politica

Entro dicembre 2010 la Regione si attiverà per riorganizzare il sistema sanitario umbro e ridurre le liste di attesa

venerdì 23 luglio 2010
Entro dicembre 2010 la Regione si attiverà per riorganizzare il sistema sanitario umbro e ridurre le liste di attesa

Lo sviluppo di reti di servizi e protocolli unitari per garantire prestazioni sanitarie in maniera appropriata ed omogenea su tutto il territorio umbro, un'Agenzia unica fra le sei Aziende ospedaliere e sanitarie per la gestione delle procedure amministrative, un Piano per il contenimento delle liste di attesa con l'attivazione di un centro unico regionale per le prenotazioni.

"Strumenti e azioni - ha detto l'assessore alla Sanità, Vincenzo Riommi - che la Regione Umbria, in accordo con le Direzioni di Aziende ospedaliere e sanitarie, si propone di attuare entro il 31 dicembre di quest'anno per garantire sia la sostenibilità economica del sistema sanitario sia l'universalità e l'ottimizzazione del servizio, nonostante le minori risorse a disposizione". Le misure e le linee di indirizzo per la razionalizzazione e la riorganizzazione della sanità umbra sono state illustrate e condivise ieri in un seminario organizzato dall'Assessorato alla Sanità con direttori generali e dirigenti delle Aziende ospedaliere e delle Asl.

"Un incontro - ha sottolineato il direttore regionale alla Sanità e Servizi sociali, Paolo Di Loreto - che è servito innanzitutto per una verifica dello stato del sistema sanitario regionale, evidenziando le criticità e valutando le azioni per consentire la sostenibilità del sistema". "L'Umbria - ha precisato l'assessore Riommi - ha chiuso il consuntivo 2009 in equilibrio, con un avanzo di 15 milioni di euro e che, se si considera a livello pro capite, è il più alto tra le Regioni a Statuto ordinario. Dall'andamento dei primi sei mesi del 2010 - ha aggiunto - si evidenziano rischi per il mantenimento di questi risultati. A seguito della manovra finanziaria aggiuntiva e del Patto per la salute, infatti, l'Umbria potrà contare su un aumento delle risorse pari solo all'1.08 per cento rispetto al 2009, mentre l'inflazione sanitaria è superiore al 4 per cento".


In questo contesto "abbiamo delineato e condiviso con i dirigenti delle Aziende - ha detto Riommi - i compiti di lavoro, da sviluppare entro dicembre, per contenere le tendenze di spese e nello stesso qualificare e ottimizzare i servizi. Nel definire i Piani attuativi locali del Piano sanitario regionale, le Aziende - ha spiegato - dovranno pensare a un modello poliarticolato, ottimizzato a dimensione regionale, in modo da razionalizzare la rete di servizi ospedalieri e territoriali, eliminando le duplicazioni, superando le criticità e migliorando la qualità". "Entro il 30 settembre - ha proseguito - le Aziende dovranno individuare gli uffici da sopprimere e le cui funzioni saranno trasferite, entro il 31 dicembre di quest'anno, all'Agenzia regionale, strumento di gestione unitaria delle procedure amministrative".

"Verrà riorganizzata la rete di emergenza - ha detto ancora l'Assessore regionale alla Sanità - con un unico punto di accesso e di smistamento che farà capo al numero 118, che diventerà 112, con un unico staff che attiverà su tutto il territorio regionale il servizio necessario e indirizzerà il paziente nella struttura più appropriata per la patologia che presenta. Gestione unica, e protocollo unitario d'intervento su tutto il territorio regionale, saranno garantiti anche dalle reti farmacologica e delle immagini, dei laboratori, dalla rete dell'ostetricia e dell'età evolutiva, dalla rete oncologica e della riabilitazione che consentiranno di avere standard uguali in tutta l'Umbria, con gli specialisti migliori a disposizione di tutto il sistema".


"Misure e indirizzi condivisi dalle Aziende sanitarie e ospedaliere - ha sottolineato Riommi - nella logica di garantire l'appropriatezza delle prestazioni ed evitare il rischio di smantellamento delle attuali risorse. Entro settembre - ha detto ancora - oltre all'approvazione del Piano di prevenzione, sulla base del Piano sanitario nazionale, verranno realizzate le prime azioni del Piano stralcio per il contenimento delle liste di attesa. Innanzitutto ci proponiamo di governare la domanda di prestazioni, con l'introduzione del meccanismo dei 'Rao', Raggruppamenti di assistenza omogenei: al momento di effettuare le prescrizioni, i medici dovranno indicare il grado di priorità della visita o dell'esame diagnostico richiesto".


Entro il 30 settembre "verrà attivato il Centro unico regionale per le prenotazioni('Cup'), che permetterà anche di ottimizzare domanda e offerta. Il pagamento - ha rilevato Riommi - dovrà essere fatto al momento della prenotazione, una scelta determinata dal fatto che ora ben il 40% delle prestazioni non vengono effettuate, contribuendo ad alimentare le liste di attesa. Il cittadino sarà comunque rimborsato se non verranno rispettati i tempi indicati per erogare la prestazione". Al "Cup", ha detto ancora l'assessore, "si potranno prenotare anche le prestazioni erogate in 'intramoenia'. A questo proposito, verrà presto approvato il regolamento per la libera professione, con due novità. Definirà il tetto massimo del costo della prestazione e stabilirà, come previsto dalla normativa, che le visite 'intramoenia' saranno sospese in caso di tempi di attesa della visita ordinaria eccezionalmente lunghi".

"Saranno ridotti pure i tempi di attesa per gli interventi programmati - ha concluso Riommi - riorganizzando la rete ospedaliera in modo che ci sia una integrazione fra le strutture, messe in grado di garantire un utilizzo polifunzionale, e anche prevedendo lo spostamento delle 'equipe' mediche".

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 ottobre

"Frantoi Aperti" compie vent'anni. Eventi a macchia d'olio nei borghi dell'Umbria

"Autunno. Archeologia, Arte, Architettura", quattro incontri alla Rocca dei Papi

La Zambelli Orvieto si ferma sul più bello e cede il passo a Caserta

Liste d'attesa...di morire

Orvieto FC, secondo anno di iscrizione a tutti i campionati della Figc

Gloria in Excelsis Deo

A Sferracavallo Dom Quix realizza un'opera murale dedicata ad Aldo Netti

"Festa dell'Aria". Parrano BioDiversa riflette su qualità dell'aria e cambiamenti climatici

Erasmus+, tra gli studenti che partecipano anche quelli dell'Agrario di Fabro

"Il Governo eroghi risorse necessarie alla gestione dei servizi da parte della Provincia"

Pampepato, via al percorso per il riconoscimento della certificazione Igp

"World Francigena Ultramarathon", domenica l'arrivo dei partecipanti

Volatili

Nuova sede di Cittaslow International, incontro con il presidente Stefano Pisani

La Fondazione "Peres center for peace" premia la presidente della Regione Catiuscia Marini

Zambelli Orvieto scontenta ma pronta a lavorare per migliorare

Sì della giunta al Piano per il passaggio a tariffa puntuale sui rifiuti

Amerina, convenzione tra Comune e Provincia per concessione di aree di pertinenza stradale

Sì al progetto per opere di urbanizzazione in vocabolo Fosso Fanello

Giornate della Castagna, nel secondo weekend arriva il Palio degli Asini

Rinnovato il Consiglio Provinciale dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Perugia

"Ospedale da campo. Memorie di un medico cattolico dalla guerra di Libia a Caporetto"

Il punto di Guido Barlozzetti: "Una brutta notizia"

Riscaldamento in Via Scalza, Olimpieri (IeT): "In assenza di interventi Ater, provveda il Comune"

"La Libreria dei Sette di Orvieto compie 95 anni...e adesso rischia la chiusura. Parliamone!"

Autunno ricco di proposte alla Biblioteca Comunale

Il Boni pronto a volare. Aperta la campagna abbonamenti, via alla nuova stagione teatrale

Sogni incrociati

Bollette pazze, Olimpieri (IeT) chiede conto con un'interpellanza dell'accaduto

L'Istituto Agrario di Fabro vola in Sicilia per conoscere la cooperativa "Lavoro e non solo"

Le impressioni di capitan Serena Ubertini dopo l'esordio vincente della Zambelli Orvieto

Uffici postali. Gori: "Bene tavoli confronto regionale, impegno comune evitare riduzioni servizio"

Ceramica, Paola Biancalana e Andrea Miscetti sul podio del concorso "Il segno del tempo"

Forza Italia: "Acquapendente invasa dai topi, c'è troppa immondizia in giro"

In marcia con la Polisportiva verso la chiesa della Madonna di Loreto

Le tre slide mancanti di Palazzo Chigi

"Senza Monete" compie tre anni. Festa all'Emporio del Riuso e dello Scambio

Per "Lezioni di Storia" al Teatro Mancinelli arriva Alberto Mario Banti

Mano tesa tra la Scuola di Musica "Casasole" e la Filarmonica "Mancinelli"

Sicurezza all'ex caserma Piave con "Crash Scene. Indicazioni Salva Vita"

Dopo otto anni torna il "Bollettino sulla situazione economica e sociale dell'Area Orvietana"

Case popolari, c'è il bando. Per la presentazione delle domande c'è tempo fino al 29 novembre

FotograMia

Giubileo, in corso le iniziative per le Settimane della Misericordia

Torna l'Operazione Mato Grosso. Giovani al lavoro a sostegno dell'America Latina

"Aspettando Halloween". Festa alla sala parrocchiale della Segheria

"Non c'è sicurezza senza prevenzione". Sul tavolo, le criticità del territorio umbro

Ritrovato l'uomo smarrito nei boschi. Terzo caso in quindici giorni

Orvietana, faccia a faccia con i due fratelli Fillippo e Giuliano Avola

Al frantoio Cecci di Monterubiaglio torna "Pane e Olio". Le degustazioni si fanno solidali

Ilaria Alpi si è suicidata?

"Arte sui muri. Street art e urban art". Giornata di studi all'Università della Tuscia