politica

"Dopo l'uscita dal pre-dissesto, pensiamo al futuro". Gli obiettivi dell'amministrazione per il 2017

venerdì 13 gennaio 2017
"Dopo l'uscita dal pre-dissesto, pensiamo al futuro". Gli obiettivi dell'amministrazione per il 2017

Giunta al completo, giovedì 12 gennaio, nella Sala delle Quattro Virtù del Comune per la tradizione conferenza stampa che traccia il punto sull'attività svolta nell'anno trascorso e anticipa le priorità di quello appena entrato. Aperta, come prevedibile, dal sindaco Giuseppe Germani con la soddisfazione per l'avvenuto, non scontato, risanamento finanziario del Comune e l'uscita anticipata dal predissesto.

"Il lavoro comune portato avanti - ha sottolineato il primo cittadino - ha fatto sì che si raggiungesse questo risultato che vuol dire: avere un'amministrazione normale e affrontare un 2017 con dei compiti certamente ancora da svolgere ma da con maggiore serenità. Abbiamo dimostrato che l’Ente è stato risanato, che il bilancio del nostro Comune sta in piedi, che si possono pagare i debiti e si può cominciare a pensare a nuovi investimenti quantificabili in +30%".

Tanti, gli argomenti affrontati e sfiorati. "Sui tributi - ha ribadito il sindaco - è stata operata una forte riduzione della Tari ed un grande lavoro per spingere verso la Raccolta Differenziata che ci attesta in una posizione significativa in ambito ATI. Con il nuovo organismo dell’AURI abbiamo iniziato come Sindaci una profonda riflessione per rendere la Regione Umbria una regione virtuosa nella gestione del ciclo dei rifiuti attraverso l’impiantisca necessaria e mandando il CSS (combustibile solido secondario) ottenuto dal trattamento dei rifiuti solidi urbani fuori regione attraverso accordi interregionali.

Mentre si sta completando la sistemazione delle difese passive del fiume Paglia, abbiamo affrontato la questione della bonifica del mercurio nel Paglia. La Regione Umbria, così come la Toscana e il Lazio, ha messo a disposizione le prime somme richieste dall’ARPA - 50 mila euro - per l’avvio del progetto, sapendo bene però che serviranno altre risorse ed impegnandosi perché ciò avvenga.

Il 2016 e i primi giorni del 2017 hanno visto anche la riorganizzazione della macchina comunale che ha una età avanzata in molti dei propri componenti. Con l’uscita dal predissesto è possibile iniziare ad attuare un po’ di turnover e una nuova riorganizzazione che dovrà essere più propedeutica agli obiettivi che l’Amministrazione si è data: fare sempre più servizi ‘in house’ e predisporne di nuovi rivolti ai cittadini. Entro i prossimi giorni saranno pronti i bandi per mandare in pensione il vecchio sistema operativo di gestione per cambiare i software gestionali e per collegare fra loro i vari servizi ormai in rete”.

Il quadro della pianta organica negli ultimi 6 anni ha subìto una notevole riduzione dovuta ai pensionamenti, del 30% rispetto agli oltre 200 dipendenti iniziali, determinando una situazione di profondissima crisi. "Con l’uscita dal predissesto - ha rimarcato l'assessore Massimo Gnagnrini - avremo la possibilità di dare avvio ad un turnover che, già da quest’anno e per i prossimi due anni, consentirà di fronteggiare una serie di pensionamenti con l’introduzione di nuove figure professionali. Sicuramente è una buona opportunità per innovare la macchina amministrativa".

Solo un riferimento, nelle parole del sindaco, alla situazione politica della maggioranza. Nei prossimi giorni, come annunciato, ci saranno incontri con tutta la maggioranza. Uno già per venerdì 13 gennaio. "Sono abbastanza fiducioso - ha detto Germani - che entro la fine gennaio, al termine di questo percorso, si troverà quell'equilibrio che è mancato negli ultimi due mesi con tutti i partiti e le liste che hanno sostenuto la mia candidatura".

"Intendo sfatare quel che si dice sullo strumento delle Aree Interne - ha poi aggiunto - rispetto al quale dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri è giunta la notizia che è stata approvata la Strategia di Aree Interna. Alcuni ritengono questo strumento non adeguato o poco efficace per lo sviluppo del territorio, io dico che 20 Comuni che hanno confluito su questo programma, hanno lavorato insieme facendo squadra. Il Presidente della Provincia di Terni è espressione dell’Area Interna.

Saranno espressione del’Area Interna i servizi associati. Dopo la funzione di Protezione Civile che a Preci sta dando ottime risultati di operatività con 150 volontari delle protezioni civili comunali  riuscendo a dimostrarsi un aggregato forte e competitivo anche per altre realtà regionali, andremo alla realizzazione della funzione associata con un unico sistema operativo gestionale dei vari Comuni. Un progetto importante che mette a disposizione oltre 23 milioni di euro sui Comuni del nostro territorio, passando dalla mobilità ai beni culturali. Quanto prima, sulle Aree Interne faremo un approfondimento con gli operatori economici che hanno presentato progetti”.

Dal punto di vista del turismo stiamo monitorando la situazione. Tutta l’Umbria, per effetto del terremoto, ha subìto delle flessioni sensibili. Guardando i numeri non siamo in un momento facile ma vedendo i dati degli ultimi 2 mesi di tutte le principali città della regione, vediamo che ad Orvieto tra il 2013/2016 i dati della tassa di soggiorno sono tutti in aumento, siamo passati da 207 mila presenze del 2013 al 224 mila del 2016. Entro febbraio vorrei approvare il preventivo bilancio 2017 del Comune. Insieme alla coalizione stiamo lavorando per definire le linee strategiche di questo documento di programmazione. Ci sono altre risorse del GAL, al Patto 2000, alle risorse europee. Tutte azioni che andranno riorganizzate nel contesto del DUP.

Presto andrà in approvazione dal parte del Consiglio Comunale il nuovo PRG che dovrà ricomprendere la ricucitura di alcuni pezzi di città e tutti quei lavori pubblici necessari a partire dal completamento della Complanare – di cui nei prossimi giorni partiranno i bandi per la realizzazione di alcune opere di finitura – arteria che deve arrivare fino alla zona industriale di Bardano. Confidiamo che la Regione rispetti l’impegno preso.

Stiamo completando la realizzazione della nuova segnaletica pedonale turistica del centro storico. Si sta cominciando a fare la manutenzione degli impianti che vanno fatte – ammettiamo l’errore di non aver programmato prima la manutenzione ventennale di alcuni impianti - anche se poi, come abbiamo visto nei giorni scorsi, la polemica è stata ingigantita. Prestissimo il servizio di trasporto scolastico sarà dotato di un nuovo Scuolabus. Inoltre, procederemo alla riattivazione in modo definitivo della passeggiata del PAAO. Mentre è completato il primo stralcio della rupe di Sugano".

Per quanto riguarda il patrimonio immobiliare, oltre all'ex caserma Piave e all'ex ospedale di piazza Duomo, l'amministrazione si è detta intenzionata a "dare soluzione all’interno del centro storico al Liceo d’Arte e all’Istituto Professionale / Indirizzo Alberghiero che sta registrando un incremento delle iscrizioni è un altro dei temi all’attenzione. Siamo in piena corsa e stiamo lavorando per raggiungere questi obiettivi”.

"Forse dopo molti anni - ha sottolineato, in chiusura, l'assessore Massimo Gnagnarini - questa è la prima conferenza stampa di fine anno dove gli argomenti trattati solo marginalmente hanno riguardato i temi della situazione di precarietà finanziaria del Comune che era diventato una sorta di alibi rispetto al confronto e alla elaborazione politica. L’elemento di novità da sottolineare è che il Comune è tornato ad avere la sua stabilità finanziaria e la sua normalità per dispiegare un’azione di governo non più compromessa dall’alibi della mancanza di fondi per non fare. Non abbiamo i soldi per fare tutto, ma dobbiamo solo fare le scelte giuste. E’ questo il risultato più eclatante e forse il meno atteso raggiunto dall’Amministrazione Germani”.

Commenta su Facebook