politica

Strade e Pulizia, rimpallo di competenze tra Comune e Provincia

venerdì 19 maggio 2017
Strade e Pulizia, rimpallo di competenze tra Comune e Provincia

Strada del Piano, Velette e Case Maggi al centro delle attenzioni del consigliere comunale, Stefano Olipieri rispetto alle quali chiede al sindaco, "pur essendo di competenza provinciale, ci era stato assicurato l’intervento del Comune per quanto di sua competenza ma dopo molti mesi nulla è stato fatto. Vorrei sapere a che punto stanno i rapporti con la Provincia?”

"Poprio giovedì 18 maggio - spiega il sindaco Giuseppe Germani - tutti i Presidenti e Consiglieri provinciali manifestano a Roma per protestare contro il governo e capire cosa si deve fare per assicurare la funzionalità delle Province all’indomani del Referendum. Ovvero: se chiudere o rifinanziarle. Le risorse che l’Assessore a suo tempo ha indicato sono disponibili ma non possono essere spese fintanto che non sarà approvato il bilancio della Provincia. L’unica certezza ad oggi abbiamo è per la strada provinciale Via Ciuco all’interno di Orvieto Scalo dove sarà possibile partire con i lavori, mentre per le altre si dovrà attendere l’approvazione del bilancio della Provincia”.

In merito all'argomento Claudio Di Bartolomeo (PSI) ha detto: “riguardo lo spazzamento delle vie più piccole della città, chiedo se riusciamo ad avere un intervento rapido e comunque se è pensato un piano di pulizia straordinaria per gli eventi di primavera. Segnalo inoltre che la Torre di Maurizio in questo periodo sta battendo colpi che non corrispondono all’orario reale. Nel caso ci fossero problemi tecnici chiedo che vengano risolti perché i turisti incuriositi dall’automa che batte le ore restano delusi. Anche questa è accoglienza e cura dei nostri beni culturali”.

Il dibattito è proseguito con il Sindaco, Giuseppe Germani: “sul sito del Comune e presso gli uffici è bene in evidenza il calendario di spazzamento di tutte le vie. Anzi chiediamo a tutti i cittadini che ci aiutino a verificare che il servizio avvenga svolto puntualmente. Per la Torre di Maurizio provvederemo a segnalarlo ai tecnici attraverso il CSM”.

Ad intervenire anche Andrea Sacripanti che aggiunge "perché sensibilizzato da alcuni residenti, che i giardini pubblico situati nella zona di Viale 1° Maggio, specie di notte, sono frequentate da persone poco raccomandabili quindi ancora una volta si pone il problema di sicurezza che induce le famiglie ad abbandonare la frequentazione dei giardini”.

In conclusione Germani replica: "sui giardini di Viale 1° maggio è arrivata una segnalazione anche ai nostri uffici. Verificheremo, non mi consta però che le famiglie abbiano abbandonato la frequentazione dei giardini”.

Commenta su Facebook