politica

Verso la Riorganizzazione dell'Ospedale. La cura Fratini valutata dai sindaci, ora la partecipazione

sabato 20 settembre 2014
Verso la Riorganizzazione dell'Ospedale. La cura Fratini valutata dai sindaci, ora la partecipazione

Presieduta dal Sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani si è tenuta, nei giorni scorsi, presso la sala delle Quattro Virtù la riunione dell'Assemblea dei Sindaci dell'Ambito territoriale n. 12 dell'Orvietano, convocata sul tema della ristrutturazione dei servizi e dell'Ospedale, a cui hanno partecipato Sandro Fratini, Direttore Generale dell'USL Umbria 2, Ermete Gallo Responsabile della Direzione medico ospedaliera, Teresa Manuela Urbani e Rosita Gasparri rispettivamente Direttore e Responsabile Amministrativo del Distretto socio-sanitario di Orvieto.

Nell'incontro con i Sindaci, il Direttore Generale dell'USL Umbria 2, ha ribadito il ruolo dell'Ospedale di Orvieto quale presidio dell'emergenza-urgenza sottolineando la necessità di effettuare interventi di tipo strutturale ed organizzativo finalizzati a potenziare il Pronto Soccorso-118, al fine di garantire un'ottimale gestione sia dell'emergenza-urgenza che delle patologie tempo-dipendenti.


Ha illustrato, inoltre, gli importanti interventi strutturali sinora effettuati e presentato il progetto di riorganizzazione della struttura secondo un modello di intensità di cure con relativo adeguamento del personale sanitario.

Tale progetto si inserisce nell'ottica di una sempre maggiore integrazione Ospedale-Territorio e prevede la realizzazione di piattaforme di degenza differenziate sulla base della complessità assistenziale:
- area day-care (day hospital oncologico e day surgery multidisciplinare);
- area bassa intensità assistenziale (Medicina generale);
- area media intensità (Medicina d'urgenza e Cardiologia);
- area alta intensità (attivazione di 2 posti letto UTIC all'interno della Terapia intensiva).

La razionalizzazione dell'offerta dei posti letto ospedalieri per acuti consentirà anche di recuperare spazi da dedicare, sempre all'interno dell'ospedale, alle cure intermedie e all'assistenza del fine vita, importante passo per accrescere l'offerta assistenziale nel territorio orvietano.

Caratteristica peculiare del Distretto socio-sanitario di Orvieto, infatti, è l'elevato indice di vecchiaia che comporta la necessità di migliorare le risposte alla cronicità attraverso un'assistenza sempre più di tipo domiciliare e semi-residenziale (evitando il ricorso a ricoveri ospedalieri spesso impropri) il che garantisce, tra le altre cose, anche una migliore qualità di vita degli anziani e della relativa rete familiare.

A tale proposito il Direttore Generale ha comunicato l'attivazione dal 1° di settembre di un diurno per anziani con disturbi cognitivi ad Orvieto, in località Villanova, e la previsione di apertura di un'analoga struttura nell'alto Orvietano. Come ulteriore importante risposta assistenziale è stata inoltre abbattuta la lista d'attesa per gli inserimenti in Residenza Protetta, dei cittadini residenti nel distretto che non possono essere gestiti a domicilio.

Sempre nell'ottica della maggiore integrazione tra Ospedale e Territorio, il Dr Fratini ha presentato infine, un progetto di telemedicina per l'assistenza domiciliare di pazienti in scompenso cardiorespiratorio, che vedrà il distretto di Orvieto, insieme a quello di Spoleto, in collaborazione con la cardiologia, quale Distretto pilota per l'avvio del progetto stesso.

I vari Sindaci che sono intervenuti hanno apprezzato il lavoro svolto dalla direzione generale dell'Usl Umbria2.
“La Conferenza dei Sindaci è il soggetto preposto sul territorio a vigilare sulla sanità pubblica – spiega il Sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani anche investe di Presidente dell'Assemblea – quindi è senz'altro positivo il metodo di lavoro adottato, ovvero la presentazione dell'attività messa in atto dalla Usl ai rappresentanti delle comunità locali. Positivo anche il fatto che la direzione generale e sanitaria inizierà una fase di partecipazione del progetto di ristrutturazione dell'Ospedale”.

“Come Sindaci – aggiunge - abbiamo esternato le varie problematiche che presenta la sanità orvietana in modo particolare: il Pronto Soccorso, la diagnostica per immagini, le liste d'attesa e altre situazioni. Speriamo che questo sia il metodo e il momento giusto per dare una risposta definitiva e per avere ad Orvieto un Ospedale dell'emergenza urgenza, degno di questo nome”

“Il nostro Ospedale – conclude Germani - dovrà essere un luogo ad alta intensità di cura anche perchè è punto di riferimento per una vasta area di utenti delle regioni limitrofe: Alto Lazio e Bassa Toscana che rappresentano circa il 35% dell'utenza del nostro presidio. Dopo questo periodo di partecipazione e comunque entro il mese di ottobre, la direzione della USL Umbria2 si è impegnata a riportare il progetto definitivo all'Assemblea dei Sindaci per la sua definitiva approvazione”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 ottobre

"Frantoi Aperti" compie vent'anni. Eventi a macchia d'olio nei borghi dell'Umbria

"Autunno. Archeologia, Arte, Architettura", quattro incontri alla Rocca dei Papi

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello e cede il passo a Caserta

Liste d'attesa...di morire

Orvieto FC, secondo anno di iscrizione a tutti i campionati della Figc

Gloria in Excelsis Deo

A Sferracavallo Dom Quix realizza un'opera murale dedicata ad Aldo Netti

"Festa dell'Aria". Parrano BioDiversa riflette su qualità dell'aria e cambiamenti climatici

Erasmus+, tra gli studenti che partecipano anche quelli dell'Agrario di Fabro

"Il Governo eroghi risorse necessarie alla gestione dei servizi da parte della Provincia"

Pampepato, via al percorso per il riconoscimento della certificazione Igp

"World Francigena Ultramarathon", domenica l'arrivo dei partecipanti

Volatili

Nuova sede di Cittaslow International, incontro con il presidente Stefano Pisani

La Fondazione "Peres center for peace" premia la presidente della Regione Catiuscia Marini

Zambelli Orvieto scontenta ma pronta a lavorare per migliorare

Sì della giunta al Piano per il passaggio a tariffa puntuale sui rifiuti

Amerina, convenzione tra Comune e Provincia per concessione di aree di pertinenza stradale

Sì al progetto per opere di urbanizzazione in vocabolo Fosso Fanello

Giornate della Castagna, nel secondo weekend arriva il Palio degli Asini

Rinnovato il Consiglio Provinciale dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Perugia

"Ospedale da campo. Memorie di un medico cattolico dalla guerra di Libia a Caporetto"

Il punto di Guido Barlozzetti: "Una brutta notizia"

Riscaldamento in Via Scalza, Olimpieri (IeT): "In assenza di interventi Ater, provveda il Comune"

"La Libreria dei Sette di Orvieto compie 95 anni...e adesso rischia la chiusura. Parliamone!"

Autunno ricco di proposte alla Biblioteca Comunale

Il Boni pronto a volare. Aperta la campagna abbonamenti, via alla nuova stagione teatrale

Sogni incrociati

Bollette pazze, Olimpieri (IeT) chiede conto con un'interpellanza dell'accaduto

L'Istituto Agrario di Fabro vola in Sicilia per conoscere la cooperativa "Lavoro e non solo"

Le impressioni di capitan Serena Ubertini dopo l'esordio vincente della Zambelli Orvieto

Uffici postali. Gori: "Bene tavoli confronto regionale, impegno comune evitare riduzioni servizio"

Ceramica, Paola Biancalana e Andrea Miscetti sul podio del concorso "Il segno del tempo"

Forza Italia: "Acquapendente invasa dai topi, c'è troppa immondizia in giro"

In marcia con la Polisportiva verso la chiesa della Madonna di Loreto

Le tre slide mancanti di Palazzo Chigi

"Senza Monete" compie tre anni. Festa all'Emporio del Riuso e dello Scambio

Per "Lezioni di Storia" al Teatro Mancinelli arriva Alberto Mario Banti

Mano tesa tra la Scuola di Musica "Casasole" e la Filarmonica "Mancinelli"

Sicurezza all'ex caserma Piave con "Crash Scene. Indicazioni Salva Vita"

Dopo otto anni torna il "Bollettino sulla situazione economica e sociale dell'Area Orvietana"

Case popolari, c'è il bando. Per la presentazione delle domande c'è tempo fino al 29 novembre

FotograMia

Giubileo, in corso le iniziative per le Settimane della Misericordia

Torna l'Operazione Mato Grosso. Giovani al lavoro a sostegno dell'America Latina

"Aspettando Halloween". Festa alla sala parrocchiale della Segheria

"Non c'è sicurezza senza prevenzione". Sul tavolo, le criticità del territorio umbro

Ritrovato l'uomo smarrito nei boschi. Terzo caso in quindici giorni

Orvietana, faccia a faccia con i due fratelli Fillippo e Giuliano Avola

Al frantoio Cecci di Monterubiaglio torna "Pane e Olio". Le degustazioni si fanno solidali

Ilaria Alpi si è suicidata?

"Arte sui muri. Street art e urban art". Giornata di studi all'Università della Tuscia