politica

I candidati sindaci di Castel Giorgio dicono no al geotermico, gli ambientalisti plaudono

martedì 21 maggio 2013
I candidati sindaci di Castel Giorgio dicono no al geotermico, gli ambientalisti plaudono

Non si allenta l'attenzione delle associazioni ambientaliste e dei comitati dei cittadini dell'Orvietano in merito al ventilato impianto di geotermia a Castel Giorgio. A riguardo esprimono soddisfazione per "la ferma contrarietà e l'impegno ad operarsi per la cancellazione del progetto da parte dei 5 candidati sindaci alle elezioni amministrative dello stesso comune".

"Il progetto geotermico presentato dalla ITW-LKW a Castel Giorgio - sottolineano - trova talmente contraria l'opinione pubblica locale, preoccupata dai seri rischi sismici e dall'impatto ambientale, da indurre anche tutti e i 5 candidati sindaci a opporsi, firmando un forte comunicato che esprime una netta contrarietà al progetto. Su proposta delle associazioni ambientaliste e dei comitati di cittadini del territorio i candidati hanno firmato disgiuntamente un impegno personale ad opporsi al progetto. Il documento è stato infatti siglato da Gabriele Anselmi (Prima di Tutto Castel Giorgio), Andrea Corritore (Con i Cittadini per Castel Giorgio), Stefano Fiocco (Mov 5 Stelle Castel Giorgio), Andrea Garbini (Cambiamo Castel Giorgio) e Marco Meatta (Rialzati Castel Giorgio)".

Questo il testo sottoscritto:

Presa di posizione dei candidati sindaci al Comune di Castel Giorgio sul progetto di Geotermia a Castel Giorgio

Come candidato sindaco alle elezioni comunali di Castel Giorgio del 26 e 27 maggio 2013 esprimo la mia ferma contrarietà al progetto di impianto geotermico presentato a Castel Giorgio dalla società ITW LKW Geotermia SPA. In quanto il progetto - dopo attenta valutazione - presenta seri rischi sismici, per le risorse acquifere e per l'ambiente in genere, che vengono considerati eccessivi e potenzialmente dannosi per la salute ed i beni della popolazione, e per le attività economiche attualmente presenti sul territorio del comune. Mi impegno pertanto, qualora eletto sindaco, o anche nella eventuale funzione di opposizione, ad adoperarmi per la cancellazione del progetto. E mi impegno altresì in positivo per l'avvio di una iniziativa di seria pianificazione territoriale che delinei in modo concreto le linee di sviluppo economico, sociale e culturale del comune di Castel Giorgio e nel più vasto ambito dell'Altopiano dell'Alfina. Per arrivare ad una programmazione vincolante che favorisca lo sviluppo di attività coerenti con la vocazione agricola, turistica ed artigianale del Comune, e che queste stesse protegga insieme al territorio e al panorama, impedendo il sorgere di iniziative in contrasto con tali attività e con la salvaguardia dell'ambiente e della salute dei cittadini.

"Basta un foglio, che ce vò"! L'M5s motiva la propria richiesta di siglare disgiuntamente l'impegno del No al Geotermico

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Madame Bovary

Indagine della Procura, le puntualizzazioni di Enel

Giorno della Memoria, ricordare per prevenire. Iniziative della Cgil a Perugia e Terni

Conferenza su "Il mito di Giulia Farnese: amori, potere, storia…"

Robotica e agricoltura di precisione con il Progetto Pantheon

Orvieto FC, la prima squadre batte il GubbioBurano secondo in classifica

Per la Zambelli Orvieto è un momento magico, conquistata Montecchio Maggiore

Orvietana, sconfitta pesante contro il San Sisto

Finisce in carcere per una rapina in banca messa a segno due anni fa

Sicurezza, trecento controlli in due settimane sul territorio

Rti avanza richieste economiche al Comune, Tardani interroga il sindaco

Lia Tagliacozzo presenta il libro "La Shoah e il Giorno della Memoria"

L'Istituto per la Storia dell'Umbria Contemporanea per il Giorno della Memoria

In biblioteca lettura di "Sonderkommando Auschwitz" di Shlomo Venezia

Dal Castello Baronale alla Cappella Baglioni, fino al caffè a Villa Lais

Contro Azzurra Orvieto, Campobasso resiste ma non passa

Una brutta Vetrya Orvieto Basket lascia la vetta a Perugia

Violenza di genere, firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del sistema regionale di contrasto

"A spasso con ABC", giornata finale per i narratori del futuro

Sul palco del Rivellino, Anna Mazzamauro è "Nuda e Cruda"

Iniziative in tutta l'Umbria per San Francesco di Sales, patrono di giornalisti e comunicatori

"Col trattore in Complanare", in 140 a Ciconia per la benedizione dei mezzi agricoli

Il consiglio regionale FIE Umbria conferma alla presidenza Giulia Garofalo

Rumori di lavori in corso a Palazzo Monaldeschi, Olimpieri (IeT) interroga il Comune

Al Concordia, serata dedicata al teatro con "Il Canto del Gallo"

Comitato Scansano Sos Geotermia: "Il pericolo non va esportato in Maremma"