politica

L'incontro di Villa Cahen su patrimonio pubblico e sviluppo del territorio

venerdì 12 luglio 2013
L'incontro di Villa Cahen su patrimonio pubblico e sviluppo del territorio

Le incertezze climatiche non hanno condizionato lo svolgimento dell'incontro organizzato dal PD di Allerona a Villa Cahen (gentilmente concessa dal Corpo Forestale dello Stato) per discutere sull'argomento dell'utilizzo del patrimonio pubblico a fini produttivi e occupazionali. I lavori, aperti con gli indirizzi di saluto dei dirigenti del PD locale e del sindaco di Allerona Valentino Rocchigiani, sono stati coordinati da Carlo Emanuele Trappolino, della Segreteria nazionale PD, che ha dato notizia della promulgazione di una nuova legge dello Stato che obbliga a rendere produttivi i terreni marginali abbandonati. Un pubblico attento e numeroso, composto da imprenditori, da giovani, da dirigenti del CFS e delle istituzioni locali ha ascoltato con interesse le relazioni di Maurizio Conticelli della Comunità Montana ONAT, di Angelo Frascarelli dell'Università Agraria di Perugia e del consigliere regionale Fausto Galanello.

Conticelli ha tracciato un quadro preciso dei territori pubblici in Comune di Allerona, ne ha descritto le caratteristiche di elevato interesse, naturalistico, paesaggistico e ambientale, con elementi di qualità diffusa (aree protette, estese foreste, habitat comunitari, ecc.), la significativa rete escursionistica di cui sono serviti e, tra i segni negativi, la presenza di numerosi casali abbandonati e fatiscenti, come abbandonato e disabitato è pressoché l'intero demanio. Ha poi ripercorso alcune iniziative che nel tempo hanno, riguardato, purtroppo senza sviluppi, le aree demaniali, il Parco Interregionale in comune con la "Riserva Naturale di Monte Rufeno" in territorio laziale, l'Ecosito Borgo di Meana, la Libera Università per l'Ecologia, e la Convenzione Villa Cahen, stipulata nel 2012 tra il Corpo Forestale dello Stato, la Facoltà di Agraria dell'Università di Perugia, ed altri enti, tra cui il Comune di Allerona, e non attuata, che prevede di adibire Villa Cahen a Centro Studi del CFS nonché a Centro di formazione universitaria in materia ambientale. Il dato positivo emerso dalla relazione riconosce al demanio di aver determinato la creazione di opportunità di lavoro per numerosi operai idraulico-forestali, con significative ricadute di natura economica che tuttavia, subiscono pesanti riduzioni per la scarsità della spesa pubblica. Quanto al futuro, Conticelli ha legato le sorti del demanio innanzitutto alla valorizzazione di Villa Cahen , collegandola al "Circuito dei Duchene", famosi paesaggisti francesi creatori di parchi e giardini d'interesse mondiale, tra cui appunto il giardino della Villa, alla destinazione di altri immobili ad iniziative dimostrative sulle biomasse forestali o alla loro trasformazione in strutture ricettive collegate all'attività del Laboratorio Ambiente di Allerona.

La relazione di Angelo Frascarelli ha affrontato il difficile problema di riuscire a coniugare lo sviluppo con la scarsità delle risorse pubbliche, temperato dal bilancio dell'Unione Europea per il 2014-2020 che, nelle linee strategiche, unisce alla competitività anche il sostegno all'agricoltura laddove produce beni pubblici (paesaggio, sistemazioni ambientali, ecc.). Ha fatto quindi riferimento alla politica di sviluppo rurale che verrà scritta dalla Regione Umbria nei prossimi sei mesi e alla risorse che vi saranno allocate per favorire l'inserimento dei giovani, le attività turistico ricettive e alla green economy.

Il consigliere regionale Fausto Galanello si è soffermato a spiegare come sul patrimonio demaniale si debba far leva per resistere nel territorio, mettendo insieme diversi fattori, dalla sua difesa dagli animali allo sviluppo di attività innovative e turistico ricettive, stimolando il concorso dell'economia privata e dichiarandosi disponibile a costruire, insieme alle associazioni degli agricoltori ed ai rappresentanti degli organismi ed enti interessati, iniziative comuni nel segno di una strategia di riscossa del territorio stesso.
Il dibattito che è seguito ha registrato gli interventi di molti partecipanti che hanno sollevato le attese degli agricoltori, alle prese con tanti e onerosi problemi e pastoie burocratiche che mettono in difficoltà le aziende, specie di modeste dimensioni situate per lo più in territori marginali.

A tutti ha risposto l'onorevole Luca Sani, Presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, impegnata in questo momento a dare risposte alle aziende per liberarle da una burocrazia asfissiante e dalle gravi difficoltà di ricorso al credito. Ha dato quindi atto che la presenza del demanio pubblico ha salvato la biodiversità del nostro Paese e quanto al futuro occorra innanzitutto agganciare la nuova Politica Agricola Comunitaria per dare risposte all'occupazione e, massimamente ai giovani che vogliono la terra, e per mettere in piedi iniziative di carattere ambientale. Ha quindi ricordato come nel prossimo Piano di Sviluppo Rurale vi saranno più risorse, le uniche vere risorse, per i territori svantaggiati.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità