politica

Chiusura Ufficio Postale di Canale. Bugnini (PD): "Nessuna considerazione nei confronti dei fruitori del servizio"

venerdì 7 dicembre 2012

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa della consigliera Adriana Bugnini (Gruppo Consigliare Partito Democratico) in merito alla chiusura dell'Ufficio Postale di Canale.

"... e dopo quasi 50 anni ... per decisione delle alte" sfere" lo storico Ufficio Postale di Canale chiude i battenti ed i fruitori si vedono trasferiti d'ufficio a quello di Orvieto Scalo

E' infatti, con un semplice cartello affisso al portone d'ingresso dell'ufficio postale di Canale, che Giovedì 6 Dicembre 2012, Poste Italiane annunciava la chiusura - prevista per il giorno successivo - dell'ufficio postale della frazione.

Nessuna considerazione nei confronti dei fruitori del servizio, nessuna comunicazione precedente che li avvisasse della decisione che li riguardava, nulla!

La storia ha inizio nel mese di Agosto 2012 quando, i residenti della Frazione di Canale, allarmati da "voci" sulla ventilata chiusura dell'ufficio Postale, si rivolgevano alla Consigliera Adriana Bugnini del Gruppo PD al Comune di Orvieto, per avere notizie e/o conferme precise al riguardo.

Immediatamente la stessa, all'oscuro di tutto, con i residenti, vista la rilevanza dell'argomento, si attivava organizzando una raccolta di firme depositata - in data 28 Agosto 2012- presso gli uffici del Sindaco Concina.
Nella stessa data veniva fatta una question-time dalla consigliera al Sindaco, il quale rassicurava rispondendo che si sarebbe adoperato per scongiurare la soppressione dell'ufficio Postale della frazione di Canale.

Nel Rassicurare aveva però omesso di dire, che la soppressione dell'ufficio postale, non era altro che il frutto di una decisione condivisa dall'amministrazione con i responsabili territoriali di Poste Italiane, decisione peraltro mai comunicata ai residenti della frazione.

A conferma di ciò, durante l'ultima seduta Consiliare tenutasi in data 30 Novembre 2012, il Sindaco di sua iniziativa riferiva alla consigliera Bugnini il suo rinnovato recente impegno acchè venisse scongiurata la chiusura dell'Ufficio Postale di Canale. Ad oggi infatti il sindaco Concina, deve ancora incontrare i residenti per un confronto che possa portare a conoscenza delle motivazioni che lo hanno indotto a scegliere la chiusura dell'ufficio in oggetto a fronte delle circa 400 firme raccolte a testimonianza di un chiaro dissenso della popolazione residente."


Questa notizia è correlata a:

Toni accesi e tante proteste a Canale. Mentre si cerca "il colpevole", l'ufficio postale intanto ha chiuso

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 dicembre

Auguri in versi di Buone Feste dall'Unitre Orvieto

La sabbia, amore mio

I cigni

Noi ci svegliammo piangendo

Tra democrazia e demagogia

Zambelli Orvieto sensazionale, batte Ravenna ed è prima

L'Orvietana vince col Clitunno e mantiene il passo

Lucio Dragoni è il nuovo allenatore giallorosso. "Uomo di calcio e Maestro di calcio"

Con le corde, dentro il Pozzo della Cava, per il nuovo presepe-evento: "I Quaranta Giorni"

Sisma, firmata la convenzione Regione-Comuni. Si avvia l'Ufficio speciale per la ricostruzione

Ammissione ai collegi del mondo unito, riaperto il bando selezioneper gli studenti dei Comuni colpiti dal sisma

Castello di Alviano aperto per le feste. Visite al maniero e ai musei che ospita

Uisp Orvieto Medio Tevere, elogio ai giovani ambasciatori dello sport orvietano

L'Avis dona fondi per acquistare uno scuolabus per i bambini di Preci

A Perugia incontro pubblico su fare libri e lettori

Cespuglio di more

Verso le elezioni, due candidati per la presidenza. Tre liste per il consiglio provinciale

Ascensori di Via Ripa Medici in manutenzione, navetta sostitutiva fino a venerdì

I Borghi più belli dell'Umbria discutono di temi e progetti di sviluppo turistico

Lo Sportello del Consumatore, riflessioni su presente e futuro del servizio

La TeMa si aggiudica il bando Psr per sviluppo e commercializzazione del turismo

"Capodanno in Famiglia" al Santuario dell'Amore Misericordioso

L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca