politica

"Sono i cittadini i primi a subire le conseguenze di una disorganizzazione organizzata"

venerdì 21 aprile 2017
"Sono i cittadini i primi a subire le conseguenze di una disorganizzazione organizzata"

"Una disorganizzazione organizzata di cui i cittadini sono i primi a scontarne le conseguenze". E’ questo il grido unanime che emerge dai lavoratori del Comune di Orvieto riuniti in assemblea nella mattinata di venerdì 21 aprile. "Tutti i servizi - affermano in una nota congiunta Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl ed Rsu del Comune - stanno perdendo le loro funzioni e specificità, la ristrutturazione della macchina organizzativa è stata fatta senza nessuna disamina delle reali esigenze degli uffici, dei carichi di lavoro, del personale preposto e tantomeno dei cittadini-utenti.

Considerato che nel giro di pochi anni gran parte del personale in servizio cesserà le proprie mansioni, l’Amministrazione avrebbe dovuto fare un’attenta analisi dei servizi pubblici che intende portare avanti in un’ottica di breve, medio e anche lungo periodo, ma invece si è calato dall’alto un modello organizzativo peraltro economicamente insostenibile a fronte di una contrattazione decentrata bloccata e di un’assoluta incertezza sulla disponibilità di risorse del Fondo produttività.

Un’amministrazione ingessata con la scusante dell’ispezione del Mef che fa muro alle richieste dei sindacati e dei rappresentanti di lavoratori, ma che non ha esitato ad accorpare l’Urp all’anagrafe, snaturando a tutti gli effetti l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, con disagi per i cittadini in termini di file, rispetto della privacy ed efficienza di quello che era un fiore all’occhiello di questo Comune. I servizi manutentivi e quelli cimiteriali sono ridotti all’osso e pure di questo la città tutta ne sconta le conseguenze, basta guardarsi intorno….

La polizia municipale è da anni in sofferenza, il che significa meno controllo del territorio e meno sicurezza. All’ufficio tributi sono stati reinternalizzati servizi senza prevedere preventivamente personale e software adeguati da destinarvi. E non è un caso se il personale dell’ufficio turistico ha deciso di essere presente al completo all’assemblea in una giornata ad alto afflusso di visitatori. Per non parlare della biblioteca – anche qui al gran completo in assemblea - che da anni va avanti senza la figura di un direttore, ma soltanto grazie alla grande dedizione e al senso di responsabilità di chi vi opera. I dipendenti del Comune di Orvieto esprimono unanimi il proprio dissenso nei confronti di questa “disorganizzazione organizzata” e metteranno in campo ulteriori azioni per sensibilizzare la cittadinanza tutta".

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 maggio

L'Alta Tuscia riscopre i gioielli. Invito a Civita, Palazzo Monaldeschi e la Serpara

Due ori e tre bronzi per la Scuola Keikenkai al 2° Campionato Europeo di Karate Iku

Staffetta dei Quartieri. All'ombra del Duomo si corre la 51esima edizione

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello col Casal De' Pazzi

"Focus on pain" a Palazzo Alemanni. Seconda edizione per il congresso medico

Piazza del Popolo, parcheggi a disco orario non più a pagamento

"L'Eucarestia nell'arte cristiana". Conferenza Rotary in Duomo

Corso da tecnico audio e corso di informatica musicale al "Tuscia in Jazz 2016"

Alla Galleria Falzacappa Benci di passaggio i pellegrini di Giorgio Pulselli

A Guardea ed Alviano le musiche di Piovani e Morricone per il Concerto di Primavera

"Basta un Sì per cambiare l'Italia". Incontro a Sferracavallo con Luca Castelli

La Kansas State University sempre più presente sul territorio orvietano

Legambiente denuncia gravi profili di illegittimità del calendario venatorio

Il Coro degli Alpini dei Monti Lessini in concerto

Filippo Orsini relaziona su "Bartolomeo d'Alviano, Todi e l'Umbria tra XV e XVI secolo"

"Una buona stagione per l'Italia. Idee e proposte per la ricostruzione del Paese e dell'Europa"

Alla scuola Frezzolini di Sferracavallo s'inaugura la biblioteca "Sheradzade"

Nasce l'Albo sostenitori "Orvieto Cittaslow". Ecco da chi è composta la commissione

Divieto di pesca per consumo alimentare sul Paglia, scatta l'ordinanza del sindaco

"Etruschi 3D". Presentata la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Che cos'è "Etruschi 3D"