politica

Tardani incalza la maggioranza: "Grazie per gli auguri di ferragosto ma non avevamo bisogno di nuove tasse"

sabato 16 agosto 2014
di Roberta Tardani
Tardani incalza la maggioranza: "Grazie per gli auguri di ferragosto ma non avevamo bisogno di nuove tasse"

Quest’anno i consueti auguri di Ferragosto sono stati inviati ai cittadini orvietani anche dall'Assessore al Bilancio oltre che dal Sindaco.
Gli auguri contenevano:
1. Aumento delle tariffe dei parcheggi e dell'imposta di soggiorno, imputandone la causa alla relazione della Corte dei Conti sul bilancio pluriennale, che, come noto ha salvato la città;
2. TASI

Riguardo la TASI l'Assessore, nel suo ennesimo editoriale, annuncia pomposamente una riduzione della pressione fiscale sulle imprese e sulle famiglie. Come? Ovviamente facendo pagare di più a tutti! Per introdurre le agevolazioni promesse ad alcuni, l'Amministrazione porterà la TASI per TUTTI al 3,30%, con UN AUMENTO del 30% sopra l'aliquota massima prevista! Questo significherà maggiori tasse anche e soprattutto per le imprese, che vedranno il tributo IMU + TASI passare dal 10,6% (deliberato dalla precedente amministrazione) all' 11,4% (+7%). Altro che riduzione! E non solo. Dalla manovra anticipata dall'Assessore Gnagnarini anche gli affittuari rischiano di pagare la TASI, così come il pensionato con la pensione minima che pagherà più di una famiglia di 4 persone con redditi lordi sopra i 100.000 euro!

Tutt'altro discorso per gli aumenti delle tariffe dei parcheggi e dell'imposta di soggiorno. Il Ministero dell' Interno ha assegnato nei giorni scorsi al Comune di Orvieto, grazie alla politica di rigore sui conti tenuta dall’Amministrazione Concina, un contributo straordinario (chiamato Fondo TASI) di 840.000 euro, per compensare gli effetti distorsivi del passaggio da IMU a TASI. Ci saremmo aspettati che la destinazione di tale atteso contributo fosse stata indirizzata per:
•Evitare l'aumento dei parcheggi
•Rimodulare le tariffe per le mense scolastiche
•Rimodulare l'imposta di soggiorno
•Evitare l'aumento della TASI

Niente di tutto ció!

La Giunta Germani non ha considerato queste destinazioni prioritarie, probabilmente pensando che fosse più importante spendere l’agognato contributo del fondo TASI per il Palio dell'Oca, Umbria Folk Festival, affitti, rimborso presenze agli Assessori e al Sindaco e altre 'priorità'.
Rendere conto ai cittadini e alle imprese orvietane di tutto questo è un affare secondario per Germani e i suoi cari.
Grazie per gli auguri Sindaco e Assessore!

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire