politica

L'Osservatorio "Le Crete" sceglie la provocazione: "compriamo il terreno della discarica"

mercoledì 16 dicembre 2015
L'Osservatorio "Le Crete" sceglie la provocazione: "compriamo il terreno della discarica"

Il prezzo che pagano oggi i cittadini orvietani per l'errore politico amministrativo di aver ceduto, per chiudere i bilanci comunali, pezzi di patrimonio immobiliare per il quale, gli amministratori locali, sono stati chiamati, attraverso il voto, a gestire/amministrare: tra questi il terreno dove insiste la discarica Le Crete svenduto per qualche cappone (400.000 euro).

Con l’ultima legge regionale elettorale, Orvieto ha veduto andare in fumo anche la sua rappresentazione all’interno del Consiglio Regionale Umbro. Nessuno che parli più dello sviluppo economico della nostra città se non in termini di Pattumiera Umbra, allora in questo caso siamo su tutte le testate giornalistiche regionali.

L’eliminazione delle Province poi, ridurrà ulteriormente anche quel piccolissimo e flebile senso di appartenenza, lasciando sul tavolo una prateria immensa sotto l’egemonia perugina e folignate.

In queste poche righe dove esprimiamo il nostro profondo rammarico, in particolare in questo momento dove la nostra proposta di legge regionale sulla cultura dell’Ambiente e sulla gestione dei rifiuti sta prendendo forma, per le parole pronunciate ieri nel botta e risposta tra opposizione regionale e governo regionale; vogliamo lanciare a tutti gli orvietani, lo stesso popolo che nel corso di secoli ha realizzato opere faraoniche come il Duomo di Orvieto, Il Pozzo di Sa Patrizio, il Palazzo del Capitano del Popolo, la Funicolare di Orvieto, la stazione sulla Direttissima, l’uscita autostradale, La Caserma Piave, e tanti altri Fiori all’occhiello di Orvieto, di costituirci in Raggruppamento di Cittadini per formulare un ‘offerta di riacquisto del nostro TERRENO su cui insistono Le Crete, pagandolo 4 volte in più del suo vecchio valore (2.000.000 di euro diviso 20.000 orvietani per un totale di 100 euro procapite; oppure proposta di acquisto di AMBITO 40.000 abitanti per un totale procapite di euro 50).

 

di: Ciro Zeno (PCdI), Andrea Sacripanti (FdI-An), Roberta Tardani (FI), Cristina Calcagni (SC), Stefano Olimpieri (IeT)


Questa notizia è correlata a:

Caos discarica, FdI-An, FI e IeT chiedono le dimissioni dell'assessore Cecchini

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 gennaio