politica

Elezioni e Geotermia, i Comitati: "A Castel Giorgio e Acquapendente i posti di lavoro non ci sono"

domenica 22 maggio 2016
Elezioni e Geotermia, i Comitati: "A Castel Giorgio e Acquapendente i posti di lavoro non ci sono"

"Si sa, le promesse in campagna elettorale sono tante, ma troppo spesso è in uso non mantenerle. Cioè-come Fedro docet- “passata la festa, gabbato lo santo!”. Ed è così che i dirigenti della società che vuole costruire gli impianti geotermici nella piana dell’Alfina-con un attivismo degno di miglior causa-stanno promettendo, speculando sul bisogno di reddito dei nostri cittadini, centinaia di posti di lavoro sia a Castel Giorgio che ad Acquapendente, in cambio del voto per loro liste…

MA TUTTI QUESTI POSTI DI LAVORO NON CI SONO…

Infatti gli impianti geotermici del tipo che si vorrebbero installare nella piana dell’Alfina sono –a regime- impianti ad alta automazione, con pochissimi occupati stabili (tanto che non c’è traccia di ciò nelle carte del progetto, la ditta dice tra 1 e 5 occupati, ma sottacendo che queste figure devono avere competenze tecniche elevate, difficilmente reperibili tra i giovani disoccupati dell’Alfina).

Circa poi le attività di cantiere per la costruzione degli impianti essi saranno affidati a ditte altamente specializzate, spesso estere, sia per le perforazioni ad elevata profondità sia per i montaggi delle centrale elettrica che consegneranno l’impianto “chiavi in mano”: le carte parlano di 30 -60 occupati nel cantiere senza specificare che saranno di manodopera specializzata e quindi non adatta a soddisfare il bisogno di lavoro dei giovani del posto…

Insomma una centrale geotermica è un investimento ad alta intensità di capitale e a bassa intensità di manodopera…: non facciamoci illusioni!

E NON FACCIAMOCI PRENDERE IN GIRO…

La campagna della ditta è volta ad avere solo sostegno sociale a progetti che per l’interesse di pochi (investimento di 25-30 milioni di euro per incassare –grazie ai favolosi incentivi pagati nelle bollette elettriche dei cittadini italiani- in 20 anni 250 milioni di euro, circa 10 milioni di euro l’anno!) rischiano di devastare il nostro territorio e di arrecare possibili danni alla persone.

Le scosse sismiche derivanti dal progetto e incidenti possibili di fuoriuscite di gas, come nel ’73 a Torre Alfina, non porteranno lavoro, ma al contrario metteranno a rischio le centinaia di posti esistenti nel settore del turismo, delle case di cura, dell’agricoltura. Vale infatti la pena di ricordare che nel comprensorio comunale, quindi a strettissimo “giro” attorno a Castel Giorgio, sono presenti una ventina tra Case per anziani, Agriturismi, Bed & Breakfast, Case vacanze, ecc. Con un indotto occupazionale variabile stagionalmente dalle cento alle duecento persone, considerando solo i “prestatori d’opera” all’interno delle attività descritte. Considerando Castel Giorgio un paese di meno di duemila abitanti è facile comprendere quale importanza abbia il comparto “ospitalità” in questa zona…”. E la situazione ad Acquapendente è molto simile lanciata come è verso iniziative sul turismo ed agricoltura con posti di lavoro veri creati con fatica e soldi negli anni.

Un solo incidente può far chiudere case di riposo, agriturismi, ristoranti, aziende agricole e tutto l’indotto di negozi, fornitori e attività varie. Oltre a ridurre a zero il valore degli immobili, col risultato di mettere in ginocchio la nostra comunità. E non a caso da parte di tutti i 25 consigli comunali dell’altopiano dell’Alfina (anche di diverso orientamento politico) è stata, a più riprese, espressa netta contrarietà alla geotermia e lo stesso parere ha espresso il Consiglio Regionale dell’Umbria a maggioranza.

Solo la Giunta Regionale presieduta dalla presidente Marini non ha ancora ancora ottemperato ad un suo preciso obbligo di rappresentanza istituzionale, bocciando l’impianto. Non c’è niente nella vicenda sulla geotermia che possa portare alla realizzazione del discutibile impianto geotermico e non si comprende cosa si aspetti a negare la famosa “intesa” necessaria al compimento del contestato e controverso iter procedurale di questo progetto.

Decidere su questo tema avrebbe dato una chiara, opportuna e inequivocabile indicazione ai cittadini che devono recarsi alle urne il prossimo 5 giugno. Tutto è ancora possibile!"

Coordinamento associazioni Orvietano, Tuscia e Lago di Bolsena

 

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 gennaio

Differenziata, la media si attesta al 78,12 per cento. Filiberti: "Non ci fermiamo qui"

Si è casta quando non si ha una solida formazione etica, politica e culturale

Danilo Giulietti relaziona su "Luce e colore". Conferenza ISAO a Palazzo Coelli

"Ricordiamoci di ricordare". Spettacolo al Palazzo Baronale

Pronta la nuova convenzione per l'adesione alla Centrale unica di committenza

Giorno della Memoria, due giorni di eventi per ricordare la Shoah

Nuovo Comitato Uisp Orvieto Mediotevere, Federica Bartolini presidente

Di un Eden

Bandiera Canadese

Allora non esisteva l'Erasmus

La Vetrya Orvieto Basket viene travolta dal Bastia

Lucetta Scaraffia ospite del ritiro mensile del clero della Diocesi di Orvieto-Todi

Una sconfitta, una vittoria e un pareggio per l'Orvieto FC. In settimana esordio per gli Allievi

"Dall'Amiata alla Valle del Tevere: ancora geotermia industriale o un altro sviluppo è possibile?"

Al Mancinelli Ashira Ensemble propone "Un volo leggero...Per rispondere con la vita"

Omaggio alla Catalogna. Musica, letture e mostra per il Giorno della Memoria

Esperti a convegno al Palazzo dei Congressi su "Nuove prospettive in Neonatologia"

L'Unitre Orvieto presenta il secondo quadrimestre di attività

Nasce l'associazione "Orvieto Runners". Tra gli obiettivi, la promozione del Trail Running

Letture e film a scuola per non dimenticare

Design, Verdi, Pissaro e Santa Rosa. La settimana allo Spazio Pensilina

Province, con tagli previsti a rischio blocco servizi al cittadino. Il dossier Upi presentato in Commissione Parlamentare

Terremoto, Rifondazione si appella al Consiglio Regionale: "Riappropriamoci di un intervento autonomo come nel 1997"

Fine settimana da dimenticare per la Cestistica Azzurra Orvieto

Consegnato a Cascia il secondo modulo abitativo provvisorio

"Fermate il pagamento della Tosap: poca comunicazione, cittadini in difficoltà"

Sul ruolo delle associazioni in generale e sulla Val Di Paglia Bene Comune in Particolare. Meglio chiarire

Terzo calanco? Redde rationem nel PD

Dal 12 febbraio a Orvieto il nuovo Corso di qualificazione professionale per sommelier

Imu agricola: il Tar del Lazio non conferma la sospensiva

Servizio idrico: il recupero del deposito cauzionale crea problemi agli utenti. Luciani interroga il sindaco

Ciconia - Umiltà, impegno e lavoro: la strada del successo secondo Francesco Romanini

Truffa dell'incidente alla figlia, anziana ci rimette 600 euro. Indagini a tutto campo

Opere previste dal Consorzio Val di Chiana per la mitigazione del rischio di esondazione del fiume Paglia, argomento su cui riflettere

Cordoglio per la scomparsa dell'agente di Polizia, Lorella Manglaviti

Imu agricola: il Consiglio dei Ministri cambia le altimetrie

Nel "Giorno della Memoria", Augusto Cristofori riceverà la medaglia d'onore della Repubblica

Polizia Provinciale: oltre 7 mila controlli in un anno, ma ora c'è il rischio che tutto svanisca

Orvieto Basket. L'under 19 torna alla vittoria nella trasferta contro Ponte Vecchio

Da Miami all'Azzurra Orvieto, Joanna Harden è pronta a scendere in campo

Altro derby umbro per Zambelli Orvieto che ospita il Trevi

"Il ricordo del gesto eroico di Aldo e Francesca Faina" e proiezione di "Corri ragazzo corri"

L'Istituto d'istruzione superiore scientifico e tecnico presenta il "Progetto formativo d'istituto"

Avvio partenopeo per "Risate & Risotti", poi a Orvieto per San Valentino

Azzurra Ceprini Orvieto – Reyer Venezia, palla a due iniziale al PalaPorano

Letture, flauto e violoncello al Museo delle Terrecotte