politica

Commissione sulle liste d’attesa, il consiglio approva la mozione di Sacripanti. I dati di tutte le prestazioni

giovedì 12 febbraio 2015
Commissione sulle liste d’attesa, il consiglio approva la mozione di Sacripanti. I dati di tutte le prestazioni

Sanità: terreno abbastanza delicato per l’amministrazione comunale. L’ultima seduta della massima assise cittadina ha riservato sorprese e lunghe tensioni sugli argomenti che riguardavano l’ospedale e si servizi sanitari. Se sul Forum il sindaco si è salvato grazie ai voti del Pd, sull’istituzione della commissione sulle lista d’attesa - promossa sempre dal consigliere Andrea Sacripanti -, Giuseppe Germani e il gruppo Pd, hanno scelto la via dell’astensione di fronte al voto favorevole di “Per Andare Avanti” e Sel.

Nel quadro generale, rispetto agli anni scorsi, il dato complessivo delle liste d’attesa è in netto miglioramento. Salvo problemi legati alla mancanza di personale o al funzionamento dei macchinari nel complesso le prestazioni fornite a Orvieto rientrano negli standard previsti. Dai dati pubblicati nel sito della Asl2 - riferiti al mese si ottobre - le criticità si registrano solo in poche circostanze.



Ad esempio per un Ecocardiogramma, fuori dal regime delle prestazioni Rao (ovvero quelle indicate con una tempistica specificata dal medico curante secondo l’urgenza del caso) a Orvieto si deve attendere 150 giorni. Restando in ambito cardiologico le visite fuori Rao hanno un tempo di attesa di 180 giorni. Alta anche l’attesa per una visita fisiatrica: 184 giorni. A segnalare delle problematiche anche le visite di riferimento oculistico: 180 giorni per una visita fuori Rao e 240 per un controllo al Fondo Oculare. Il dato più eclatante è quello della sigmoidoscopia, ovvero l’esame diagnostico finalizzato all'esplorazione visiva dell'ano, del retto e del tratto terminale del colon. In questo caso l’attesa, secondo la tabella, è di ben 717 giorni.

Nel resto dei casi i tempi sono nella norma o inferiori agli altri ospedali della Asl2. La tabella completa è consultabile seguendo questo link. L’indicazione uscita dal Consiglio comunale, di fatto, fa percepire l’intenzione unanime della politica di monitorare la situazione sulle liste d’attesa che in molte circostanze hanno anche creato dei notevoli disagi.

La commissione, che sarà istituita nelle prossime settimane lavorerà al “reperimento, l'elaborazione e l'analisi dei dati concernenti i tempi che intercorrono tra le richieste di prestazioni sanitarie e la loro effettuazione nell'ambito di ogni servizio sanitario offerto dall'Ospedale di Orvieto”.

Ma si concentrerà anche: “nello studio e l'analisi delle proposte contenute nel Nuovo Piano Sanitario Regionale finalizzate ad attenuare il fenomeno dei tempi smisurati delle liste di attesa in ambito regionale; l’elaborazione, alla luce dei dati acquisiti e delle analisi svolte, di un'eventuale proposta di adozione di misure volte alla mitigazione della problematica in questione, ivi compresa la previsione di strumenti di monitoraggio e di efficientamento dei servizi suesposti”.

Viene prevista pure: “Un’interlocuzione costante e continua con gli organi della Regione Umbria, istituzionali e amministrativi, competenti in materia di Sanità, anche al fine di migliorare la percezione nell'utenza delle previsioni contenute nel citato Piano Sanitario Regionale.
L'attività svolta dalla predetta Commissione è finalizzata ad una indagine conoscitiva e allo studio dei risultati che consenta al Consiglio Comunale di potersi esprimere in modo competente e puntuale sul Nuovo Piano Sanitario, almeno relativamente alla problematica in esame, e di poter proporre, agli organi regionali competenti, eventuali misure maggiormente idonee all'abbattimento dei tempi di attesa per le prestazioni sanitarie effettuate nella struttura ospedaliera di Orvieto”.

DI SEGUITO LA SINTESI DEL DIBATTITO CONSILIARE

Illustrando la proposta di delibera, il Cons. Andrea Sacripanti ha ricordato che “tale iniziativa tiene conto del DPCM 29 novembre 2001 concernente la ‘Definizione dei livelli essenziali di assistenza' e della programmazione sanitaria nazionale e regionale. L'obiettivo di primaria importanza per il Servizio sanitario nazionale e regionale è quello, infatti, di assicurare ad ogni cittadino prestazioni sanitarie adeguate ai problemi clinici presentati, garantendo tempi di accesso alle prestazioni sanitarie certi ed adeguati, nel rispetto dei diritti fondamentali della persona, quali la tutela della salute e i principi di equità ed uguaglianza. I cittadini orvietani, tuttavia, soffrono da tempo il problema legato ai ritardi con cui, in ambito ospedaliero, si effettuano le prestazioni sanitarie richieste; spesso, inoltre, i tempi infiniti delle liste di attesa che spesso si protraggono per mesi e mesi anche per semplici visite, li costringono a rivolgersi a strutture private o pubbliche di altra Regione, con conseguente aggravio di costi e disagi. 

I tempi indefiniti delle lista di attesa, dunque, sono tra le cause principali di mobilità passiva e ciò comporta gravi perdite per il sistema sanitario umbro. E' in corso di definizione il ‘Nuovo Piano Sanitario Regionale', all'interno del quale sono contenute, fra le altre, misure volte all'abbattimento dei tempi delle liste di attesa, pertanto il Consiglio comunale non può rimanere indifferente di fronte ad una problematica annosa che mette continuamente a rischio la cura e l'assistenza dei cittadini orvietani, specialmente in un momento in cui la crisi economica è così grave e diffusa da non permettere a molti di loro di rivolgersi a strutture sanitarie private. Da ultimo, l'art. 21 del Regolamento del Consiglio comunale stabilisce che ‘il Consiglio comunale può istituire commissioni temporanee con l'incarico di studiare argomenti di particolare e specifico interesse ai fini dell'attività del Comune, anche avvalendosi di esperti estranei al consiglio comunale”.

“Il senso di questa proposta – ha concluso – è quello di recepire osservazioni e definire proposte da sottoporre alla Regione. Credo che come Consiglio Comunale dobbiamo dare ai cittadini il segnale che noi non li stiamo abbandonando. Se il Consiglio coglierà questa opportunità ne sarò felice. Il Direttore Generale dell'USL Umbria2, Dr. Fratini fa sapere che è già pronto un piano per il collocamento del Palazzo della Salute in un contesto, e così via senza che tutto ciò sia passato nell'ambito della maggiore assise cittadina. Questo è abbastanza insultante nei confronti del Consiglio Comunale eletto dai cittadini. Certamente c'è da ridefinire un piano sanitario ed altro ancora, però alla base ci dovrà essere un metodo di condivisione con la nostra Comune. Prendo spunto da ciò per scongiurare che le decisioni vengano prese in altri contesti e scenari diversi da Orvieto. Auspico un voto favorevole”.

Cons. Claudio Di Bartolomeo (Per andare avanti): “il Consiglio Comunale può istituire commissioni in base all'art. 21 del regolamento consigliare. Ritengo che il nostro Consiglio può esercitare la necessaria pressione mediatica per divulgare il giusto messaggio. Siamo favorevoli”.
Con. Tiziano Rosati (Sinistra Ecologia Libertà): “Sono favorevole a questa proposta di delibera perché il tema delle liste d'attesa nel nostro territorio è molto sentito dai cittadini. Ben venga dunque una commissione temporale per un fine preciso e con il compito di avanzare proposte per giungere a soluzioni concrete”.

Cons. Andrea Taddei (PD): “la questione delle liste d'attesa, almeno nella nostra città, è una delle situazioni che producono un eco rilevante. Dopo i vari proclami della Regione nel settembre 2014 è stato deliberato il documento per l'abbattimento delle liste d'attesa. Quello che è poi accaduto per tutta la Usl Umbria2 è dettagliato, comune per comune. Con l'istituzione del raggruppamenti per Aree Omogenee il sistema on funziona ancora bene. In realtà, secondo i referenti del settore, ricorrendo al richiamo automatico non dovrebbero uscire liste d'attesa lunghe perché c'è l'elemento della presa in carico. Sulla richiesta della commissione ‘nulla questio', avanzo solo qualche scetticismo sul fatto che la commissione possa acquisire dati certi in poco tempo e poi poter incidere concretamente. Semmai dovrebbe essere l'Assessorato alla sanità a monitorare la situazione”.

Cons. Roberta Tardani (Forza Italia): “concordo con la proposta della commissione. Le liste d'attesa sono sempre una questione prioritaria, specie in tema di salute”.

Cons. Lucia Vergaglia (M5S): “la commissione avrà potere di interpellanza rispetto agli operatori socio-sanitari e clinici. Ritengo di contraddire l'impostazione della controparte riguardo alla scarsa efficacia. Non abbiamo poteri per poter intervenire fattivamente nella problematica delle liste d'attesa, però abbiamo la possibilità di farci dire dal Direttore Generale quale progetto ha per risolvere questo problema. Ho avuto modo di verificare personalmente il funzionamento del nostro Ospedale ed ho avuto la sensazione di una volontà politica di relegare ad una situazione marginale il questo nosocomio, tant'è che ci sono tante cose che non vanno. Credo che sia doveroso dare agli operatori del settore un interlocutore serio in seno all'istituzione comunale e fare la giusta pressione politica verso la Regione. Sono favorevole alla commissione si studio. Se necessario il lavoro della commissione richiederà il tempo dovuto. d'altra parte la salute è una cosa democratica”.

Replica Sacripanti: “questo è un atto voluto da tutto il Consiglio Comunale che non lascia spazio a meriti individuali, anche se ringrazio tutti di aver aderito alla mia proposta. Penso che la commissione dovrà incentrarsi soprattutto sulle criticità non tanto sui numeri e capire dove e come si può intervenire. Possiamo dare degli spunti a chi, tra pochi mesi, sarà impegnato anche nella campagna elettorale per la Regione. E' evidente che due mesi sono puramente indicativi, se però la istituiamo questa commissione, dobbiamo farla lavorare per darle modo di avanzare proposte utili all'azione dei futuri amministratori regionali. Altrettanto importante sarà estendere i lavori della commissione a chi ne sa più di noi rispetto a certe tematiche”.

Dichiarazioni di voto, Di Bartolomeo: “confermo il voto favorevole. Il Direttore Generale della Usl ha assicurato l'ammodernamento tecnologico che di per sé garantirà una diminuzione delle liste d'attesa, il riferimento ad esempio alla nuova risonanza magnetica che però deve essere acquistata e installata e per la quale servono determinati tempi”.

Tardani: “favorevole. Al di là delle promesse è importante sollecitare gli organi sovra ordinati ad affrontare con azioni coerenti le criticità del territorio”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 aprile

Convegno sul Porto Romano di Pagliano. Riflessioni alla luce delle nuove scoperte

Passeggiata della Sicurezza. Cobas e Assemblea Antifascista: "No alla giustizia fai da te"

Concerto del Coro Polifonico "San Gavino Monreale" a Collevalenza

Conferenza nazionale sulle malattie infettive emergenti e riemergenti

"Wilcock, Lubriano e la Valle dei Calanchi. La visione, il sogno e l'ironia"

Torneo regionale di pallavolo integrato Anpis, vince l'entusiasmo di stare insieme

"Omaggio ad Elena". Cultura e gastronomia all'ombra di Castello Misciattelli Orsini

Izzalini in festa per i 100 anni di mamma Elena

"La Zambelli Orvieto continua a stupire nell'indifferenza delle istituzioni"

Gabriella Carlucci presenta il libro "Amarilla, appunti di un viaggio a sei zampe"

Campionato regionale tiro a volo Anlc. In estate le finali nazionali

L'arte per lanciare un messaggio di tutela dell'ambiente dal cuore di Civita di Bagnoregio

Bruciano sterpaglie, Vigili del Fuoco e Protezione Civile al lavoro

Turismo, Paparelli: "Ultime rilevazioni confermano trend positivo, 2018 anno della rinascita"

M5S Orvieto sul sit-in contro l'ampiamento della discarica: "Non accettiamo strumentalizzazioni"

Successo all'Unitus per l'Open Day delle lauree magistrali

Terminato al Csco il corso di "Tecnico specializzato in accoglienza per rifugiati"

Omaggio a De André al Mancinelli. Ad OCC il ricavato di "Bocca di rosa e gli altri"

Orvieto a Lussemburgo, proficuo incontro tra Comune e Ambasciata

Aderisce al sit-in anche Cittadinanza a 5 Stelle del Comprensorio Orvietano

A Luca Tomassini di Vetrya la Medaglia dell'Università per Stranieri

Andrea Bocelli in Piazza Duomo per la quarta edizione di "Orvieto4Ever"

"Allerona verso lo sviluppo di comunità". Conferenza al Centro Polivalente

Pedalando indietro, "La Carrareccia" raddoppia. A settembre, edizione dedicata a Barbara e Matteo

"Ben Hur" al Mancinelli. Paolo Triestino e Nicola Pistoia chiudono la stagione teatrale

Nuovo look per la rete elettrica, Enel installa i DY900/1 per cabine tecnologiche

Esasperati dall'accattonaggio molesto, gruppo di commercianti scrive al Comune

Post-sisma, la Regione incontra gli ordini professionali nelle zone terremotate

Al via il progetto "Rete amica". Unicef, istituzioni e scuole insieme per un web più sicuro

Teatro Null pronto al debutto di "Osteria da Shakespeare & Co"

Sale la febbre da Palio di Sant'Anselmo. Conto alla rovescia per la Sagra del Biscotto

Fondazione Cro: "Cassa di Risparmio Spa deve permanere punto di riferimento degli Orvietani"

APEritivo nell'Oasi di Alviano, con vista sulla palude

Allerona sempre più cardioprotetta, la comunità si dota di tre defibrillatori

Alfina in festa per San Giorgio Martire. Programma civile e religioso

Post-sisma, Marini ed Errani incontrano gli abitanti di Norcia, Castelluccio e San Pellegrino

Accademia Kronos a "Villaggio per la Terra", per la sensibilizzazione alla tutela del Pianeta

La Polisportiva Castel Viscardo organizza il primo raduno in MTB dei Monaldeschi

"Nonsololirica in Sala Eufonica", video-ascolto di Leonard Cohen

Disco verde al bilancio di previsione 2017/2019. Ampia discussione in consiglio

Sì unanime all'ordine del giorno "Albornoz, un bene comune da restituire alla città"

Nel triennio 2017/2019 opere pubbliche per oltre 23 milioni di euro

Quantità e prezzo di cessione aree per residenza ed attività produttive, le tariffe

Sì al Piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare

Ricognizione annuale delle società partecipate, presa d'atto in consiglio

Approvato il Documento Unico di Programmazione 2017/2019

Corso di formazione per volontari nella valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici della Diocesi

Ecco i giovani bomber della Coar Orvieto. Pronti per il II Memorial Papini.

Azzurra nella storia, Orvieto Basket salvezza conquistata, Orvietana un punto prezioso, argento Savrayuk

Rita Levi Montalcini, un'innata ottimista

Torna a riunirsi l'esecutivo PD del Comprensorio Orvietano. In discussione molti temi "caldi" di urgente attualità

Grande successo per "La Domenica del Vulcano 2010". Incontri ed escursioni nel territorio di San Venanzo

Il Sindaco Concina sul Bilancio: "Orvieto non può permettersi il commissariamento"

Pozzo di San Patrizio: il biglietto intero aumenta di cinquanta centesimi dal 1° giugno

Sferracavallo. Mercato sì, mercato no. Proroga della sperimentazione fino al 30 marzo 2011. Via alla "filiera corta"

Continuano i controlli del Commissariato sul rispetto degli orari di chiusura dei locali

SII. Cresce il front-office: in aumento accessi al sito e mail. Lattanzi: "Grande sforzo per accorciare le distanze tra utenti e società"

Pubblicato il bando TAC II: interventi di promo - commercializzazione turistica per prodotti d'area di progetti integrati collettivi

Suggerimenti per il "Buon Politico"... ovvero esortazione all'On. Trappolino

Aumenti per alcuni settori amministrativi del Comune: i Comunisti Italiani vogliono sapere. Qualche lume dalla conferenza stampa del Sindaco Concina

"Alla scoperta dell'antico Egitto": gli Egiziani innamorati della vita. La Dott.ssa Pozzi, egittologa, illustra la mostra laboratorio

Rinnovato l'apparato didascalico del Museo etrusco Claudio Faina. Ne parla la Dott.ssa Nancy Leo