politica

Fiammetta Modena: “Coerentemente con il rispetto per l'assemblea regionale, il presidente Brega dia le dimissioni"

martedì 17 maggio 2011

"Mentre il centrodestra passo dopo passo continua ad aumentare il numero dei propri sindaci, in questa tornata Nocera e Montecastrilli, il centrosinistra ogni giorno deve fare i conti con uno scandalo o con una nuova inchiesta. Seminascoste dalla par condicio sono scivolate via le notizie di questi ultimi giorni: il coinvolgimento dell'ex-assessore Rosi nell'inchiesta sul voto di scambio, l'inchiesta Finmeccanica contro D'Alema, con relativa chiamata in causa del sistema sanitario ed infine l'accusa di peculato per il presidente del Consiglio regionale".
Inizia così la nota odierna di Fiammetta Modena (portavoce di Pdl e Lega Nord in Consiglio regionale) che contiene una riflessione sul voto amministrativo e sulle vicende giudiziarie che stanno interessando alcuni esponenti della Pubblica amministrazione.

"Se si considera che da più di sei mesi siamo senza assessore alla sanità - continua - perché Riommi si è dimesso sempre a causa dell'inchiesta, il quadro è decisamente sconcertante. Ci aspettiamo oggi, senza indugio, che il presidente del Consiglio, coerentemente con le tante affermazioni di rispetto per la massima Assemblea regionale che ha sempre fatto, se ne vada. Parrebbe infatti incomprensibile che un assessore alla sanità se ne vada senza aver avuto alcuna informazione di garanzia e Brega rimanesse al suo posto".

"L'unica cosa di cui ci preoccupiamo - conclude - è di spiegare alla presidente Marini che in tale caso non potrebbe assumere anche le funzioni di Brega, e sarebbe ora che lasciasse quelle della Sanità. Se Eros Brega non avesse la sensibilità di capire da solo che il posto che occupa, proprio perché di rilevanza istituzionale, non è compatibile con la sua posizione di indagato, e secondo noi neanche con le visite al carcere di Vocabolo Sabbione, la massima Assemblea regionale si troverebbe dinanzi a una paralisi totale e a una crisi ineluttabile"


Questa notizia è correlata a:

Caso Porcacchia. Il presidente del Consiglio regionale Eros Brega indagato per peculato nella gestione 2001-2006 degli Eventi valentiniani

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 gennaio

Madame Bovary

Indagine della Procura, le puntualizzazioni di Enel

Giorno della Memoria, ricordare per prevenire. Iniziative della Cgil a Perugia e Terni

Conferenza su "Il mito di Giulia Farnese: amori, potere, storia…"

Robotica e agricoltura di precisione con il Progetto Pantheon

Orvieto FC, la prima squadre batte il GubbioBurano secondo in classifica

Per la Zambelli Orvieto è un momento magico, conquistata Montecchio Maggiore

Orvietana, sconfitta pesante contro il San Sisto

Finisce in carcere per una rapina in banca messa a segno due anni fa

Sicurezza, trecento controlli in due settimane sul territorio

Rti avanza richieste economiche al Comune, Tardani interroga il sindaco

Lia Tagliacozzo presenta il libro "La Shoah e il Giorno della Memoria"

L'Istituto per la Storia dell'Umbria Contemporanea per il Giorno della Memoria

In biblioteca lettura di "Sonderkommando Auschwitz" di Shlomo Venezia

Dal Castello Baronale alla Cappella Baglioni, fino al caffè a Villa Lais

Contro Azzurra Orvieto, Campobasso resiste ma non passa

Una brutta Vetrya Orvieto Basket lascia la vetta a Perugia

Violenza di genere, firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione del sistema regionale di contrasto

"A spasso con ABC", giornata finale per i narratori del futuro

Sul palco del Rivellino, Anna Mazzamauro è "Nuda e Cruda"

Iniziative in tutta l'Umbria per San Francesco di Sales, patrono di giornalisti e comunicatori

"Col trattore in Complanare", in 140 a Ciconia per la benedizione dei mezzi agricoli

Il consiglio regionale FIE Umbria conferma alla presidenza Giulia Garofalo

Rumori di lavori in corso a Palazzo Monaldeschi, Olimpieri (IeT) interroga il Comune

Al Concordia, serata dedicata al teatro con "Il Canto del Gallo"

Comitato Scansano Sos Geotermia: "Il pericolo non va esportato in Maremma"