politica

Fusione dei Comuni, è il turno di Ficulle. Gli interventi di Tabarrini e Buconi

venerdì 24 gennaio 2014
Fusione dei Comuni, è il turno di Ficulle. Gli interventi di Tabarrini e Buconi

E' convocato in seduta straordinaria per venerdì 24 gennaio alle ore 21 in prima convocazione e sabato 25 gennaio alle ore 21 in seconda presso la sala polivalente del centro culturale (ex teatro) il consiglio comunale di Ficulle chiamato ad esprimersi sull'iniziativa legislativa per l'indizione di un referendum per l'istituzione di un nuovo comune attraverso la fusione dei cinque Comuni dell'alto Orvietano. La delibera è stata già approvata a Parrano (6 sì, 1 no), Fabro (11 sì, 1 no), Montegabbione (13 sì, 0 no), Monteleone d'Orvieto (7 sì, 5 no, 1 astensione).

Sul progetto che continua ad agitare l'alto Orvietano interviene, intanto, anche Valerio Tabarrini (nella foto), responsabile delle riforme istituzionali e semplificazione della segreteria provinciale del Pd, secondo cui quello del Comune unico è "un vantaggio che possiamo descrivere concretamente in 450.000 all'anno in più tra Stato e Regione per 10 anni, la possibilità di superare il patto di stabilità per due anni e un netto miglioramento nell'offerta di  servizi ai cittadini: un nuovo ufficio tecnico finalmente adeguato alle esigenze dei cittadini, la gestione diretta delle manutenzioni stradali comunali. Gli uffici anagrafe rimarranno aperti in ogni comune e con i risparmi ottenuti dalla fusione potranno esser promossi interventi di sostegno alle famiglie (rette asili nido,mensa e trasporto scolastico)".

Il consigliere provinciale Danilo Buconi (Gruppo Misto), invece, nel corso di una conferenza tenutasi in Provincia ha definito "frettoloso e azzardato" il progetto di fusione dei Comuni dell'alto Orvietano. "Sarebbe stato meglio - ha dichiarato il consigliere - fare un'unione dei Comuni così come fatto in Toscana per arrivare eventualmente alla fusione definitiva alla scadenza dell'attuale mandato amministrativo di Parrano".

Pubblicato da monteleonese il 24 gennaio 2014 alle ore 08:55
Il signor Tabarrini dimentica di dire che il contributo straordinario riveniente dalla fusione dei 5 comuni è legato alla situazione del bilancio dello Stato nei prossimi anni. Nulla è pertanto sicuro su questa contribuzione mentre è sicuro,s secondo me, il peggioramento nei 4 ex capoluoghi (Monteleone, Montegabbione. Parrano e Ficulle). Per quanto attiene a Ficulle, un tempo la ns. zona era chiamata "il Ficullese", credo che divenire una frazione di Fabro Scalo sia una inutile perdita di importanza per un comune che secondo me è quello meglio organizzato e con la sede comunale più bella.
Pubblicato da Fabio LK il 24 gennaio 2014 alle ore 08:58
Non vedo l'ora di vedere i ficullesi passare davanti casa mia quando dovranno andare in Comune. Mai avrei pensato di poterlo dire:"Ficulle frazione di Fabro scalo" .......come godo!! bye bye Ficulle! Ciao ciao Monteleone e Montegabbione.......
Pubblicato da FICULLESE il 24 gennaio 2014 alle ore 14:07
se pensano che questa fusione andrà in porto.....non hanno capito niente!
Pubblicato da FICULLESI il 24 gennaio 2014 alle ore 14:11
Monteleonesi, Montegabbionesi e Ficullesi....è ora di unirsi e formare il più convincente comitato del NO che il nostro circondario ricordi! questi signori hanno finito di calpestare i diritti dei cittadini! MANDIAMOLI A CASA!!!
Pubblicato da hulk il 24 gennaio 2014 alle ore 14:24
è ammirevole la dedizione del PD a questa causa...sulla fusione stanno intervenendo tutti...manca solo matteo....forse hanno qualche interesse ?
Pubblicato da NESSUNO LO NOTA il 24 gennaio 2014 alle ore 14:25
MA POSSIBILE CHE NESSUNO SI ACCORGA CHE LA MAGGIOR PARTE DEI COMMENTI CONTRO LA FUSIONE VENGONO PUBBLICATI IN SERIE A DISTANZA DI POCHI SECONDI? VENGONO PUBBLICATE UNA MAREA DI STUPIDAGGINI CHE SERVONO SOLO A INCUTERE TIMORE. BEL MODO DI FARE PROPAGANDA ALLA "FABRO DISINFORMA" ! A CHI CONVERREBBE RIMANERE CON L'ATTUALE SISTEMA ISTITUZIONALE A 5 COMUNI ? AI FUTURI ASPIRANTI SINDACI? VISTO CHE AVETE TANTO TEMPO DA PERDERE DAVANTI AL PC PERCHE' NON FATE UNA VOSTRA PROPOSTA ALTERNATIVA PER IL NOSTRO TERRITORIO? AH DIMENTICAVO, VOI SIETE BRAVI QUANDO C'è DA ORGANIZZARE COMITATI PER IL "NO" .... ZERO IDEE ZERO PROPOSTE
Pubblicato da mezzoficullese il 24 gennaio 2014 alle ore 14:30
ritengo che le 5 sedi comunali attuali debbano tutte essere considerate come periferiche. fabro paese è infatti periferia così come gli altri
si possono accentrare alcuni uffici a fabro scalo
il sindaco e il consiglio dovrebbero essere itineranti...tra le varie sedi
sono tutte cose che mi piacerebbe veder scritte prima della fusione...
andate troppo di fretta...per una svolta così epocale serve tempo e progettazione
Pubblicato da Cittadino il 24 gennaio 2014 alle ore 14:38
No alla fusione ad oltranza.E' il CHIANI la nostra speranza.
Pubblicato da chiara barbini il 24 gennaio 2014 alle ore 14:43

caro Fabio Lk, prima di tutto, se sei una persona adulta e convinto della tua testa e delle tue idee,commenta con nome e cognome invece di nasconderti dietro a due lettere LK. Sono contenta per te se riesci a scherzare così su una tematica importante come questa: noi ficullesi non ci riusciamo e lo sai perchè? Perchè amiamo Ficulle, la sua storia, la sua identità e questa situazione non è che ci sta a cuore, di più!!! Ragionando su un tema epocale come la fusione, a nessuno dei ficullesi è mai venuta la voglia di scherzare e far riferimento ad eventi stupidi come quelli calcistici, alla famosa bobba merda, alla nebbia che vi oscura l'inverno o all'umidità che vi mangia l'estate...ci sentiamo molto superiori a queste bassezze perchè a Ficulle regnano sentimenti di unione unici e rari, sia tra grandi che piccini!!! 

Pubblicato da per NESSUNO LO NOTA! il 24 gennaio 2014 alle ore 14:48
tutti i cittadini dei 5 comuni chiedono progettazione!!! chiedono di seguire un iter trasparente. Io sarei ben disposto a sedermi ad un tavolo a discutere sopra uno studio di fattibilità fatto magari dall'Università di Perugia. Cosa FONDAMENTALE per approcciarsi ad un atto epocale per la nostra storia. Qui invece abbiamo saltato tutto i processi di informazione e partecipazione e ci avviamo di sprint verso il referendum. Risposte sulla spartizione dei finanziamenti e sulla governabilità di un territorio vastissimo ancora non sono state date. Tutto ciò è inconcepibile.
Pubblicato da Vauro il 24 gennaio 2014 alle ore 15:42
Riporto i commenti più divertenti trovati in rete sulla fusione, almeno sorridiamo un po' e sdrammatizziamo:

BEPPE
proposta per il nome del comune: cinquestelle
prossimo sindaco beppe grillo

BIBBODAMUS
Il 12 maggio 2009 ((guardate al link http://www.orvietonews.it/politica/2009/05/10/presentata-la-lista-civica-futuro-nuovo-per-ficulle-20697.html#.UtsAPrRd7IU )) l'ex sindaco Ciuchi di Ficulle scrisse in un post queste parole del suo paese per sostenere il futuro Sindaco Terrezza: "Su due cose credo si debba fare un chiarimento: 1) sul fatto che Ficulle è un paese con una enorme potenzialità di sviluppo che e è in crescita continua ormai da anni e chi dice il contrario non sa di che parla..." Invece 5 anni dopo, davanti a quasi tutto il paese, il Sindaco alza le braccia e dice che Ficulle è in una situazione di stallo, di crisi, in serie difficoltà finanziarie per mutui ancora di lunga durata che impediscono nuovi investimenti, un paese senza possibilità di sviluppo, dove diventa difficile anche la normale amministrazione. Lo abbiamo sentito tutti. Ha detto che purtroppo questa situazione critica lui l'ha ereditata. E ora le stesse persone in fretta e furia, senza nessun pudore, proclamano la panacea di tutti i mali: la Fusione. La annunciano con certezza come se fosse tutto scontato, come se analizzare, progettare, ascoltare i cittadini non servisse a nulla. W la democrazia!
GRO
"io sono antidemocratico e faccio quello che mi pare......"
Tu quello che ti pare lo fai a casa
Pubblicato da Vauro il 24 gennaio 2014 alle ore 15:44
Altri commenti divertenti...

FICULLESE
si confermo, a Ficulle il PD all'assemblea pubblica ha preso un vero e proprio "cappotto"

FABRO INFORMA
Dopo quella dell'incontro Berlusconi, altra grana per Matteo : i suoi boys ternani con in testa l'assessore regionale Paparelli e il Sindaco Terzino, con la loro gestione della fusione dei 5 comuni un po' avventata, rischiano di mandare all'aria il progetto di renzizzazione della provincia

FABRESE10MARADONA
Caro benny hill hai colto nel segno.
T.e.r.z.i.n.o.s. ha preso in mano la situazione e già comanda tutto; dovevi vedere a ficulle come si è alzato per soccorrere il sindaco che era in ko tecnico per sommossa popolare; e a montegabbione alla grande troneggiava; ha inoltre convocato a fabro molti contestatori per bacchettarli , ha convinto già tutti i sindaci e gli organi del PS, ha già organizzato i dipendenti di tutti e 5 i comuni, perchè è lanciatissimo sull'onda del matteo nazionale.
Qui a fabro abbiamo il supersindaco che credete!

AEROPORTO
wow, abbiamo anche l'aeroporto: http://www.youtube.com/watch?v=ZeNC9wYSj_8
W Fabro

Pubblicato da Vauro il 24 gennaio 2014 alle ore 15:45
Altri ancora...

AEROPORTO
wow, abbiamo anche l'aeroporto: http://www.youtube.com/watch?v=ZeNC9wYSj_8
W Fabro

FICULLESE!!!
Per quanto riguarda il post del Signor Ciuchi,confermo gli ultimi dati riferiti alla presenza turistica nel nostro paese.Dopo infatti la SPETTACOLARE COLATA DI CEMENTO AL CONVENTACCIO,con tutti gli alloggi venduti e affittati si è andati al tutto esaurito e le attività Commerciali ed Artigiane del paese ne hanno beneficiato.Non a caso nel centro storico stanno tutte (le attività naturalmente..) facendo una selezione per quanto riguarda la clientela,visto che non riescono più a soddisfare le richieste. E' vero anche che i mutui hanno durata pluriennale e pagarli per la BELLISSIMA PALESTRA e IL FUNZIONALE OSTELLO rientra tutto nella norma.Un vero peccato che non se ne possono aprire altri per la legge di stabilità,altrimenti sarebbero venute fuori opere architettoniche di grande importanza.E solo per la cronaca e per i simpatizzanti (come dice il Signor Ciuchi..) con la crisi ormai alle spalle,la qualche decina di posti di lavoro al centro disabili e di fisioterapia,sono stati ridotti a ben pochi.CHE STRANO PERO'!!!...Meditate gente meditate....

Pubblicato da direttora batti un colpo... il 24 gennaio 2014 alle ore 16:01
gent.ma Direttora, è possibile dover vedere ripubblicati e propagandati continuamente i commenti passati, dall'utente VAURO ? Per >CHiara Barbini: non vede che Fabio LK è probabilmente "Monteleonese" ? Non capisce che è solamente un modo per aizzare gli animi campanilistici e portare consensi alla causa del no utilizzata sempre dallo stesso utente? Non cada in queste stupide provocazioni! Se invece vuole pensare veramenete al bene di Ficulle come dice, comprenda che la scelta coraggiosa di questi sindaci va supportata e condivisa. Possibile che una generazione "fresca" e "dinamica" come la vostra non capisca che le regole sul funzionamento del nuovo comune dovranno essere scritte da tutta la cittadinanza, dai partiti, dalle associazioni, dai professionisi etc , al momento delle stesura dello statuto e dei regolamenti? Pensavate veramente che qualcuno avesse la presunzione di confezionare il progetto definitivo ? Possibile che non capite che Valsamoggia sono 70.000 abitanti, ribadisco 70.000 ?? E voi non vedete al di là del vostro campanile di 1000 persone? Mettete da parte i giudizi sulle amministrazioni locali uscenti, e non confondeteli con un progetto che è il futuro di noi tutti....
Pubblicato da Laura Ricci, direttora Orvietonews.it il 24 gennaio 2014 alle ore 16:14
L'ho battuto! E presto ne batterò uno ancor più drastico se gli animi non si placano un pochino.
Cordiali saluti a tutti e tutte.
Pubblicato da chiara barbini il 24 gennaio 2014 alle ore 16:18
Caro DIRETTORA BATTI UN COLPO, consiglio a lei di non cadere, ma non in queste stupide provocazioni,ma nella scuola di partito. Io al bene vero di Ficulle ci penso e come, e ritengo che sia lei a non pensarci se ritiene che i tempi ed i modi scelti dall'alto per fare la fusione siano giusti, corretti e democratici. Se crede pure che una fusione,fatta in questo modo, vada supportata e condivisa,stimo il suo coraggio nel crederci.
Pubblicato da per direttora batti un colpo il 24 gennaio 2014 alle ore 16:20
valsamoggia 70000 abitanti??? in quale mondo? sono meno di 30000 e hanno un estensione di superficie pari al comune unico che vogliamo formare qui. Come pensano di governare un territorio cosi vasto senza uno studio di fattibilità? i 50 cittadini in località Sala non valgono meno dei 5000 in valsamoggia. Caro utente il progetto va fatto e condiviso prima di mettere in moto la macchina referendaria, non DOPO!!! almeno non fare disinformazione. Vi aggrappate al campanilismo ma a Ficulle c'è gente ben informata sull'argomento, persone intelligenti, dottori e laureati che hanno tanta voglia di fare...ma fare le cose bene! non come sono state fatte fino ad oggi, annullando la partecipazione e qualsiasi forma di confronto, decidendo per una fusione improvvisa senza nemmeno spiegare le cose basilari, come la spartizione dei finanziamenti, la governabilità del territorio e la localizzazione dei servizi. Il giudizio sulle amministrazioni uscenti non si può mettere da parte perchè volente o nolente sono loro che ci stanno guidando verso questo processo e sono loro che hanno in mano le carte sconosciute ai cittadini e non hanno fatto niente per coinvolgerci! tutto questo è inaccettabile e lo dico da persona informata sull'argomento. Prego di rispettare il mio pensiero senza accusarmi di essere campanilista perchè adesso questa storia inizia a stufare!
Pubblicato da Le tappe di un percorso trasparente il 24 gennaio 2014 alle ore 16:36
FASE 1
È il periodo di studio e analisi dell’idea del Comune Unico. È stata caratterizzata dallo studio della SPISA, articolato in due momenti distinti, uno di analisi di base e uno di approfondimento. In questo periodo le amministrazioni hanno inoltre aperto tavoli di consultazione ed effettuato incontri pubblici per raccogliere pareri e suggerimenti. Attraverso questa fase gli amministratori si sono convinti della validità di questa idea e sono arrivati alla decisione di chiedere alla di predisporre la legge per la fusione e deliberare l’indizione del referendum che consente ai cittadini di esprimersi in merito.
FASE 2
È quella che si è aperta con la richiesta di referendum e che si chiuderà con l’approvazione definitiva della legge regionale di fusione in caso di esito positivo del referendum. In questa fase continueranno le attività di informazione della cittadinanza e si svolgeranno alcuni processi di partecipazione.
FASE 3
Se il referendum avrà esito positivo si aprirà una fase di costruzione vera e propria del nuovo comune. Si tratterà di preparare il percorso che conduce all’elezione dei nuovi organi amministrativi. Anche questa fase sarà caratterizzata da processi di partecipazione e momenti di democrazia deliberativa che consentano ai cittadini di affiancarsi alle attuali amministrazioni nel disegnare il Comune Unico e alcuni dei suoi meccanismi di funzionamento.
FASE 4
È quella che si apre una volta eletti i nuovi organi comunali, ovvero l’avvio del nuovo comune.
Pubblicato da Danilo Buconi il 24 gennaio 2014 alle ore 18:59
Il tema della riorganizzazione dei Comuni, cioè delle autonomie locali più prossime ai cittadini e alle imprese, non può consistere in una mera e semplice “fusione a freddo” come ipotizzato dai Sindaci dell’alto orvietano, peraltro non condivisa pienamente con gli stessi cittadini.
Non è vero che, per il solo fatto che si terrà un referendum, il tema della partecipazione popolare al tema è risolto.
La partecipazione dei cittadini deve essere stimolata, agevolata e – soprattutto – informata: ai cittadini si devono spiegare innanzitutto il motivo o i motivi della tanta fretta dimostrata in questi giorni dai sindaci dei Comuni interessati, la dislocazione esatta di uffici e servizi, la programmazione degli investimenti in termini di capitale sulle infrastrutture presenti sul territorio, la compensazione di eventuali mutui precedentemente sottoscritti dalle attuali amministrazioni, le ricadute fiscali dell’operazione in termini di “omogeinizzazione delle imposte e dei tributi”, oggi applicati in maniera differenziata da ciascun Comune.
Meglio sarebbe stato passare per una “Unione di Comuni” come quelle che si sono realizzate nella vicina Toscana (avanti anni luce, in termini di oculatezza e di progettazione del futuro, rispetto all’Umbria) per arrivare eventualmente alla fusione definitiva alla scadenza dell’attuale mandato amministrativo di Parrano.
Pubblicato da seconda casa stesso comune il 24 gennaio 2014 alle ore 19:51
Altro aspetto da tener presente è che i cittadini che hanno ora una seconda casa in uno degli altri 4 comuni rispetto a quello dove risiedono, si troveranno poi ad avere due case nello stesso comune.
Se la seconda casa è non locata, il reddito delle case non locate sottoposte all’Imu, che si trovano nello stesso Comune in cui si trova l’abitazione principale, viene assoggettato a Irpef nella misura del 50% (cosa che invece non accade se le due case stanno in comuni diversi).
Cari concittadini che vi trovate in questa situazione, con la fusione pagherete più tasse.
Pubblicato da ciuic il 24 gennaio 2014 alle ore 20:58
in riferimento a quanto pubblicato dal fabio LK si nota chiaramente l' incapacità del soggetto in questione di metterci la faccia, oltre all' incapicità dì una responsabile integrazione socio-culturale legata ad aspetti intellettuali poco maturi, pertanto se nel qual caso ne avessi il coraggio anzichè nascondersi dietro un nick name, visto che siamo in un periodo d' integrazione ti si chiede di metterci la faccia, la pena corrisposta a nome di tutti i cittadini appartenenti a tutti i comuni sarà un anno di lavori socialmente utili volti alla pulizia bagni e strade nel comune di Ficulle.
"Pubblicato da Fabio LK il 24 gennaio 2014 alle ore 08:58
Non vedo l'ora di vedere i ficullesi passare davanti casa mia quando dovranno andare in Comune. Mai avrei pensato di poterlo dire:"Ficulle frazione di Fabro scalo" .......come godo!! bye bye Ficulle! Ciao ciao Monteleone e Montegabbione.......

Luciani Francesco
Pubblicato da Cittadino il 24 gennaio 2014 alle ore 21:54
Circolano voci,che il candidato sindaco del comune unico,sia l'attuale sindaco di Montegabbione.
La candidatura sembra che sia stata decisa,per calmare gli animi dei montegabbionesi,che di fusione non velavano neanche sentirne parlare. A questo punto il sindaco di Fabro,sarà dirottato verso la Regione o il Parlamento,a seconda di quale elezione avrà luogo per primo. E Ficulle che è il paese con il maggior numero di superfice,il più grande centro storico,il più ricco di patrimonio storico artistico,toccheranno solo le briciole.Ai nostri signori del vapore,interessa solo il comune unico,quello che ne sarà del futuro di Ficulle e dei ficullesi non glie ne può fregà di meno.Le uniche armi,sono il Referendum e le elezioni,cerchiamo di usarle bene,nell'interesse nostro e del nostro Paese,affinchè non diventi frazione di nessuno.
Pubblicato da scetticismo lombardo il 25 gennaio 2014 alle ore 18:48
Riporto una intervista a Massimiliano Romeo, de Consiglio Regionale della Loambardia, che commenta le decisioni assunte nelle competenti commissioni regionali sulle fusioni di Comuni in Lombardia.

«Negli ultimi anni – continua Romeo – la Lega Nord ha sempre mantenuto una posizione di contrarietà alle fusioni, sia per la poca certezza dei risparmi conseguenti sia per una questione di identità messe a forte rischio. Va aggiunto inoltre che in Lombardia il risultato dei referendum ha messo in evidenza che il 50% delle fusioni è stato cercato e voluto dalle amministrazioni comunali ma non dai cittadini. Per questo presenteremo a breve un progetto di legge regionale per far sì che la richiesta di fusione possa pervenire unicamente dalla maggioranza dei cittadini aventi diritto al voto e non più, come accade ora, dai consigli comunali».
Pubblicato da verità nascoste il 25 gennaio 2014 alle ore 18:55
http://www.rovigo24ore.it/0017328-fusione-calto-ceneselli-e-castelmassa-verit-nascoste
Pubblicato da toscano il 25 gennaio 2014 alle ore 19:07
in toscana spesso hanno vinto i no...articolo interessante che ne spiega i motivi:

http://www.corriereetrusco.it/2013/10/07/campiglieto-ha-vinto-il-no/

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 febbraio

Meteo

domenica 25 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 1.0ºC 89% discreta direzione vento
15:00 -1.0ºC 89% discreta direzione vento
21:00 -3.3ºC 88% discreta direzione vento
lunedì 26 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -4.1ºC 69% buona direzione vento
15:00 -3.7ºC 62% buona direzione vento
21:00 -7.7ºC 92% buona direzione vento
martedì 27 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -3.3ºC 67% buona direzione vento
15:00 -1.4ºC 57% buona direzione vento
21:00 -7.6ºC 87% buona direzione vento
mercoledì 28 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -2.3ºC 70% buona direzione vento
15:00 0.9ºC 73% buona direzione vento
21:00 -2.6ºC 91% discreta direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni