politica

Liste d'attesa, Sacripanti (FdI-An) chiede l'istituzione di una commissione di studio sul problema

sabato 24 gennaio 2015
Liste d'attesa, Sacripanti (FdI-An) chiede l'istituzione di una commissione di studio sul problema

Tra i documenti presentati da Andrea Sacripanti in vista del consiglio comunale che sarà convocato entro la prima settimana di febbraio, c'è un atto che riguarda l'istituzione di una commissione di studio sul problema delle liste di attesa. Per il capogruppo di FdI-An è "necessario istituzionalizzare, attraverso un impegno serio e condiviso da tutto il Consiglio, il problema dei tempi eccessivi con cui vengono effettuate le prestazioni sanitari presso l'Ospedale di Orvieto, problema diffuso che riguarda indistintamente tutti i cittadini orvietani".

Di seguito il testo:

VISTO il DPCM 29 novembre 2001 concernente “Definizione dei livelli essenziali di assistenza”;

TENUTO CONTO della programmazione sanitaria nazionale e regionale;

CONSIDERATO che obiettivo di primaria importanza per il Servizio sanitario nazionale e regionale è quello di assicurare ad ogni cittadino prestazioni sanitarie adeguate ai problemi clinici presentati, garantendo tempi di accesso alle prestazioni sanitarie certi ed adeguati, nel rispetto dei diritti fondamentali della persona, quali la tutela della salute e i principi di equità ed uguaglianza;

PREMESSO che i cittadini orvietani soffrono da tempo il problema legato ai ritardi con cui si effettuano, in ambito ospedaliero, le prestazioni sanitarie richieste e che i tempi infiniti delle liste di attesa, che spesso si protraggono per mesi e mesi anche per semplici visite, li costringono a rivolgersi a strutture private o pubbliche di altra Regione, con conseguente aggravio di costi e disagi;

VALUTATO che i tempi indefiniti delle lista di attesa sono tra le cause principali di mobilità passiva e che ciò comporta gravi perdite per il sistema sanitario umbro;

ATTESO che è in corso di definizione il “Nuovo Piano Sanitario Regionale”, all’interno del quale sono contenute, fra le altre, misure volte all’abbattimento dei tempi delle liste di attesa, e che il Consiglio comunale non può rimanere indifferente di fronte ad una problematica annosa che mette continuamente a rischio la cura e l’assistenza dei cittadini orvietani, specialmente in un momento in cui la crisi economica è così grave e diffusa da non permettere a molti di loro di rivolgersi a strutture sanitarie private;

PREMESSO che l’art. 21 del Regolamento del Consiglio comunale stabilisce che “Il Consiglio comunale può istituire commissioni temporanee con l’incarico di studiare argomenti di particolare e specifico interesse ai fini dell’attività del comune, anche avvalendosi di esperti estranei al consiglio comunale";

Tutto ciò premesso e considerato, il Consiglio comunale di Orvieto istituisce una Commissione temporanea di studio, la cui attività dovrà svolgersi per un tempo massimo di mesi 2, avente ad oggetto:

-  Il reperimento, l’elaborazione e l'analisi dei dati concernenti i tempi che intercorrono tra le richieste di prestazioni sanitarie e la loro effettuazione nell’ambito di ogni servizio sanitario offerto dall’Ospedale di Orvieto;
-     Studio e analisi delle proposte contenute nel Nuovo Piano Sanitario Regionale finalizzate ad attenuare il fenomeno dei tempi smisurati delle liste di attesa in ambito regionale;
-     Elaborazione, alla luce dei dati acquisiti e delle analisi svolte, di un’eventuale proposta di adozione di misure volte alla mitigazione della problematica in questione, ivi compresa la previsione di strumenti di monitoraggio e di efficientamento dei servizi suesposti;
-    Un’interlocuzione costante e continua con gli organi della Regione Umbria, istituzionali e amministrativi, competenti in materia di Sanità,  anche al fine di migliorare la percezione nell’utenza delle previsioni contenute nel citato Piano Sanitario Regionale. 

L’attività svolta dalla predetta Commissione è finalizzata ad una indagine conoscitiva e allo studio dei risultati che consenta al Consiglio comunale di potersi esprimere in modo competente e puntuale sul Nuovo Piano Sanitario, almeno relativamente alla problematica in esame, e di poter proporre, agli organi regionali competenti, eventuali misure maggiormente idonee all’abbattimento dei tempi di attesa per le prestazioni sanitarie effettuate nella struttura ospedaliera di Orvieto.

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 novembre

A piedi sul "Sentiero dei Vigneti", camminando nella storia con l'Asds Majorana

La Fondazione e la sua partecipazione in Cassa di Risparmio di Orvieto Spa

"Cultura per il No Profit". Un bando per la gestione di tredici gioielli demaniali

Pressing della minoranza, "Sia Orvieto la sede della stazione MedioEtruria"

Nebbia di me

Zambelli Orvieto con grande concentrazione al derby di San Giustino

Ode per la ragazza del Discount

Dentro questo mio accanito desiderio

Caterina Costantini e Lucia Ricalzone al Boni con "Il Club delle Vedove"

Finisce nel fiume Paglia, in buone condizioni l'operaio salvato dai vigili del fuoco

"La rivoluzione giovanile del '68" apre l'anno del Centro di Studio "Bonaventura da Bagnoregio"

Azzurra, Ipc Srl è match sponsor del prossimo turno di campionato

Nuove prospettive turistiche dalla valorizzazione della Via Romea Germanica

Piano di tutela delle acque, la giunta regionale preadotta l'aggiornamento

"Van Gogh Shadow", la cultura multimediale in mostra a Palazzo dei Priori

Sisma, riunione fra Regione, Protezione Civile e Anas per ripristino viabilità

Il Comune incontra i cittadini. Il quarto appuntamento è a Torre San Severo

Glicine dunque

Il Comitato Risparmiatori risponde alla Fondazione Cro

Si presenta il "Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile"

Insieme per dire basta alla violenza sulle donne. Iniziative a Orvieto, in Umbria e a Roma

"La Via della Misericordia nel Lazio. Immagini e riflessioni nell'anno del Giubileo e dei Cammini"

Ferraldeschi (Storia e futuro): "Un'amministrazione comunale che non c'è"

All'Unitre si presenta il libro "Sopportare pazientemente le persone moleste"

Unioni civili. Scontro al calor bianco tra M5S e Sel in consiglio

Sosta gratuita per quattro ore dal 14 dicembre. "Identità e Territorio" contraria

La Regione in campo con 12milioni di euro per il bacino del Paglia, ora la speranza è che partano i lavori

Elezioni Regionali: il Pd ha deciso di concedere il bis a Catiuscia Marini

Caso licenza ex Coop, il Comune batte i pugni: "Non siamo intenzionati a concedere proroghe"

Prima seduta del Cda del Centro Studi: Carlo Mari eletto presidente

Percorso di formazione “Fede Bene Comune - Nuova Civitas”, un momento di approfondimento e riflessione

Dalla chiusura del Giubileo un progetto di speranza e sostegno per l’Oratorio parrocchiale grazie al Rotary di Orvieto

Battipaglia – Azzurra Orvieto: 79 – 59. Rimbalzi difensivi, palle perse e altro fanno la differenza

"La Chiesa dei poveri. Dal Concilio a papa Francesco". Si presenta a Orvieto il libro di monsignor Bettazzi

Completati i lavori di adeguamento del depuratore. Venerdì l'inaugurazione

La tv tedesca racconta in un documentario come Orvieto si salvò dai bombardamenti

Omphalos: "In una città che sostiene tutte le famiglie si vive meglio"

La Compagnia del Limoncello porta in scena "Cercasi Scalandrino"

La figlia di Aldo Moro al convegno della Polstrada: "Lo Stato siamo tutti noi"

Enel effettua taglio piante e deramificazione nei pressi delle linee elettriche