politica

Interpellanza di Olimpieri (IeT) sul Cersal: "Conflitto d'interessi?"

venerdì 22 gennaio 2016
Interpellanza di Olimpieri (IeT) sul Cersal: "Conflitto d'interessi?"

E' indirizzata al presidente del Consiglio Comunale e all'assessorato competente l'interpellanza con cui il capogruppo di "Identità e Territorio" Stefano Olimpieri chiede conto all'amministrazione delle recenti nomine effettuate in seno al Centro di ricerca e formazione per la salute unica e l'alimentazione. Di seguito il testo integrale:

Premesso che:
- con decreto sindacale n. 4 del 10 giugno 2015, il Sindaco Germani ha nominato per conto del Comune di Orvieto il dott. Evasio Gialletti quale membro del Consiglio Direttivo del C.E.R.S.A.L.;
- il Centro di Ricerca e Formazione per la Salute Unica e l’Alimentazione (C.E.R.S.A.L.) è costituito tra la Regione Umbria, l’Università degli Studi di Perugia, l’Istituto Zooprofilattico sperimentale dell’Umbria e delle Marche, l’Azienda Unità Sanitaria Locale Umbria 2, il Comune di Orvieto e la Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto: il 23 marzo 2015 è stata definita una “nuova” Convenzione istitutiva, tanto che il CERSAL dovrà caratterizzarsi come “centro regionale di ricerca e formazione per la diffusione delle conoscenze rispetto ai temi relativi a Salute Globale e Salute Unica. Tanto che le prime proposte formative riguarderanno il dibattito scientifico più avanzato intorno alle disuguaglianze in salute ed ai determinanti di salute” (il virgolettato è stato ripreso dal sito internet del Centro Studi Città di Orvieto);
- secondo quanto riportato dallo stesso portale del CSCO, l’attività formativa inizierà nella primavera del 2016: ciò sta a significare che la FORMAZIONE è l’elemento fondante del CERSAL;
- come emerge dalla visura della Camera di Commercio di Terni, il dott. Evasio Gialletti è amministratore unico della società INMETODO, società a responsabilità limitata con socio unico avente sede legale in Terni e con un capitale sociale interamente versato di 50.000 euro: secondo quanto riportato nell’oggetto sociale, la società opera anche nel settore della FORMAZIONE e AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE;
- pertanto, dagli atti ufficiali (decreto sindacale a firma Germani e visura camerale) risulta palese che la persona del dott. Evasio Gialletti ricopra contestualmente due ruoli, entrambi riconducibili alla ampia ed articolata materia della FORMAZIONE PROFESSIONALE: infatti, risulta essere amministratore unico di una società privata che opera nel settore della formazione e – allo stesso tempo - essere membro del Consiglio direttivo del CERSAL, che da Convenzione opera come centro regionale di ricerca e formazione. Ma c’è di più: secondo quanto riportato nel “curriculum vitae” presentato, Gialletti evidenzia che la società di cui è Amministratore Unico opera nel settore della formazione professionale ed è accreditata presso la Regione Umbria. La stessa Regione Umbria che è parte integrante e fondamentale all’interno del CERSAL;
- quando venne resa pubblica la notizia della nomina, furono in molti a considerarla come un atto funzionale alla spartizione delle poltrone: altri considerarono questa nomina come la ulteriore conferma che dopo un decennio da Presidente del Consiglio, il dottor Gialletti non si era ritirato dalla vita politica, ma, al contrario, continuava a dettare la linea a Germani ed a condizionare le scelte dell’intera Amministrazione;
- al di là delle ragioni politiche che stanno alla base di questa nomina, la vicenda rappresenta una fattispecie assimilabile ad un vero e proprio conflitto di interessi (la Treccani afferma testualmente: “il conflitto di interessi è una fattispecie configurabile in tutti i casi in cui un soggetto investito dalla capacità di svolgere una attività amministrativa sia anche portatore di un interesse privato con quella attività”): infatti, non è concepibile, né tantomeno accettabile, che il Sindaco di Orvieto nomini in una struttura pubblica che opera nel settore della FORMAZIONE una persona che contestualmente ricopre anche la carica di Amministratore Unico in una società privata operante nel medesimo settore e – cosa ancora più rilevante – essendo la stessa società accreditata con la Regione Umbria per svolgere corsi di formazione, secondo quanto riportato nel “curriculum vitae” presentato;
- questa vicenda è l’emblema di come viene gestito il potere e di quali siano gli intrecci ed i rapporti che albergano all’interno del “sistema Germani”, ma con una sostanziale differenza rispetto ai vecchi tempi: un tempo il potere si gestiva dagli scranni più alti delle Istituzioni, oggi il potere – quello vero - si esercita usando le Istituzioni e, come nel caso in oggetto, facendosene beffa;
- di fronte a questa incredibile vicenda, sarebbe interessante sapere cosa ne pensano tutte quelle anime belle che per un ventennio hanno visto conflitti di interesse dappertutto, facendone un vero e proprio strumento di lotta politica;

per quanto esposto in premessa,

CHIEDE

- se quanto riportato in premessa risponde a verità;
- se dinnanzi a queste verità il Sindaco di Orvieto non debba delle pubbliche spiegazioni sulle ragioni che lo hanno portato a firmare il decreto con il quale in data 10 giugno 2015 nominava nel Consiglio Direttivo del CERSAL il dottor Evasio Gialletti: e se lo stesso Sindaco non ritenga che questa vicenda possa ravvisare un conflitto di interessi.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Madame Bovary

Indagine della Procura, le puntualizzazioni di Enel

Giorno della Memoria, ricordare per prevenire. Iniziative della Cgil a Perugia e Terni

Conferenza su "Il mito di Giulia Farnese: amori, potere, storia…"

Robotica e agricoltura di precisione con il Progetto Pantheon

Orvieto FC, la prima squadre batte il GubbioBurano secondo in classifica

Per la Zambelli Orvieto è un momento magico, conquistata Montecchio Maggiore

Orvietana, sconfitta pesante contro il San Sisto

Finisce in carcere per una rapina in banca messa a segno due anni fa

Sicurezza, trecento controlli in due settimane sul territorio

Rti avanza richieste economiche al Comune, Tardani interroga il sindaco

Lia Tagliacozzo presenta il libro "La Shoah e il Giorno della Memoria"

L'Istituto per la Storia dell'Umbria Contemporanea per il Giorno della Memoria

In biblioteca lettura di "Sonderkommando Auschwitz" di Shlomo Venezia

Dal Castello Baronale alla Cappella Baglioni, fino al caffè a Villa Lais

Contro Azzurra Orvieto, Campobasso resiste ma non passa

Una brutta Vetrya Orvieto Basket lascia la vetta a Perugia

Violenza di genere, firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del sistema regionale di contrasto

"A spasso con ABC", giornata finale per i narratori del futuro

Sul palco del Rivellino, Anna Mazzamauro è "Nuda e Cruda"

Iniziative in tutta l'Umbria per San Francesco di Sales, patrono di giornalisti e comunicatori

"Col trattore in Complanare", in 140 a Ciconia per la benedizione dei mezzi agricoli

Il consiglio regionale FIE Umbria conferma alla presidenza Giulia Garofalo

Rumori di lavori in corso a Palazzo Monaldeschi, Olimpieri (IeT) interroga il Comune

Al Concordia, serata dedicata al teatro con "Il Canto del Gallo"

Comitato Scansano Sos Geotermia: "Il pericolo non va esportato in Maremma"