politica

Rifiuti e Sanità, per il Pci vietato abbassare la guardia

mercoledì 12 luglio 2017
Rifiuti e Sanità, per il Pci vietato abbassare la guardia

"Davide contro Golia. Così è stata definita la richiesta di archiviazione da parte del GIP di Terni Dott. Federico Bona Galvagno della denuncia di ACEA nei confronti del PCI di Orvieto sui presunti reati di Procurato Allarme presso le autorità, Diffamazione Mezzo stampa, pubblicazione di notizie false atte a turbare l’ordine pubblico. I reati secondo ACEA sarebbero riconducibile all’azione del PCI a difesa del territorio quali ad esempio la raccolta firma per invitare le istituzioni a fare una ricerca epidemiologica sul territorio e la richiesta di verificare se nella discarica vi fosse materiale radiattivo. Offesa gravissima per il denunciante, diritto di critica politica per il tribunale. Un diritto sancito dalla costituzione quello di tutelare le forze politiche che si battono per la comunità e la collettività, sollevando questioni serie che rientrano nella sfera del bene comune. Questa è la nostra colpa. Ne siamo fieri.

Il giudice nelle sue motivazioni di archiviazione parla di "malcostume italiano nella gestione dei rifiuti", e ancora "Le discariche a cielo aperto comportano sicuramente maggiori rischi di inquinamento sia ambientali sia per i soggetti e le popolazioni che vivono nelle zone dove si prevedono la costruzione o l'ampliamento di discariche già esistenti e che quindi protestino vivamente sull’ipotesi di costruzione o di ampliamento delle discariche temendo la possibilità di aumenti delle patologie tumorali a seguito di miasmi e delle percolazioni che entrano nel terreno e possono anche inquinare le falde acquifere da cui poi vengono captate le acque anche per l’uso umano” oppure ancora che l’azione del PCI sarebbe dovuta essere da stimolo alle pubbliche autorità e in particolare agli uffici preposti tipo ARPAC, di effettuare maggiori controlli con più puntualità e periodicità come richiederebbe la sicurezza delle discariche per tranquillizzare la popolazione. Insomma cob grande competenza ha delineato cosa fare e chi.

Altro argomento della conferenza stampa di martedì 12 luglio è la questione Sanità. Siamo in possesso di documenti che certificano il grave problema delle liste di attesa, 1 anno per una colonscopia, visita cardiologica 7 mesi, ecografia cardiaca 2 anni, visita oculistica 1 anno. Non sappiamo onestamente cosa aspetta il sindaco a muoversi per difendere il nostro ospedale. Non sappiamo onestamente perché si sta mettendo in ginocchio in nostro nosocomio e la salute di territorio, non sappiamo onestamente perché gli orvietani sono diversi dal resto dell’UMBRIA. Una cosa la sappiamo però, dobbiamo dire grazie a quanto coloro lavorano nella nostra sanità mettendoci il cuore tutti i giorni, Grazie.

Abbiamo appreso dagli organi di stampa che nel nostro ospedale è stato eseguito un delicato intervento al cuore su un giovane, effettuato in sinergia tra tre importanti reparti, cardiologia chirurgia e terapia intensiva. Il prof Andrea Mazza cardiologo di fama internazionale, il Prof. Bononato primario di chirurgia, con la guida del Prof Di Cristofaro primario di Cardiologia e la Rianimazione guidata dal Prof Ciacca , pronta ad entrata in funzione qualora ce ne fosse stato bisogno. Si è riusciti a impiantare un defibrillatore sottocutaneo. Supportati da tutto il personale dei rispettivi reparti, che svolgono quotidianamente un grande lavoro di supporto a questi luminari, ci auguriamo che queste esperienze e capacità vengano stimolate quanto prima con nuove tecnologie e reparti più all’avanguardia per evitare di rischiare di trovarli su libri paga di altri nosocomi italiani poiché qui non riusciamo a dargli ciò che gli servirebbe per far decollare il nostro Ospedale. Orvieto,gli orvietani e chi lavora nella nostra sanità ne ha veramente bisogno e noi lotteremo affinché tutto ciò si ottenga".

PCI UMBRIA

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno