politica

"Basta un foglio, che ce vò"! L'M5s motiva la propria richiesta di siglare disgiuntamente l'impegno del No al Geotermico

mercoledì 22 maggio 2013

Riceviamo dal Movimento 5 Stelle dei territori orvietani, e pubblichiamo, il seguente comunicato, inviato per  per motivare la richiesta del M5s di siglare disgiuntamente l'impegno del No al Geotermico, presentato in prima istanza ai candidati in forma congiunta. Di seguito la comunicazione.

"Le associazioni ambientaliste del comprensorio orvietano hanno proposto, ai candidati alla carica di sindaco di Castel Giorgio, di siglare congiuntamente un documento che impegni il futuro sindaco, i consiglieri e la giunta ad esprimere senza se e senza ma una netta contrapposizione all'impianto di geotermia a Castel Giorgio. La legittima richiesta da parte delle associazioni era motivata dal fatto che alcune liste non avevano indicato chiaramente la loro posizione nei programmi amministrativi consegnati e protocollati in comune. Questo anche a seguito dei recenti
ed inquietanti sviluppi della campagna elettorale pro-geotermia che ancora risulta promossa da ignoti.

Come Lista Movimento 5 Stelle abbiamo deciso di non firmare nessun documento congiunto con le Liste Civiche: Prima di Tutto Castel Giorgio, Rialzati Castel Giorgio e Cambiamo Castel Giorgio. E non lo faremo per i seguenti motivi:
- perché non è inserito, nei loro programmi amministrativi presentati in comune per le elezioni comunali, alcunché sulla geotermia se non vaghi e confusi richiami ad una Green Economy priva di merito che, al netto degli slogan, per noi è e rimane una Greed Economy;
- perché le rispettive liste hanno, nel corso degli anni, cavalcato a fasi alterne e di convenienza in convenienza l'argomento geotermia e vogliono cavalcarlo di nuovo;
- perché non ci fidiamo e non vogliamo fidarci di chi vuole amministrare questa città cambiando umore e visione a seconda dei vari tecnici e tecnocrati di turno;
- Perché troppe volte hanno dimostrato di sconfessare un secondo dopo il risultato elettorale gli impegni presi con i loro elettori. E le vicende nazionali, anche se non direttamente assimilabili alla realtà comunale, ce lo stanno ancora oggi dimostrando.

E non la abbiamo firmata neanche in congiunzione con la Lista Civica Con i Cittadini per Castel Giorgio sebbene questa lista abbia inserito, nel suo sintetico e stringato programma, una generica 'Difesa dell'altopiano dell'Alfina dai progetti speculativi (geotermia, fotovoltaico)'. Non ci basta. La discriminante non è la 'speculazione', che di fatto può essere mascherata da sacrosanto profitto dalla maggior parte delle imprese private, ma la devastazione e la visione miope del territorio. Nonostante la nostra piena fiducia nel candidato sindaco Andrea Corritore, che ha dimostrato negli anni una vera e trasparente battaglia in difesa dell'ambiente, riteniamo che la sua candidatura sia
la solita foglia di fico e che non potrà amministrare la città come promesso. In aggiunta, nelle fasi precedenti alla presentazione delle liste, abbiamo più volte invitato la corrente di SEL alla formazione di una lista condivisa e benché il nostro programma fosse accolto a pieno e comprendesse, sviluppandole e contestualizzandole, le risicate linee guida del loro programma, hanno voluto presentarsi autonomamente.

Le nostre considerazioni sono suffragate da fatti e circostanze non equivocabili. L'attività svolta nelle passate amministrazioni sia di centro destra che di centro sinistra a sfregio del territorio, la presenza nella liste di appartenenze a passate amministrazioni che di fatto nulla hanno attuato per impedire anche la sola presentazione di un progetto insignificante e distruttivo come il geotermico ed in ultimo, ma non meno importante, l'azione che appartenenze affini a queste liste hanno esercitato in ambito regionale e provinciale fino all'assurda de-classificazione del rischio sismico regionale per aprire la strada al geotermico a Castel Giorgio.

Il Movimento 5 Stelle alle parole fa seguire fatti concreti. Non abbiamo necessità di siglare nessun finto impegno che ci unisce a promesse vane poiché i nostri impegni sono reali e riportati, nero su bianco, nel programma
amministrativo protocollato in comune. Non abbiamo necessità di dimostrare che ai programmi seguono i fatti e ciò è evidente in quanto le nostre recenti azioni sul territorio hanno approdato anche in parlamento in occasione della interrogazione a risposta scritta sul Mega Eolico del Monte Peglia. Nessuna altra forza politica presente ha voluto essere cofirmataria di detta interrogazione.

La Lista del Movimento 5 stelle risulta pertanto essere l'unica realtà su Castel Giorgio credibile e funzionale al territorio visto il trasparente rapporto con i nostri portavoce alla Camera ed al Senato. E se è vero, come è vero, che la maggior parte della difesa sul territorio viene decisa a livelli superiori, con Leggi dello Stato, come potranno le altre Liste Civiche - apparentemente slegate dalle rappresentanze nazionali - incidere sul territorio?
Non firmeremo mai nulla che sia falso o di facciata, la vecchia politica dovrà fare necessariamente i conti con quella attitudine che si chiama COERENZA!

Concludiamo con la nostra sincera e vera felicità che tutte le liste abbiano pensato bene di rimodulare la loro campagna elettorale emulando la nostra. E' il segno che qualcosa sta cambiando e, a prescindere dal risultato
elettorale, noi abbiamo contribuito a questo cambiamento. E' molto più di una vittoria".

Movimento 5 Stelle dei Territori Orvietani


Questa notizia è correlata a:

I candidati sindaci di Castel Giorgio dicono no al geotermico, gli ambientalisti plaudono

Commenta su Facebook