politica

Domenica è l'ora dei CambiaMenti. Andrea Taddei capolista del Pd chiama gli Orvietani ad esprimere un voto utile per il futuro della città

venerdì 23 maggio 2014
Domenica è l'ora dei CambiaMenti. Andrea Taddei capolista del Pd chiama gli Orvietani ad esprimere un voto utile per il futuro della città

La Rupe al voto. A quarantotto ore dall’apertura dei seggi, si accende l’attesa politica per il risultato elettorale e soprattutto per la capacità del centrosinistra di recuperare lo svantaggio di cinque anni fa e tornare alla guida della città. Un compito arduo ma possibile che Giuseppe Germani ha l’onere e l’onore di assolvere grazie al fondamentale sostegno della lista del Partito democratico. Il risultato che sapranno raggiungere gli alfieri del Pd rappresenta il più importante e unico bacino elettorale che potrà ripagare gli sforzi del centrosinistra.

Molte di queste possibilità ruotano intorno al capolista, Andrea Taddei, superato per un soffio da Germani alle primarie e diventato il simbolo di una ritrovata unità del Partito democratico. Intorno a Taddei si sviluppano le ambizioni di rinnovamento e concretezza di una nuova classe dirigente che si candida a scrivere il futuro di Orvieto insieme ai cittadini.

“E’ una campagna elettorale con tanti candidati, ma sinceramente con poche idee – analizza il capolista del Partito democratico, Andrea Taddei -. Alcune delle quali, però, di significativa importanza per il rilancio della nostra città e per la costruzione di un futuro reale. La prospettiva di attuare CambiaMenti determinanti per la lo sviluppo locale è un obiettivo sempre più a portata di mano. Un obiettivo che non può prescindere dal recupero di valori importanti per la città come: l’autonomia decisionale rispetto alle altre istituzioni regionali, il protagonismo costruttivo di Orvieto nell’Umbria e una prospettiva internazionale della città sostenuta da innovazione e cultura”.

L’avvicinarsi dell’appuntamento elettorale diventa il momento per focalizzare le necessità e mostrare agli orvietani proposte credibili e soluzioni concrete. Su questa determinazione operativa si è mossa la campagna elettorale di Andrea Taddei e Maria Flavia Timperi, anch’essa candidata consigliere comunale per la lista del Pd.

“In questi giorni ho potuto incontrarmi e confrontarmi con tanti orvietani, donne e uomini, che come me credono in una rivoluzione positiva per la città – mette in evidenza Taddei -. Ho avuto l’opportunità di riscoprire la voglia di buona politica che pervade tanti orvietani dopo anni di torpore e di totale assenza di dibattito culturale. La scelta di domenica è una scelta decisiva: Orvieto deve guardarsi nell’anima e scegliere una volte per tutte se continuare a invecchiare nel declino o rinascere in nuovo sviluppo. Un appello al coraggio della città di cambiare verso, un appello agli orvietani di coltivare ancora una speranza nella consapevolezza che ognuno è artefice del proprio destino. Domenica non è il tempo di credere all’illusione dell’astensione o peggio ancora di cullarsi nel disfattismo. Domenica bisogna andare a votare e scegliere di voltare pagina riconsegnando ad Orvieto l’ambizione di essere una città e non un avamposto della politica. Domenica vi chiedo di votare per Giuseppe Germani, per il Parito Democratico, per Andrea Taddei, per Flavia Timperi e soprattutto per dare un futuro vero ai nostri figli”.

Commenta su Facebook