politica

Olimpieri (IeT): "Un altro colpo alle attività produttive, bravo Germani"

venerdì 21 aprile 2017
Olimpieri (IeT): "Un altro colpo alle attività produttive, bravo Germani"

"Quando lo scorso anno la Giunta Germani aveva esternalizzato una parte del Servizio Tributi eravamo stati buoni profeti nel denunciare che lo avrebbe fatto anche e soprattutto per mettere le mani nelle tasche dei commercianti e degli artigiani di questa città: e così è stato visto che gli introiti da occupazione di suolo pubblico aumenteranno del 50% secondo quanto previsto nel bilancio del 2017. In buona sostanza, la società privata con sede legale a Taranto - pagata quasi 50.000 euro con i soldi dei contribuenti orvietani – è stata usata come strumento per “punire” centinaia e centinaia di piccole e piccolissime attività commerciali e artigianali, imponendo loro un nuovo balzello.

Alla faccia dell’uscita dal pre-dissesto ed alla faccia delle promesse di abbassare il carico tributario, specialmente per tutto il comparto del commercio e dell’artigianato orvietano. Per fare cassa, la Giunta Germani è arrivata a tassare anche l’ombra delle tende poste all’esterno dei negozi e delle attività, dimostrando una famelica volontà di mettere le mani in tasca alla cittadinanza. Oltre a questa nuova tassa, rileviamo come il pagamento debba avvenire entro e non oltre il 30 aprile 2017, dimostrando - anche in relazione ai tempi di pagamento - una totale insensibilità nei confronti delle centinaia e centinaia di cittadini che si sono visti recapitare la cartella. Se poi osserviamo che nel bilancio 2017 viene aumentato il carico tributario per le attività commerciali ed artigianali ed allo stesso modo vengono inserite spese per migliaia di euro in vista della internazionalizzazione della città (e cioè i viaggi all’estero dei “soliti noti”), allora veramente si rimane sconcertati".

Stefano Olimpieri
(Capo Gruppo "Identità e Territorio")


Questa notizia è correlata a:

L'assessore Gnagnarini replica a Olimpieri: "Le tasse e i ciarlatani"

Commenta su Facebook