politica

"Laboratorio Orvieto per l'Alternativa democratica". Dal PD una nuova iniziativa di confronto con la Città

sabato 15 ottobre 2011

"Rafforzare il partito e ripensare al futuro di Orvieto e dell'Orvietano." Con questo obiettivo, e con il voto unanime alle proposte avanzate dal segretario Leonardo Mariani, si è concluso il confronto interno al Coordinamento comunale del Partito democratico che porterà alla costituzione di un "Laboratorio Orvieto per l'Alternativa democratica".

"Una piattaforma programmatica e democratica, - spiegano dal Partito Democratico di Orvieto, - che approfondendo la Conferenza Programmatica del Giugno scorso vorrà essere il progetto di sviluppo che il Pd intende promuovere per la città di Orvieto e per dare un contributo nel comprensorio.

Un'alternativa, - continua la nota stampa della segreteria di Orvieto, - che deve diventare più che mai concreta in un momento dove l'operatività dei governi di centrodestra produce esclusivamente disagi per i cittadini. Una situazione di grave crisi economica, istituzionale e morale che il centrosinsitra deve saper affrontare con rigore e con inziative che mettano in luce le anomalie del Paese. Argomenti che saranno alla base del forum politico di lunedì sera, alle ore 21, al Palazzo dei Sette. Soprattuto un'alternativa che sappia rilanciare con forza l'opposizione alla disastrosa amministrazione comunale di Orvieto e ricostruisca una proposta programmatica su cui ritrovare un progetto di alleanze e una speranza per un nuovo futuro della città."

"Il vuoto progettuale e amministrativo della giunta Concina e della sua maggioranza, - si legge nel comunicato, - hanno prodotto scelte disastrose in termini di bilancio (rincaro mense, scuolabus, parcheggi, Tarsu, ecc.) colpendo direttamente l'economia dei cittadini e alimentando sfiducia popolare. Orvieto deve tornare quanto prima al voto perché, nella situazione di difficoltà che attraversa la città, occorre una maggioranza chiara e coesa, una rinnovata fiducia dei cittadini-elettori, traditi dai trasformismi che reggono Concina e la sua giunta. Una fiducia che deve coesistere con la trasparenza e con l'obbligo morale di informare l'opinione pubblica e gli organi preposti della sistematica violazione delle regole e delle incompatibilità.

Il centrosinistra è chiamato, dunque, a un confronto e a una mobilitazione radicale sui temi che interessano la città e i cittadini. A sfatare i dubbi sulla valorizzazione del patrimonio pubblico, a ridare forza al rilancio dell'ospedale e del sistema socio-assistenziale territoriale all'interno della riforma sanitaria. Bisogna rimettere al centro del dibattito l'importanza delle opere pubbliche ed infrastrutturali e le gravi responsabilità del Comune per il ritardo dei cantieri della Complanare e del Casello nord. Occorre rimodulare il sistema rifiuti, dall'adozione della differenziata su tutto il territorio comunale allo sviluppo della filiera del riciclo. E non ultimo guardare al rilancio del "Patto di Territorio" quale strumento straordinario per una risposta adeguata alla crisi del sistema produttivo locale.

Il Partito democratico e il centrosinistra, - conclude la nota del PD - hanno l'obbigo di infondere speranza nel nuovo e nel futuro prima che ci si arrenda alla rassegnazione. Il "Laboratorio Orvieto per l'Alternativa democratica", vuole essere il punto d'incontro di una nuova alleanza politica e di nuovo modello di sviluppo orvietano che sia protagonista nei nuovi assetti endoregionali. Spetta al Pd riconfermare il ruolo propulsivo di una nuova riflessione programmatica per riportare le forze moderate e progressiste al governo della città. Un ruolo al quale il Pd non si sottrae in quanto forza di maggioranza relativa in città e nel centrosinistra, chiamando ognuno ad assumersi il proprio pezzetto di responsabilità."

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno