politica

Edilizia scolastica. La vicepresidente della Regione Casciari: "Per l'Umbria nessun finanziamento da parte del Governo"

martedì 20 settembre 2011
Edilizia scolastica. La vicepresidente della Regione Casciari: "Per l'Umbria nessun finanziamento da parte del Governo"

"La cronica mancanza di risorse per l'edilizia scolastica è un ulteriore problema che ricade sui nostri ragazzi alla ripresa della scuola". Ad affermarlo è la vicepresidente della Regione Umbria, Carla Casciari, rendendo noto di aver appreso dalla Commissione Istruzione della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, che "non si prevede alcun trasferimento di risorse per la maggior parte delle Regioni italiane, compresa l'Umbria, ad eccezione di quelle del Sud che potranno contare sui 400 milioni di euro previsti dal Governo nel secondo programma stralcio per lo sblocco dei fondi FAS".

"E' un problema in più - ha detto Casciari - che si dovrà affrontare in questo anno scolastico iniziato con difficoltà, che ha visto le famiglie impegnate in spese crescenti e i ragazzi costretti a seguire le lezioni in spazi sempre più ridotti. 

In questo contesto si inserisce anche la mancanza di risorse per l'edilizia scolastica: "Dai dati pubblicati proprio in questi giorni dai quotidiani nazionali e tratti da un'indagine relativa alla condizione di sicurezza degli edifici scolastici commissionata dai Ministri Tremonti e Gelmini a seguito del crollo nel 2008 nella scuola di Rivoli (Torino, emerge un quadro preoccupante per il rischio che gli studenti, gli insegnanti e il personale ATA, corrono quotidianamente quanto entrano a scuola.

Secondo l'indagine - aggiunge Casciari - in Umbria il rischio è del 32,1 per cento, un dato in linea con quello nazionale che registra come solo il 30 per cento del patrimonio immobiliare scolastico, possieda i requisiti richiesti dalla legge". "A seguito del grave incidente che provocò la morte di uno studente, - ha proseguito la vicepresidente - il Ministero commissionò con urgenza un monitoraggio e la ricognizione del patrimonio scolastico. Contestualmente, furono trasferiti alle Regioni i fondi per la messa in sicurezza e per la prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, come ad esempio controsoffitti, telai e impianti elettrici.

La Regione Umbria - continua - ricevette finanziamenti per il primo programma straordinario, pari a 6.732.000 euro, fondi che furono utilizzati, insieme a quelli che la Giunta regionale stanzia annualmente per interventi di ristrutturazione e per la messa in sicurezza degli edifici che necessitavano interventi urgenti di manutenzione. A loro volta le Regioni, insieme ad ANCI e UPI, hanno chiesto formalmente al Governo che vi fosse maggior certezza nella continuità del finanziamento statale, così come previsto dalla Legge '23/96' e, allo stesso tempo, che i fondi del secondo piano stralcio da adottare con una delibera CIPE, fossero resi disponibili immediatamente e utilizzabili anche per interventi di tipo strutturale".

"Nel documento politico - precisa - le Regioni chiedevano anche che la lista degli interventi urgenti fosse condivisa con gli Enti Territoriali, come indicato dalla legge 23/96, e che le risorse fossero assegnate direttamente agli stessi enti proprietari degli edifici scolastici, data anche la straordinarietà dell'intervento".
"La sollecitazione delle Regioni è stata pressoché inutile - continua - e la messa in sicurezza degli istituti scolastici ricadrà interamente su alcune Regioni che, con grande difficoltà, cercheranno di rispettare la programmazione regionale finanziando gli interventi con risorse proprie sempre più esigue. La Giunta regionale - ha concluso - si impegnerà comunque a mantenere in bilancio le voci destinate alla sicurezza degli edifici scolastici, proseguendo l'opera di ristrutturazione e revisione dell'esistente insieme a Comuni e Province direttamente competenti in materia di edilizia scolastica".

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 ottobre

Il Boni pronto a volare. Aperta la campagna abbonamenti, via alla nuova stagione teatrale

Sogni incrociati

Bollette pazze, Olimpieri (IeT) chiede conto con un'interpellanza dell'accaduto

L'Istituto Agrario di Fabro vola in Sicilia per conoscere la cooperativa "Lavoro e non solo"

Le impressioni di capitan Serena Ubertini dopo l'esordio vincente della Zambelli Orvieto

Uffici postali. Gori: "Bene tavoli confronto regionale, impegno comune evitare riduzioni servizio"

Ceramica, Paola Biancalana e Andrea Miscetti sul podio del concorso "Il segno del tempo"

Forza Italia: "Acquapendente invasa dai topi, c'è troppa immondizia in giro"

In marcia con la Polisportiva verso la chiesa della Madonna di Loreto

Le tre slide mancanti di Palazzo Chigi

"Senza Monete" compie tre anni. Festa all'Emporio del Riuso e dello Scambio

Per "Lezioni di Storia" al Teatro Mancinelli arriva Alberto Mario Banti

Mano tesa tra la Scuola di Musica "Casasole" e la Filarmonica "Mancinelli"

Sicurezza all'ex caserma Piave con "Crash Scene. Indicazioni Salva Vita"

Dopo otto anni torna il "Bollettino sulla situazione economica e sociale dell'Area Orvietana"

Case popolari, c'è il bando. Per la presentazione delle domande c'è tempo fino al 29 novembre

FotograMia

Giubileo, in corso le iniziative per le Settimane della Misericordia

Torna l'Operazione Mato Grosso. Giovani al lavoro a sostegno dell'America Latina

"Aspettando Halloween". Festa alla sala parrocchiale della Segheria

"Non c'è sicurezza senza prevenzione". Sul tavolo, le criticità del territorio umbro

Ritrovato l'uomo smarrito nei boschi. Terzo caso in quindici giorni

Orvietana, faccia a faccia con i due fratelli Fillippo e Giuliano Avola

Al frantoio Cecci di Monterubiaglio torna "Pane e Olio". Le degustazioni si fanno solidali

Ilaria Alpi si è suicidata?

"Arte sui muri. Street art e urban art". Giornata di studi all'Università della Tuscia

Meteo

giovedì 19 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

21:00 11.2ºC 78% buona direzione vento
venerdì 20 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 18.0ºC 54% buona direzione vento
15:00 21.6ºC 38% buona direzione vento
21:00 11.7ºC 75% buona direzione vento
sabato 21 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.7ºC 55% buona direzione vento
15:00 21.9ºC 43% buona direzione vento
21:00 13.1ºC 90% buona direzione vento
domenica 22 ottobre
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.7ºC 83% buona direzione vento
15:00 19.4ºC 69% buona direzione vento
21:00 10.6ºC 85% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni