politica

Dimissioni in massa nella Segreteria del PD Orvieto. Opposti sussulti e verifica della linea Mariani: eutanasia o rinnovamento vero?

mercoledì 25 aprile 2012
di Laura Ricci
Dimissioni in massa nella Segreteria del PD Orvieto. Opposti sussulti e verifica della linea Mariani: eutanasia o rinnovamento vero?

Non si placa la tormentata vita interna del Partito Democratico di Orvieto, attraversato, come da molti anni a questa parte, da discussioni che, come sempre, sembrano andare oltre la normale dialettica. Mentre il partito orvietano punteggia la comunicazione cittadina con frequenti comunicati pieni di buone intenzioni e annuncia, in occasione del 25 aprile e con lo slogan "stare insieme, fare insieme", l'avvio della campagna di tesseramento, un nuovo metodo partecipativo e un cambiamento di rotta, filtra una notizia che sembra piuttosto riconfermare le vecchie e annose questioni, ossia le due irrisolte linee del partito. Si sono infatti dimessi ultimamente dalla Segreteria - senza che ne sia stata data notizia, e viene da chiedersi, a chi fa il lavoro di "informare", perché si comunichino ufficialmente le nomine e no, invece, le dimissioni, come se non fossero, parimenti, informazione che vale la pena porre all'attenzione dei cittadini - si sono dimessi, dicevamo, Massimo Stella, Anna Rita Mortini e, ultima e più recente, Liliana Grasso. Dopo le dimissioni ben più lontane di Massimo Gambetta, che non ha neanche rinnovato la tessera, restano, del nucleo iniziale della Segreteria Mariani, solo Gilberto Settimi e la vice segretaria Cristina Croce, che peraltro appartiene al gruppo, sembra minoritario ma non proprio sparuto, dei dissidenti dalla linea del segretario.

Il contrasto sembra essere tutto su un auspicato, e difficile, rinnovamento: da una parte chi, come Croce, Grasso, Bugnini, Scopetti, Germani e altri, vorrebbe potenziare e rinnovare il partito puntando su nuovi nomi e sulle competenze, dall'altra chi, come il segretario Mariani e buona parte della tradizionale nomenclatura, continua a perseguire, pur avanzando la priorità di un dibattito interno ai circoli, la logica della "vecchia" esperienza e della spartizione degli incarichi tra i dirigenti, impedendo, a detta dei dimissionari, un effettivo e necessario rinnovamento dei quadri dirigenti. Così affermano Liliana Grasso e Cristina Croce, mentre minimizzano sia il segretario Leonardo Mariani che la presidente Pirkko Peltonen. Mariani afferma di avere dalla sua, pur se abbandonato da buona parte del suo staff di segreteria, la maggioranza del partito di Orvieto, e Peltonen parla di "normali confronti interni a un partito".

Un partito diviso e depotenziato dai soliti problemi, a nostro avviso, che in un tempo di crisi generale non solo del modello sociale e economico dell'ormai vecchio Occidente, ma del ruolo e dell'appeal sempre più esiguo dei partiti, rischia, avvitato su se stesso, di non vedere con chiarezza come è percepito dalla città e dai suoi stessi elettori. Un rinnovamento drastico si impone, nel PD come altrove, e proprio sulla strada delle competenze e della rinuncia a leadership che, quand'anche fossero competenti, appaiono pericolosamente stantie agli occhi di chi dovrà scegliere da chi far guidare, fra due anni circa, la città. Se non si va su questa strada, già di per sé difficile per la generale sfiducia verso la politica tradizionale e i partiti, il PD mostrerà di non saper approfittare neanche del palese calo di popolarità del governo Concina.

Siamo in un'epoca in cui la maggioranza delle persone, delusa dai partiti, soprattutto a livello locale guarda alle persone. Siamo in un'epoca di grave crisi sociale, economica e culturale, un'epoca palese di basso impero, in cui non solo i valori e i tradizionali modelli economici e sociali dell'Occidente sono, nonostante la cieca ostinazione a riproporli dei decisori, in disfacimento, ma persino il clientelismo di un tempo ha perso ogni potere, semplicemente perché non c'è più nulla da promettere o da spartire. E', indubbiamente, tempo di relazioni vere, di trasparenza, di competenze e di innovazione effettiva: tutti argomenti che non si inventano sulla carta (e neanche sul web), ma si praticano nella concretezza del vivere. Nessuna linea può più tenere di fronte al nudo mostrarsi della realtà.

In ogni caso, sulle due linee dell'annoso contrasto il PD Orvieto è pronto al confronto. Dopo un'affollata Direzione, che ha cercato di filtrare le diverse e animate vedute, ai primi di maggio si andrà a una più serrata discussione all'interno dell'Unione Comunale, dove il segretario Mariani porterà in discussione un documento per una verifica sulla sua linea. Quale che passi, la linea possibile ci sembra solo una, e chissà se basterà.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 dicembre

"Far Web. Odio, bufale, bullismo. Il lato oscuro dei social" nel saggio di Matteo Grandi

Todi Magic Christmas. Tra luci e musica, il Natale dà spettacolo

Lectio Magistralis di Gianrico Carofiglio su "La Ribellione della Bellezza"

Taglio del nastro (arancione) a Palazzo dei Sette per la sede di Cittaslow International

Due incidenti stradali in due giorni

Ad "Arti e Mestieri Expo" vetrina natalizia per i prodotti della Tuscia

L'Istituto Agrario guarda al futuro. Cotarella all'inaugurazione della Cantina Didattica

Il Lions Club per il Merletto Orvietano. Catalogo generale e mostra tematica a Palazzo Coelli

"Sicurezza, Cittadini, Territorio" incontro con il Sottosegretario Bocci

Vetrya Orvieto Basket ospita la Favl per la prima di ritorno

"Prendere a Cuore" per favorire la prevenzione e la riabilitazione dei malati cardiopatici

"Imago VV". A Palazzo Coelli la presentazione del volume di Alberto Satolli

Per Maria Elena

Umbria al vertice del rapporto Istat su servizi prima infanzia

Fondo Beato Giacomo Villa, si conferma anche quest'anno

Open Day all'Istituto Professionale per l'Agricoltura e l'Ambiente "Bruno Marchino"

Precetto militare interforze nella Chiesa Cattedrale di San Lorenzo

Scuola aperta per tutti, l'Istituto "Dalla Chiesa" si mette in vetrina

Sportello UnitusJob, il ponte tra laureati e mondo del lavoro

I progetti presentati al V Premio Simonetta Bastelli esposti alla Mostra Internazionale di Architettura del Paesaggio

Chiuso in entrambe le direzioni il tratto della Strada Statale 685 delle Tre Valli Umbre

"Natale in Musica 2017". Eventi e concerti dal 16 dicembre 2017 al 28 gennaio 2018

Old Rock City Orchestra in gara su "Classic Rock Italia", come votare

"Salva la tua lingua locale", Rita Santinami tra i sette finalisti del concorso

"Tanti Lati Latitanti" al Lea Padovani. Viaggio nelle relazioni con Ale e Franz

Le giornate del merlo

La Zambelli Orvieto lotta, soffre e vince, battendo in trasferta il Club Italia

La Fidapa - Bpw Italy guarda al nuovo anno. A Orvieto, l'Assemblea del Distretto Centro

Trasferta a Villa Giulia per l'Ecomuseo del Paesaggio degli Etruschi

Il fascino nascosto di "Bagnoregio Underground". Conferenza e mostra a Palazzo Alemanni

I Clown di Fellini a "Particolari. Volti e racconti del Natale bagnorese"

Notti sul ghiaccio alla Fonte del Rigombo, si pattina con "Acquapendente On Ice"

"Lavandaia Day" in compagnia della Compagnia delle Lavandaie della Tuscia

Fumo bianco a "Le Crete", cittadini in allerta

Unitus, Beni Culturali restaura il Fonte Battesimale del Duomo di Viterbo

La Zambelli Orvieto assalta la prima posizione ospitando la Teodora Ravenna

Servizi alla sanità. Confindustria conferma presidente Nardi Schultze, Mazzocchini nel direttivo

"Stradabilia (prove tecniche per un festival di artisti di strada)". Musica con Rossella Costa Trio

In attesa di che

Inaugurato il Nucleo Alzheimer, "modello da esportare ed estendere in Umbria"

"Tu sei Bambino!". Doppio concerto per i cori parrocchiali di Montecchio e Guardea

Babbo Natale a Piazza degli Aceri, festa con l'associazione Ciconiaviva

Vetrya: l'Università della Tuscia presenta i lavori del programma "Semestre in Azienda"

Forestale alla discarica. SAO: "Solo vapore acqueo"

Un re folle

Dopo Orvieto, Voyager fa tappa anche a Viterbo

Orvieto e Perugia insieme per la candidatura unitaria della "Spur - Città Etrusche" al Patrimonio Unesco

Tredicesima seduta del consiglio comunale. In otto punti l'ordine del giorno

"Sacro e Profano". Sergio Canonici espone alla Torre dei Monaldeschi

La Nuova Biblioteca Pubblica "Luigi Fumi" si fa salotto per "Le Streghe"

Al Concerto di Natale alla Camera dei Deputati vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma

Giornata di solidarietà per i più piccoli a San Pellegrino di Norcia

"Natale al Fanello". Musica e danza, aspettando Babbo Natale al mercato straordinario

A Orvieto Scalo si inaugura "La Natività dei Giardini"

Sonorità argentine a Palazzo dei Sette, anteprima per "Orvieto Tango Festival"

In mostra a Civitella del Lago due rarissime stampe ritraenti Orvieto e Amelia

"Sfilata e Aperi....Piero (Aperitivo)...e Tanto Altro"

Le labbra, mio Dio, l'aspide

Al Muzi, l'Orvietana ritrova la Clitunno

Raccolta differenziata, Orvieto balza dal 44% del 2014 al 70%