politica

Manifestazioni "Patrimonio d'Italia": bene la scelta del ministro Brambilla secondo i Radicali

giovedì 11 agosto 2011
di Radicali Italiani

Sulla polemica in corso in Umbria rispetto agli eventi contraddistinti, nella regione, dal marchio "Patrimonio d'Italia", riceviamo e pubblichiamo il punto di vista di alcuni esponenti di Radicali Italiani.

"La levata di scudi nei confronti del ministro Brambilla - afferma una loro nota stampa - è pretestuosa, immotivata e rispondente esclusivamente a rozzezza intellettuale. E' semplicemente ridicolo che qualche assessore regionale si sia permesso di ricorrere arbitrariamente ad Aldo Capitini, senza conoscerne affatto il pensiero, per perorare ragionamenti che il filosofo perugino avrebbe duramente stigmatizzato.

Ricordiamo a qualche smemorato che proprio Capitini, divenuto vegetariano nel 1932 in segno, com'egli stesso non si stancò mai di rimarcare, di aperta opposizione al fascismo, organizzò nel 1952 a Perugia, insieme ad un altro umbro, Edmondo Marcucci, un convegno su "La nonviolenza riguardo al mondo animale e vegetale" da cui, poi, nacque la Società vegetariana italiana.

Il ministro Brambilla ha giustamente premiato due tra le più belle e conosciute manifestazioni umbre invitando correttamente quelle che palesemente non rientravano nei chiarissimi criteri previsti per meritare il marchio "Patrimonio d'Italia" a rinnovare la propria formula. Non possono che giudicarsi da sé le esternazioni, reclamizzate a bella posta, di qualche rappresentante di ente (politicamente) preposto all'organizzazione di corse o giostre.
Siamo certi, però, che la maggioranza degli umbri, come degli italiani, abbia perfettamente compreso le motivazioni addotte dal ministro e le condivida perché testimonianza di una nuova e più matura sensibilità civile, di quella coscienza che impone innanzitutto il rispetto, e non lo sfruttamento, delle specie animali non umane. Ogni occasione è buona, a quanto pare, per mettersi in mostra soprattutto se in vista ci sono scadenze elettorali. Sarebbe, invece, ora che in una regione come l'Umbria che ha dato i natali a Francesco d'Assisi, oltre che ai ricordati Capitini e Marcucci, si aprisse una seria riflessione anche su questi temi. Gli enti locali sono chiamati a svolgere, in questo senso, un ruolo molto importante, in particolare nei confronti delle generazioni più giovani, negando, ad esempio, ospitalità ai circhi che nei loro spettacoli utilizzano animali e privilegiando, nella concessione di contributi e patrocini, sagre in cui non si faccia mercé di qualsiasi specie animale, dai cinghiali alle lepri, dalle lumache al vitello e chi più ne ha ne metta. L'Umbria può davvero essere il cuore verde d'Italia. Basta solo volerlo".

Francesco Pullia
della direzione nazionale di Radicali Italiani

Liliana Chiaramello
segretaria di radicaliperugia.org

Andrea Maori
tesoriere di radicaliperugia.org

Commenta su Facebook

Accadeva il 11 dicembre

"ValorePaese". Immobili in concessione, con la promessa di rinascita

Pronta la prima area di sgambatura per cani, già previste altre due

Cena degli Auguri di Natale ed assemblea generale per l'Unitre

Vetrya Orvieto Basket d'autorità in casa della capolista

"Questa nostra Italia". In tanti a Orvieto per l'ultimo libro di Corrado Augias

Pulcinella

Orvieto FC, la prima squadra ritorna in vetta. Momento magico per la società

Orvieto Comune Europeo dello Sport 2017, la tribuna dello Stadio ha il tetto bucato

Quella faccenda lunga della "Settimana Corta"

Comitato Pendolari Roma-Firenze: "Delusi dall'assessore Chianella"

L'Orvietana mette paura alla capolista

In Via Vecchietti torna il Mercatino di Natale della Solidarietà

Pagamento mensa e trasporti, il bollettino arriva a casa

Torna "Valner.In.A.Box", il regalo che non dimentica l'Umbria post sisma

"Campioni in Cattedra" con il Coni, Alessio Foconi alla Scuola Primaria "Barzini"

Gli studenti dell'Istituto Comprensivo a "Mezzogiorno in famiglia"

Televisori sintonizzati su Raitre, Orvieto in onda su "Geo&Geo"

Assemblea regionale di "Potere al Popolo Umbria"

XXV Convegno Internazionale di Studi su Storia e Archeologia dell'Etruria

Prestiti "ad occhi chiusi" in biblioteca per un invito alla lettura a sorpresa

Guasto meccanico all'ascensore del sottopasso ferroviario

In 350 sulla Rupe per la tre giorni di "Orvieto Tango Winter"

Consulta per il sociale e Consulta giovani al Villaggio di Natale con la mostra di pittura

Medaglia d'Oro alla Protezione Civile, sede umbra collegata per la cerimonia

Raffiche di vento e pioggia, si moltiplicano gli interventi dei Vigili del Fuoco

Giornata di studio all'Unitus, Lazio terreno fertile per il futuro