politica

Si dimette l'assessore Cristina Calcagni. "Lascio la politica a chi è più navigato di me, a chi sono 'quarant’anni che la fa'"

martedì 19 ottobre 2010
Si dimette l'assessore Cristina Calcagni. "Lascio la politica a chi è più navigato di me, a chi sono 'quarantanni che la fa'"

Ha rimesso le proprie deleghe nelle mani del Sindaco di Orvieto. Cristina Calcagni, assessore nella Giunta Concina, con un pacchetto di deleghe tra le più importanti per la vita sociale della città, (PUBBLICA ISTRUZIONE E SERVIZI SCOLASTICI, FORMAZIONE PROFESSIONALE, POLITICHE GIOVANILI, PARI OPPORTUNITA', POLITICHE PER L'IMMIGRAZIONE, SISTEMA INFORMATICO, COORDINAMENTO PROGRAMMA E STAFF DEL SINDACO), ha presentato questa mattina le proprie dimissioni trasmettendo al Sindaco una lunga lettera in cui motiva la sua scelta.

Nel proporre, di seguito, il testo integrale del comunicato stampa con cui l'assessore Calcagni ha annunciato le proprie dimissioni, non possiamo omettere di affermare come questo atto ufficiale e non reversibile, e soprattutto le motivazioni che adduce, apra di fatto nuovi e ancor più difficili scenari di cui il Sindaco e l'esecutivo in carica sono chiamati a dar conto ai cittadini. Il gesto di Cristina Calcagni e le motivazioni dello stesso non potranno non influire, inoltre, sugli esiti della riunione dei capigruppo al Comne di Orvieto, in questo momento ancora in corso.

"Questa mattina ho consegnato alla segreteria del Sindaco, affinchè venisse protocollata, una lunga nota al Sindaco Concina contenente le mie dimissioni da Assessore - rende noto nel suo comunicato Cristina Calcagni. - Le motivazioni del gesto, certo non impulsivo ma meditato lungamente, sono anche frutto dei dissidi interni e di lunga data che si sono aggiunti al rimandato Consiglio Comunale per l'approvazione degli anni 2009/2010, in particolare al previsionale 2011 che dovrebbe contenere tagli pari a 3,5 milioni di euro, praticamente l'azzeramento di tutto, così come annunciato dai CapiGruppo della coalizione di governo. Tra questo "tutto" ci sono i servizi essenziali: dagli Asili Nido agli Scuolabus nonchè la Mensa Scolastica. Mi soffermo su questi ultimi tre punti per limitarmi alle deleghe assegnatemi.

Ci sono servizi che non possono essere esternalizzati, poichè il tessuto sociale di questa città non è omogeneo e soprattutto perchè esiste una fetta molto importante della collettività che non riesce ad arrivare alla fine del mese. Già l'aumento di un euro per usufruire del servizio mensa ha messo in difficoltà alcune famiglie, soprattutto quelle con due figli, il cui aumento è divenuto sostanziale ed insostenibile per la gestione dell'economia famigliare delle stesse.

Inoltre per quanto riguarda gli Asili Nido abbiamo qui ad Orvieto la necessità di realizzare, così come tra l'altro iscritto nel Programma del Sindaco, un terzo asilo nido poichè gli esistenti sono insufficienti a contenere l'alta domanda soprattutto quella dei grandi centri abitati di Ciconia e di Orvieto Scalo, dove oltre ad una presenza cospicua di persone abbiamo anche la maggiore concentrazione di nostri concittadini extracomunitari. Da mesi stiamo lavorando per cercare di espropriare il terreno che avrebbe dovuto ospitare tale nuova struttura con i fondi che erano stati stanziati tanti anni fa. Oltre all'utilizzo di quelle poche risorse ci stavamo adoperando nella ricerca di risorse che ci consentissero di andare avanti nel completamento della struttura in tempi rapidi dopo la progettazione della stessa.

Operazioni queste di non facile soluzione ma che con il tempo del mandato avremmo certamente, e di questo ne sono convinta, potuto portare a termine. Ora però improvvisamente gli Asili Nido costano troppo all'Amministrazione!

Gli Scuolabus: un territorio di 281 chilometri quadrati suddiviso in 13 frazioni, la frazione più distante dalla Rupe è Titignano 23 chilometri. Il servizio scuolabus del Comune è indispensabile per garantire il diritto allo studio ed alla scuola dell'obbligo. Tra l'altro tale servizio è gestito da nostri mezzi e dal personale del Comune che, laddove non è riuscito ad arrivare, si è avvalso della collaborazione in convenzione, attraverso regolare gara di appalto, con una cooperativa che si è aggiudicata quel pezzo di servizio. Quest'anno, senza risorse aggiuntive, siamo riusciti a spezzare una lunga tratta che teneva a bordo bambini della materna per un'ora e venti (all'andata e al ritorno).

La mensa scolastica: anche qui esiste una convenzione che scade nel 2012. Per quella data sicuramente saremmo stati in grado di ottimizzare costi/benefici senza gravare ulteriormente sulle famiglie.

Il Centro Studi: abbiamo avviato insieme a tutto il CdA un ambizioso progetto di risanamento, abbiamo eliminato le spese, non ci sono più corsi che comportino un costo per la struttura, stavamo lavorando per cercare una soluzione logistica alternativa all'ex ospedale, già avevo preso parte a riunioni per trovare la sinergia tra il CSCO e la Biblioteca Fumi per arrivare ad un Polo Culturale unico, con la possibilità di rivisitazione delle corse degli Scuolabus per capire come far arrivare tutti i ragazzi sulla Rupe affinchè tutti siano nelle condizioni di poter usufruire della Biblioteca. I costi di gestione di entrambe le realtà potevano essere ottimizzati senza impatti sui servizi.

Vi riporto alcuni punti della lettera che è nelle mani del Sindaco:
"...Non è tagliando tutto che si risolvono i problemi di questa città, come più volte ho provato a dire il risanamento del bilancio ed il rinnovamento passano attraverso un impegno graduale che forse si poteva ottenere alla fine di questo tuo mandato. Qui non siamo in paesi dell'America Latina dove, purtroppo, i colpi di Stato sono all'ordine del giorno; qui siamo ad Orvieto - Ombelico del Mondo - piccola cittadina dove l'assistenzialismo era il pane quotidiano legato alla politica del consenso. Il ruolo di un Amministratore si evidenza nelle scelte per il bene della collettività amministrando, cioè gestendo la cosa pubblica. Quando si vuole azzerare tutto bisogna tener conto che il prezzo non lo pagherà mai chi ha mal governato ma tutta quella collettività che ne ha beneficiato e che vorrebbe ancora continuare a beneficiarne, dalle donne e gli uomini che lavorano ai bambini e i ragazzi. Aumenti e tagli con una città che è sporca, piena di buche con l'erba alta che ne fa da padrona.

Non ho preconcetti, né mi sopravvaluto; molto probabilmente il mio operato non piace e non è in linea. La giunta e' divisa da sempre e certamente non per mie responsabilita', comunque non accetto di operare come se l'amministrazione fosse commissariata senza nemmeno poter disporre dei poteri straordinari che un commissario puo' usare per mitigare gli effetti sul sociale, pertanto lascio la politica a chi è più navigato di me, a chi sono "quarant'anni che la fa".

Guardando alle tue linee programmatiche, votate all'unanimità dal Consiglio Comunale, mi sembra di averle portate avanti alla lettera.

Desidero ringraziare tutti i Dirigenti in particolare l'Ing. Mazzi e il Dott. Carpinelli vero supporto e competenza di questa Amministrazione, con loro ho potuto affrontare e risolvere tanti problemi. Per quanto mi riguarda tutta la macchina amministrativa ha risposto con competenza e professionalità a concreto supporto della tua sindacatura."

Mi dispiace molto e il mio pensiero oggi è vicino a tutti quei ragazzi che mi hanno seguita e che al momento si adoperano in progetti, molteplici, che abbiamo messo in campo sia come Centro Studi Rodari sia come Centro di Aggregazione Giovanile. Sono davvero molto orgogliosa di questi giovani che hanno bisogno di essere apprezzati, stimolati a ricercare una identità nella nostra città. I risultati sono evidenti: se guardo alla scuola di Piazza Marconi vedo giovani che si occupano di studenti più piccoli che aspettavano in mezzo alla strada l'arrivo dello scuolabus di Porano, giovani che aiutano studenti più piccoli a fare i compiti il pomeriggio presso la sede del Mr. Tamburino, vedo giovani appartenenti a tutti gli orientamenti politici che si confrontano presso il Mr. Tamburino. Vedo giovani che si sono adoperati con la Caritas nell'opera di supporto ai paesi abbruzzesi colpiti dal terremoto. E tante altre attività e progetti. Spero che continuino così come hanno iniziato. Un doveroso ringraziamento alla Cassa di Risparmio di Orvieto, al Crediumbira di Orvieto, alle aziende e ai privati che hanno creduto nel mio lavoro e che mi hanno consentito anche con piccoli contributi e sponsorizzazioni di dare concretezza alle iniziative dei giovani.

Cristina Calcagni"

 

"Un grande dispiacere": il sindaco Antonio Concina commenta così le dimissioni dell'assessore Cristina Calcagni

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 settembre

Dopo due anni riapre la Torre di Chia. "L'Anno dell'India" omaggia Pier Paolo Pasolini

Università della Tuscia, ecco i primi laureati in Ingegneria Meccanica

Genetliaco ai tempi dei social per Pietro Bilancini. La memoria virtuale della sua comunità

Vladimir Luxuria presenta il libro "Il coraggio di essere una farfalla"

Vetrya Orvieto Basket in campo per la prima di Coppa

Alla scoperta di Viterbo Medievale, tra antichi palazzi e famiglie influenti

Incidente stradale tra auto e moto, muore una coppia di cinquantenni

Il Sap attacca: "I tagli alle risorse per la sicurezza si abbattono sui cittadini"

Spettacolo pirotecnico allo Stadio Comunale per San Marco Papa patrono

"Rimboschiamoci le maniche per… Puliamo il Mondo". Due appuntamenti per grandi e piccini

Personale della Provincia in assemblea. Il 6 ottobre, sciopero nazionale

Lugnano in Teverina ospita la Maratona dell'Olio 2017, svelate le date

Giornata dell'Alzheimer, inaugurato il laboratorio di stimolazione cognitiva della Media Valle del Tevere

Mobilità notturna e agevolazioni per gli studenti universitari con "Gimo"

Libri di testo scolastici, entro il 20 ottobre la presentazione delle domande per i contributi

Presentazione di "Una poesia" e proiezione de "Il fiume ha sempre ragione"

L'esperienza del Contratto di Fiume del Paglia al convegno nazionale "I Paessaggi delle Acque" di Venezia

"Dalla passione alla professione". Intervento di Gianluca Foresi al "Festival del Medioevo"

Match rosa per l'Orvieto FC. Roberta Dieci presenta il romanzo "I sogni non fanno rumore"

Psr Umbria 2014-2020, svolta nei rapporti con l'organismo pagatore per accelerare i pagamenti

Disco verde al rifacimento del campo sportivo di Sferracavallo

Fs Italiane, rafforzato il Piano anti-aggressioni per salvaguardare personale treni e stazioni

Orvieto FC, le ragazze di mister Seghetta a Norcia. Al PalaPapini big match contro il Foligno

Progetto "Facciamo Musica", aperte le iscrizioni ai corsi musicali

La casa di Kafka

"Festa delle Mille Culture", nel segno dell'aggregazione e della condivisione

Blastofago alla marina, il Comune interviene a tutela della pineta

Bon Ton protagonista a "I Primi d'Italia", il festival nazionale dei primi piatti

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni