politica

Nota PD sulla crisi economica. Pizzo risponde: "ingenerosa"

martedì 17 aprile 2012

"La nota del PD sulla crisi economica è quanto mai ingenerosa sia nei confronti dell'operato dei suoi Amministratori che nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori citati."

A parlare, attraverso un comunicato stampa, è Piergiorgio Pizzo, capogruppo UDC in consiglio comunale.

"Nella nota del PD si legge, a fronte del mio intervento in Consiglio Comunale - spiega Pizzo - su una ipotesi di compartecipazione del Comune al finanziamento di imprese che investono sul territorio, che " .........e quando mai un Comune ha avuto questa funzione".  Vorrei ricordare loro che, le amministrazioni antecedenti l'esperienza Concina, hanno finanziato moltissime imprese, dalle quali non ha ottenuto ne sviluppo ne posti "per tutti" di lavoro, ma solo sperpero di pubblico denaro.  Il Codice Civile, all'art. 2082 definisce il termine l'imprenditore": è imprenditore chi esercita professionalmente ... omissis ... al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi".

Da questa definizione - continua Pizzo - si desume la definizione di impresa, pertanto viene da domandarsi:

- Te.Ma. è o non è un'impresa
- CSCO è o non è un'impresa
- Consorzio Crescendo è o non è un'impresa
- RPO è o non è un'impresa
- ATC è o non è un'impresa
- Farmacia Comunale è o non è un'impresa
- CMM è o non è un'impresa
- Cooperativa CIMOA è o non è un'impresa

Se, poi, vogliamo entrare nei dettagli delle cifre ...

Per quanto riguarda il Consiglio Comunale aperto, mi sarei aspettato delle doverose scuse, da parte di chi ha chiesto la convocazione dell'Assise, nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori per aver creato delle aspettative su una possibile soluzione, ribadita anche nel comunicato dove si definiscono le parole dell'Ass.re Riommi "cautamente positive", che al momento non c'è. E' inutile continuare a chiedere l'intervento di imprenditori, quando per anni si è ostacolata qualsiasi libera iniziativa ad appannaggio di soli pochi "soliti noti".

Perchè il PD non fa una nota per raccontare che cosa ha fatto negli ininterrotti 60 anni di governo per valorizzare, salvare e rilanciare il tessile? Perchè il PD non racconta la Sua "visione" e il Suo sperimentato e fallimentare modello di sviluppo? ... a si! Un consiglio comunale aperto e una promessa che non Vi dimenticherete di loro.

Bei fatti per un partito che governa Provincia, Regione. ...Ecco, forse, perchè le lavoratrici se ne sono andate deluse !!!!!!!!!

... in ultimo, mi chiamo Piergiorgio."

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 dicembre

Auguri in versi di Buone Feste dall'Unitre Orvieto

La sabbia, amore mio

I cigni

Noi ci svegliammo piangendo

Tra democrazia e demagogia

Zambelli Orvieto sensazionale, batte Ravenna ed è prima

L'Orvietana vince col Clitunno e mantiene il passo

Lucio Dragoni è il nuovo allenatore giallorosso. "Uomo di calcio e Maestro di calcio"

Con le corde, dentro il Pozzo della Cava, per il nuovo presepe-evento: "I Quaranta Giorni"

Sisma, firmata la convenzione Regione-Comuni. Si avvia l'Ufficio speciale per la ricostruzione

Ammissione ai collegi del mondo unito, riaperto il bando selezioneper gli studenti dei Comuni colpiti dal sisma

Castello di Alviano aperto per le feste. Visite al maniero e ai musei che ospita

Uisp Orvieto Medio Tevere, elogio ai giovani ambasciatori dello sport orvietano

L'Avis dona fondi per acquistare uno scuolabus per i bambini di Preci

A Perugia incontro pubblico su fare libri e lettori

Cespuglio di more

Verso le elezioni, due candidati per la presidenza. Tre liste per il consiglio provinciale

Ascensori di Via Ripa Medici in manutenzione, navetta sostitutiva fino a venerdì

I Borghi più belli dell'Umbria discutono di temi e progetti di sviluppo turistico

Lo Sportello del Consumatore, riflessioni su presente e futuro del servizio

La TeMa si aggiudica il bando Psr per sviluppo e commercializzazione del turismo

"Capodanno in Famiglia" al Santuario dell'Amore Misericordioso

L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca