politica

Gnagnarini sul bilancio: "C'è voluto un fisico bestiale"

mercoledì 24 settembre 2014
Gnagnarini sul bilancio: "C'è voluto un fisico bestiale"

All'indomani dell'approvazione del bilancio, l'assessore Massimo Gnagnarini interviene pubblicamente nel tentativo di spiegare cosa c'è dietro la manovra. "Qualche giorno dopo le elezioni e l'insediamento della nuova Amministrazione, il 12 luglio scorso - afferma - siamo andati a colloquio con la Corte dei Conti ancor prima che essa approvasse definitivamente il Piano di Riequilibrio. La situazione c'è apparsa subito drammatica , c'era un buco di 1 Mln di euro da colmare rispetto a quanto era stato previsto solo qualche mese prima dalla Giunta Concina. Ci siamo così messi a lavorare su un Piano B di lacrime e sangue che avrebbe impattato inevitabilmente sui servizi sociali ed educativi del Comune. Solo grazie alla successiva erogazione del contributo statale di 844.000 euro ciò è stato evitato.

Non solo, abbiamo dovuto riscontrare e tener conto di ciò che di più temevamo ovvero i rischi finanziari lasciateci in eredità e legati a una anomala proliferazione del contenzioso giudiziario (così lo definisce la Corte dei Conti) che si attesta tra i 6 e gli 8 Mln di valore delle cause in corso oltre a cospicue parcelle ancora da ricevere. Tra tutti , primo tra tutti, c'è il contenzioso intrapreso con la BNL connesso con l'atro, a mio giudizio scellerato, atto transattivo stipulato con RBS per la chiusura anticipata dei relativi contratti che da un lato ha ampiamente soddisfatto la banca scozzese, ma, dall'altro , ha ricaricato per intero sul groppone del Comune tutti gli oneri dei contratti in capo a BNL. Rischio mortale quello di aprire e affidarsi all'esito di una causa giudiziaria in corso. Stiamo tentando vie anche diverse per uscirne senza affidare il destino della città alla roulette delle sentenze".

Nel dirlo, l'assessore non lesina repliche agli attacchi della minoranza. "Ci vuole invece ipocrisia, smemoratezza e faccia tosta - dice - da parte dell'opposizione per non aver votato il Bilancio 2104. L'ipocrisia di chi dice di aver risanato i conti quando in cinque anni non è stato capace di ridurre nemmeno di un euro il deficit finanziario del Comune nonostante nello stesso periodo ne abbia impoverito il patrimonio per oltre 5 Mln di euro con la vendita a privati di beni e attività produttive pubbliche. La smemoratezza di chi definiva “mentecatti” i consiglieri comunali di opposizione che nel 2012 criticavano l'innalzamento dell'aliquota IMU al 10,60% oltre a quelle di tutte le altre imposte e tasse comunali, di chi voleva esternalizzare per vent'anni la gestione dei parcheggi comunali al canone di 250.000 euro all'anno quando oggi in gestione diretta , per gli ste ssi, il Comune incassa sei volte tanto ovvero 1,5 Mln all'anno.

La faccia tosta di coloro che in questi primi 90 giorni hanno presentato grappoli di interrogazioni, mozioni e QT volti a dimostrare le inefficienze e le schifezze accumulatisi in città negli ultimi anni durante i quali, però, erano loro stessi che stavano a governare la città. E pensare che per un attimo abbiamo immaginato che si potesse collaborare, che si potesse aprire, con il bilancio 2014, una fase politica nuova frutto di scelte condivise. Poco male, ce ne faremo una ragione senza che ciò costituisca un ostacolo o possa minimamente rallentare l'azione riformatrice e di governo della città che abbiamo intrapreso con il fresco mandato ricevuto dai nostri cittadini. Ai colleghi dell'opposizione auguriamo una buona traversata del deserto che li aspetta".

 

LA SINTESI DEL BILANCIO IN IMMAGINI



Created with flickr slideshow.

L'opposizione all'attacco: "Il grande bluff è servito"

Identità e territorio: "Germani e compagni hanno gettato la maschera"

Commenta su Facebook

Accadeva il 11 dicembre

"ValorePaese". Immobili in concessione, con la promessa di rinascita

Pronta la prima area di sgambatura per cani, già previste altre due

Cena degli Auguri di Natale ed assemblea generale per l'Unitre

Vetrya Orvieto Basket d'autorità in casa della capolista

"Questa nostra Italia". In tanti a Orvieto per l'ultimo libro di Corrado Augias

Pulcinella

Orvieto FC, la prima squadra ritorna in vetta. Momento magico per la società

Orvieto Comune Europeo dello Sport 2017, la tribuna dello Stadio ha il tetto bucato

Quella faccenda lunga della "Settimana Corta"

Comitato Pendolari Roma-Firenze: "Delusi dall'assessore Chianella"

L'Orvietana mette paura alla capolista

In Via Vecchietti torna il Mercatino di Natale della Solidarietà

Pagamento mensa e trasporti, il bollettino arriva a casa

Torna "Valner.In.A.Box", il regalo che non dimentica l'Umbria post sisma

"Campioni in Cattedra" con il Coni, Alessio Foconi alla Scuola Primaria "Barzini"

Gli studenti dell'Istituto Comprensivo a "Mezzogiorno in famiglia"

Televisori sintonizzati su Raitre, Orvieto in onda su "Geo&Geo"

Assemblea regionale di "Potere al Popolo Umbria"

XXV Convegno Internazionale di Studi su Storia e Archeologia dell'Etruria

Prestiti "ad occhi chiusi" in biblioteca per un invito alla lettura a sorpresa

Guasto meccanico all'ascensore del sottopasso ferroviario

In 350 sulla Rupe per la tre giorni di "Orvieto Tango Winter"

Consulta per il sociale e Consulta giovani al Villaggio di Natale con la mostra di pittura

Medaglia d'Oro alla Protezione Civile, sede umbra collegata per la cerimonia

Raffiche di vento e pioggia, si moltiplicano gli interventi dei Vigili del Fuoco

Giornata di studio all'Unitus, Lazio terreno fertile per il futuro