politica

Il progetto del "Frecciabianca" Perugia-Orvieto-Roma ottiene il plauso del Ministero

mercoledì 18 novembre 2015
Il progetto del "Frecciabianca" Perugia-Orvieto-Roma ottiene il plauso del Ministero

Il progetto del “Frecciabianca” Perugia-Orvieto-Roma ha ottenuto il plauso del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Lo ha annunciato, come è noto, il Vice Ministro Riccardo Nencini la scorsa settimana nel corso della sua visita ad Orvieto. “L’obiettivo dell’Amministrazione – spiega il Sindaco, Giuseppe Germani - è quello di migliorare sensibilmente il collegamento Orvieto-Roma, riducendo i tempi di percorrenza a 45 minuti e offrendo un servizio di maggiore qualità.

Lo scorso anno, pochi mesi dopo l’inizio del mandato amministrativo, presentai all’Amministratore Delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, il progetto che prevede un collegamento Perugia-Roma via Terontola con materiale Frecciabianca ETR 460. Una relazione al mattino verso Roma e una di ritorno la sera verso Perugia. La realizzabilità del progetto è stata approvata per la parte tecnica da Trenitalia, ma necessita in parte di sostegno finanziario, non essendo sufficiente il prezzo del biglietto a coprire i costi.  Finalmente, dopo un lungo lavoro finalizzato a dimostrare la validità del progetto non solo per i pendolari ma anche per lo sviluppo turistico dell’area Trasimeno-Orvietano, è arrivato il via libera del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, chiamato a valutare l’opportunità di coprire il disavanzo di gestione ipotizzato da Trenitalia”.

“Sono state affrontate tutte le alternative possibili, con i tecnici di Trenitalia e con quelli del Ministero. Il progetto ‘Freccia Bianca’ Perugia-Roma passante per la direttrice Terontola-Chiusi-Orvieto al momento è l’unica soluzione realmente sostenibile per portare l’Alta Velocità ad Orvieto. Altre ipotesi, certamente vantaggiose per i nostri concittadini e per il territorio, come quelle che prevedono di far fermare treni Roma-Milano o Roma-Venezia, non sono altrettanto sostenibili sia per l’aspetto commerciale sia per quello dei costi. Così come non è sostenibile, per ragioni tecniche ed economiche, oltre che geografiche, parlare di stazione Alta Velocità in linea, che necessiterebbe tra l’altro di una serie di infrastrutture di collegamento viario non realizzabili in una zona ad alta densità abitativa come Orvieto Scalo”.

“Quella approvata – prosegue - è anche l’unica ipotesi che permette di far rientrare il costo per i pendolari nella Carta ‘Tutto Treno’, evitando il pagamento di un sovrapprezzo Alta Velocità. Ora la Regione sarà chiamata a valutare l’inserimento del progetto nel PRT dell’Umbria, il Piano Regionale Trasporti, nell’ottica di apportare un valore aggiunto per il capoluogo e per un’area vasta della nostra Regione, con i maggiori benefici proprio per la Città di Orvieto. Un ulteriore aspetto al vaglio di Trenitalia, del Ministero e della Regione, riguarda la possibilità di realizzare con lo stesso materiale rotabile una doppia relazione Perugia-Roma. Se ciò fosse fattibile ne beneficerebbero anche altre fasce d’utenza”.

“Quello appena ricordato – conclude il Sindaco - è solo il primo traguardo che l’Amministrazione ha raggiunto. Pari attenzione è dedicata a migliorare, d’intesa con la Regione dell’Umbria, altre relazioni con Roma e Firenze e per altri orari della giornata, di minore frequentazione ma per molti pendolari di vitale importanza”.

Fonte: Comune di Orvieto

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 dicembre

Anatomia di un addio

Fine settimana da incorniciare per l'Orvieto FC. Palmerini: "Stiamo crescendo"

"Tanto per dire", seconda edizione. Al Liceo Classico "Tacito" torna il corso di dizione

Jazz e strumenti antichi al Museo Archeologico Nazionale in occasione di Ujw

Celebrata la Giornata Garibaldina, in memoria della battaglia di Mentana

Inaugurata la prima area di sgambatura per cani, previste altre due

Denunciata dalla Polizia una giovane pluripregiudicata

Partita la procedura di rilascio del passaporto elettronico

Rischio ghiaccio per i contatori, i consigli per proteggerli ed evitare spese

Umbria.GO raddoppia e si presenta nella versione dedicata ai pendolari regionali

Campagna Ocm Vino 2017/2018, incrementate le risorse a sostegno delle imprese

"Intrecci", inaugurata la scuola di alta formazione della famiglia Cotarella

"Concerto di Natale" nella Sala Unità d'Italia del Palazzo Comunale

"Geotermia a bassa e media entalpia, rischi e conseguenze"

"È nato un Re povero". Rappresentazione nei Giardini di Villa Faina

Presentata l'edizione 2018 della "Guida ai sapori e ai piaceri della regione Umbria" di Repubblica

Vetrya riceve il Premio Imprese per l'Innovazione di Confindustria e il Premio dei Premi dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Eletto il nuovo Coordinamento delle Cittaslow Italiane. Barbara Paron al vertice

Il tenente Giuseppe Viviano è il nuovo comandante della Compagnia Carabinieri

"Madonna con Bambino appare a San Filippo Neri", il dipinto su tela torna a splendere

Storia e segreti di Palazzo Franciosoni nel volume "Anatomia di un palazzo"

E dico ancora di Bianca

"La Tregua di Natale. Lettere dal Fronte". Lettura ad alta voce in Biblioteca

Nuovo video di Francesco Barberini in Campania con la LIPU

Infiltrazione d'acqua a scuola, le precisazioni del Comune