (testuali parole), tutto questo su un sito di rilevanza mondiale. Accecato dalla rabbia non si è reso conto dell'immagine che ha lasciato di Orvieto. Forse è bene che pensiamo in termini di noi e non solo di quello che va bene a me, se si vuole richiamare il turismo, fare bella figura nelle manifestazioni e alzare il fatturato. Sono convinto altresì che il comune nel mezzo faccia più danni che altro, sarebbe meglio che parlassero direttamente organizzatori e albergatori.
Pubblicato da Cristina il 15 luglio 2017 alle ore 14:29
L' evento Bocelli è stato un tentativo x sprovincializzare un centro storico letteralmente morto.....Certo, si poteva organizzare il tutto in modo diverso, la città non era preparata.....Xo' i tentativi del " FARE" , del " PROVARE" ......Devono essere apprezzati!Considerati....Tanto più se arrivano da un privato!
Non abbiamo risorse economiche e se l' aiuto di arriva invece di boicottarlo collaboriamo x renderlo speciale. Confrontiamoci con realtà diverse dalla nostra per provare a cambiare.....
A mio avviso, c'è stato un errore nella comunicazione. C'erano biglietti ad un costo più basso, ma la voce messa in giro era di cifre esorbitanti. Poi, ad Orvieto, ci sono famiglie benestanti ( da generazioni) che si potevano permettere anche certe cifre.....Xo' l' Orvieto " bene" grazie alle sue conoscenze si " intrufola" , gode del favoritismo gratuito , entra senza pagare " xche' amico dell' amico.....Figlio di....Parente di...." Intorno all' evento si potevano creare altre situazioni collaterali per non ridurre tutto al solo concerto. Si poteva fare " Qualcosa in più", grazie alla collaborazione di tutti: privati e Comune....Tutto può essere migliorato, perfezionato....Alla faccia di quei 4 vecchiacci duri a crepare, fradici di soldi che vogliono rendere Orvieto un cimitero: zero persone( bastano loro decrepiti), zero rumori, silenzio assoluto.....Morte assoluta......Qui ci vuole VITA!!!!!!!RINASCITA!!!!!! La prossima volta sindaco ed assessori date l' esempio pagando il biglietti
Pubblicato da Fabio Massimo Del Sole il 16 luglio 2017 alle ore 10:43
C'è comunque ancora molto da fare, eventi a parte.
La società sta cambiando in modo vertiginoso, come sta cambiando in modo vertiginoso la concezione del turismo.
Credere nel turismo significa investire sul turismo, diventare dei veri professionisti del turismo...significa capire cosa è oggi il turismo.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 settembre

Meteo

sabato 23 settembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 18.3ºC 57% buona direzione vento
15:00 21.5ºC 36% buona direzione vento
21:00 13.1ºC 73% buona direzione vento
domenica 24 settembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.3ºC 65% buona direzione vento
15:00 16.0ºC 91% discreta direzione vento
21:00 12.5ºC 97% buona direzione vento
lunedì 25 settembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 15.1ºC 85% discreta direzione vento
15:00 20.2ºC 54% buona direzione vento
21:00 13.4ºC 85% buona direzione vento
martedì 26 settembre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.0ºC 68% buona direzione vento
15:00 20.6ºC 50% buona direzione vento
21:00 14.2ºC 83% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni