politica

Il Pd fa il punto su "Lavoro, qualità, innovazione per il futuro del territorio orvietano"

domenica 23 marzo 2014
Il Pd fa il punto su "Lavoro, qualità, innovazione per il futuro del territorio orvietano"

Si è svolta sabato 22 marzo presso il Centro Sociale di Orvieto Scalo l'annunciata iniziativa "Lavoro, Qualità, Innovazione per il futuro del Territorio Orvietano". Il Consigliere regionale Fausto Galanello ha guidato l'evento aprendo con un' introduzione puntuale sui temi e moderando gli interventi di alcuni dei tanti partecipanti come Fabrizio Caccavello di Akebia e Social Fab Lab, Maria Rita Paggio di CGIL e Domenico Lo Conte di Electrosys.

Presenti anche le istituzioni del territorio dell'Orvietano rappresentati da Maurizio Terzino, Sindaco di Fabro, e Daniele Longaroni, consigliere provinciale, che convintamente hanno ribadito l'importanza dei temi del "Contratto di fiume" e di strumenti di programmazione negoziata e processi di pianificazione strategica. Significativo il contributo del Candidato Sindaco PD Giuseppe Germani che ha sottolineato come le problematiche legate al mondo del lavoro assumono oggi, con il perdurare della crisi economica ed occupazionale più grave dal secondo dopoguerra, un'importanza ancora più fondamentale per lo sviluppo di un territorio come quello di Orvieto legato soprattutto alla presenza capillare di piccole e medie imprese.

L'attuale Capogruppo in consiglio comunale ha anche ricordato come la crisi economica che ha determinato la grande recessione che stiamo vivendo è un fatto globale, ma come la mancanza totale di iniziativa, volta quanto meno ad arginare il fenomeno, abbia reso ancora più grave la situazione sul nostro territorio. "La piccola e media impresa e le attività commerciali" ha concluso Germani "devono essere il tessuto connettivo dell'economia locale e gli elementi peculiari del territorio come la potenzialità turistica, l'ambiente, l'agricoltura e la cultura rimangono gli strumenti fondamentali per riavviare lo sviluppo economico attraverso un "processo di industrializzazione".

Ha concluso Vincenzo Riommi, Assessore allo sviluppo economico della Regione Umbria, entrando nello specifico delle questioni riguardanti la nuova programmazione regionale dei fondi comunitari 2014 - 2020.

Commenta su Facebook