politica

Orvieto tra le 13 stazioni appaltanti per l'individuazione di soggetti da invitare alle procedure negoziate

giovedì 23 marzo 2017
Orvieto tra le 13 stazioni appaltanti per l'individuazione di soggetti da invitare alle procedure negoziate

Come annunciato, il Comune di Orvieto è tra le 13 stazioni appaltanti per l’individuazione di soggetti da invitare alle procedure negoziate per l’affidamento di lavori pubblici di importo pari o superiore a 150 mila euro e inferiore a un milione di euro.

In tal senso ha stipulato apposita convenzione con la Regione Umbria ai sensi degli artt. 36 e 63 del decreto legislativo n. 50/2016. L’elenco comprendente, oltre al Comune di Orvieto, altri Comuni ed enti (Ater Umbria, Azienda Unità Sanitaria Locale Umbria 2, Università degli Studi e l’Università per Stranieri di Perugia, Provincia di Perugia, Agenzia Forestale Regionale, Opera Pia Bufalini ed i comuni di Narni, Pietralunga, Perugia, Cannara, Corciano, Montone e Montecastello di Vibio) è stato pubblicato per la prima volta nel 2016 e resta in vigore per cinque anni, viene aggiornato annualmente per le nuove iscrizioni, mentre le cancellazioni avvengono in tempo reale.

L’Elenco è obbligatorio per le gare di competenza della Regione e può essere utilizzato, così come previsto dalla legge regionale, dalle altre stazioni appaltanti per l’individuazione dei soggetti da invitare alle procedure negoziate per l’affidamento di lavori pubblici.
La Regione sta intanto predisponendo le modifiche al sistema informatico che gestisce l’elenco per renderlo maggiormente fruibile, e del Regolamento regionale al fine di consentire l’aggiornamento trimestrale anziché annuale dell’Elenco che avviene attualmente.

Lo comunica l’Assessore ai Lavori Pubblici, Floriano Custolino che, vista la forte adesione che ha avuto l’iscrizione al nuovo Elenco regionale delle imprese, sensibilizza a sua volta le ditte locali affinché si iscrivano all’elenco, in quanto: “tale strumento è utile a semplificare l’attività di tutti i soggetti che intervengono nella realizzazione dei lavori, snellisce e velocizza le procedure di appalti da parte degli enti e delle imprese, abbattendo l’arco temporale della durata delle procedure di gara di alcuni mesi rispetto ai tempi tradizionali, procedure che ora vengono svolte dalla centrale unica di committenza della Provincia di Terni”.

Fonte: Comune di Orvieto

 

Commenta su Facebook