politica

Il presidente Polli a Orvieto: "Bene la razionalizzazione del sistema sanitario umbro, ma garantendo gli stessi servizi"

giovedì 24 maggio 2012
Il presidente Polli a Orvieto: "Bene la razionalizzazione del sistema sanitario umbro, ma garantendo gli stessi servizi"

"Garantire gli stessi servizi ai cittadini pur dovendo affrontare una fase di tagli". A margine della conferenza stampa di presentazione dei progetti di sistemazione idraulica del fiume Paglia, che si è tenuta giovedì 24 maggio, presso la sede comunale, il Presidente della Provincia di Terni, Feliciano Polli, ha voluto parlare del progetto di riforma istituzionale che punta ad un riordino della sanità umbra ma che tanto, in questi mesi, sta facendo discutere.

E' proprio di qualche giorno fa, infatti, la seduta congiunta dei Consigli provinciale e comunale di Terni espressamente dedicata al tema della Sanità in Umbria.

"Siamo in una fase di tagli - ha detto il presidente Polli - ma l'obiettivo di fondo è quello di garantire gli stessi servizi ai cittadini con meno soldi, quindi attuando delle razionalizzazioni. Il punto è che, nel ridisegnare i nuovi assetti siamo fortemente impegnati a salvaguardare la situazione degli equilibri generali della nostra provincia."

Il dibattito che sta tenendo banco in questi ultimi tempi è infatti incentrato sulla paventata riorganizzazione che vorrebbe due ASL a gestire tutta la regione, ma che non chiarisce i criteri di gestione dei punti ospedalieri nei territori e nei distretti.

"Per quello che riguarda gli ospedali - afferma Polli - nella riforma si prospetta l'impostazione che prevede una integrazione tra le strutture di Orvieto, Narni / Amelia e l'Azienda ospedaliera. Stiamo lavorando per una integrazione verticale a livello di ospedali della provincia con l'Università, cosa possibile anche alla luce di una importante sentenza della Corte Costituzionale proprio di questi giorni".

"La razionalizzazione - ha aggiunto Polli - si giocherà molto sui territori, mettendo a posto buchi e sprechi. Lo schema che viene avanti appare condivisibile, pensiamo però che si deve trovare una soluzione equilibrata rispetto alle Aziende nella logica appunto degli equilibri, della efficienza e di criteri seri e univoci fra Perugia e Terni. Inoltre, è importante che nel razionalizzare la spesa si punti ad una sanità posizionata sul territorio. Dobbiamo trovare, infatti, le condizioni per una spinta reale ai Distretti".

"In definitiva - ha concluso Polli - siamo pronti a seguire le razionalizzazioni e ci impegneremo in tal senso, ma in una logica di equilibrio complessivo che tiene insieme la Regione e non, per una logica politica che privilegia solo la scelta dei contenuti e non dei contenitori, che pure hanno il loro rilievo importante. Da parte di tutta l'Umbria, in questa fase, devono essere contenuti localismi e campanilismi. L'Umbria la teniamo insieme se si trova un equilibrio complessivo sulle questioni fondamentali come la Sanità. Vogliamo valorizzare adeguatamente vocazioni e specificità dei territori, costruendo equilibri complessivi secondo un processo partecipativo reale e responsabile. Nella riforma e nei sacrifici, la nostra linea e il nostro impegno riguardano tutto il territorio provinciale che vogliamo salvaguardare. Ed Orvieto sta dentro questa impostazione".

nella foto il Presidente Polli e l'assessore Margottini del Comune di Orvieto durante la conferenza stampa dedicata agli interventi di manutenzione del fiume Paglia

Commenta su Facebook