politica

Da febbraio nuove tariffe per le mense scolastiche. Ecco le modifiche al servizio

lunedì 18 gennaio 2016
Da febbraio nuove tariffe per le mense scolastiche. Ecco le modifiche al servizio

Entreranno in vigore lunedì 1 febbraio, le nuove tariffe del servizio di mensa scolastica approvate dalla giunta. Le modifiche riguardano esclusivamente gli acquisti di buoni pasto effettuati a decorrere dal mese di febbraio 2016.

La scelta di "spalmare" l'esiguo risparmio - equivalente a poco più di 23 mila euro, sulle famiglie svantaggiate appartenenti alle fasce ISEE - è stata determinata dal fatto che l'applicazione indiscriminata a tutti coloro che usufrusiscono del servizio non avrebbe avuto alcun senso, dal momento che avrebbe comportato un risparmio di pochi centesimi (5-6) a pasto. 

"E’ sicuramente una misura minima - osserva la vicesindaco Cristina Croce, che aveva anticipato la manovra non più tardi di pochi giorni fa in occasione della conferenza stampa di fine anno - ma allo stato attuale delle cose, è quanto era possibile fare, tuttavia è un segnale di attenzione verso le esigenze delle famiglie soprattutto quelle più svantaggiate”. Quanto al costo unitario del pasto - ad oggi, pari a 5,27 euro - non copre l'intero prezzo del servizio mensa che resta comunque a carico del Comune. 

Nel dettaglio, sono state previste le seguenti tariffe:
- la tariffa intera di euro 5,50/cad. pasto rimane invariata (n. 600 utenti)
- la tariffa ridotta (ISEE) di euro 5,00 viene modificata in euro 4,50 (n. 12 utenti)
- la tariffa ridotta (ISEE) di euro 4,00 viene modificata in euro 3,50 (36 utenti)
- la tariffa ridotta (ISEE) di euro 3,00 viene modificata in euro 2,50 (300 utenti)
- la tariffa ridotta (dal 2° figlio in poi) di euro 4,68 rimane invariata (155 utenti)

“A seguito dell’aggiudicazione del servizio di mensa scolastica da parte della ditta R.T.I. Servizi Re S.R.L. – conclude l'assessore alla pubblica istruzione – il Comune risparmia euro 0,18 su ogni pasto erogato in quanto il costo è sceso da euro 5,45 euro a pasto a 5,27 euro. A fronte dei 1103 utenti del servizio mensa nell’anno scolastico 2015-2016 suddivisi per tariffe sono stati ipotizzati di 130.000 pasti complessivi pari a quello dell’anno precedente prevedendo un risparmio annuo massimo di 23.400  euro da utilizzare per la riduzione delle tariffe vigenti, a decorrere dal mese di febbraio 2016, tenendo presente che il risparmio scaturito dal nuovo appalto, dopo ulteriore verifica, verrà utilizzato per diminuire le tariffe di coloro che rientrano nelle fasce economicamente più deboli e vulnerabili dell’utenza del servizio mensa scolastica.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire