politica

Caso quote Bpb, niente consiglio: dieci domande dei clienti agli amministratori comunali

giovedì 19 maggio 2016
Caso quote Bpb, niente consiglio: dieci domande dei clienti agli amministratori comunali

Con particolare stupore si e appresa la posizione dei capigruppo del Consiglio comunale di Orvieto di non aderire all’ iniziativa del sindaco di indire un Consiglio aperto sul tema delle azioni della BpB vendute sul territorio. L'iniziativa era meritevole, avrebbe, infatti, contribuito a superare l'isolamento dei singoli nel rapporto con la banca e in quella sede si sarebbe potuto tentare di indirizzare una risposta ai 10 quesiti sottoelencati e a fare chiarezza:

1) quale e il valore complessivo dei titoli venduti (alcune decine di milioni?) e di questi quale e il valore di quelli per cui e stata manifestata la volonta di vendita?

2) come e stato definito il valore all'atto della vendita, visto che si e provveduto a svalutarli
dopo poco?

3)e vero che ad oggi sono giacenti ordini di vendita da piu di 11 mesi?

4) come e stato definito il nuovo valore dell'azione? e in linea con la media del settore delle societa quotate?

5) cosa c'e di vero nella voce che a ottobre la BpB dovra trasformarsi in S.P.A e quindi si
potrebbe anche verificare una nuova pesante svalutazione?

6) per alleggerire il disagio si e provveduto ad usare i fondi destinati a rendere piu liquide le transazioni di vendita previsti nei contratti sottoscritti?

7) C.R.O, che ha agito come intermediario di collocamento, quali valutazioni ha fatto all’atto della vendita?

8) la Fondazione socia di C.R.O. al 26,43% quali funzioni e come le svolge a garanzia del
territorio?

9) quale e il rischio economico per il territorio se i volumi in gioco sono alti?

10) come ci si puo rassicurare che non si verifichino le condizioni gia accadute in altre banche ed in altri territori?

Da ultimo, non avendo conosciuto le motivazioni che hanno spinto a non definire a tutt’oggi ne l'eventualita ne la data di un Consiglio comunale aperto, non possiamo non notare su tale tema la presenza di un possibile “conflitto di interessi" di alcuni amministratori.

Prendiamo atto con soddisfazione delle numerose adesioni al Comitato giunte in un solo
giorno e ricordiamo il nostro indirizzo comitatorisparmiatoricro.bpb@gmail.com

 

di: Comitato risparmiatori Cro/Bpb

Caso quote Bpb, si costituisce il Comitato dei risparmiatori

Commenta su Facebook